I 5 modi in cui lo smartphone danneggia la salute

Lo smartphone danneggia la salute? Certo, ed incide sulla vista, l'udito, il sonno e molto altro

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Il corpo umano è uno strumento particolarmente delicato, molto più che un device Android, e come tale subisce costantemente trazioni, pulsioni e danneggiamenti interni ed esterni dal mondo ad esso circostante; tra i vari pericoli, viene annoverato anche il telefono cellulare: lo smartphone danneggia la salute in maniera diretta ed indiretta, ed alle volte anche per colpa dell’utente stesso che ne compie un uso irregolare e dunque pericoloso per la propria condizione fisica.

Siete pronti dunque per scoprire i 5 modi in cui lo smartphone danneggia la salute?

Vista

Può un telefono cellulare danneggiare la vista e dunque causare una leggera miopia o, nei casi peggiori, portare ad una cecità profonda? Questo è quanto ritengono possa accadere alcuni oculisti inglesi che nel 2014 diffusero un report indipendente nel quale si accusa la luce blu-violetta emessa dagli schermi come “potenzialmente capace” di provocare danni alla retina, e portare dunque ad un peggioramento progressivo dell’apparato visivo.

smartphone danneggia la salute
Lo smartphone danneggia la salute, ma incide anche sulla vista? Molto più di quanto crediate

Si tratta di una ricerca controversa che – fortunatamente – non ha portato ad un’unanimità dei pareri; alcuni oculisti intervistati dalla BBC, in seguito alla prima diffusione dello studio, controbatterono che il principale problema dei device sarebbe da individuare nel focus dell’occhio su testi e contenuti troppo piccoli, i quali causerebbero la disidratazione della pupilla – e non dunque sulla luce emessa dagli schermi. Questa, pur capace di danneggiare il fisico (ma in un modo più indiretto, come potrete notare più avanti) non porterebbe a conseguenze permanenti a livello molecolare o chimico.

Ma lo smartphone danneggia la salute e dunque causa la miopia? Nonostante non ci siano pareri unanimi, un approfondimento pubblicato qualche anno fa dalla Fondazione Umberto Veronesi punta il dito proprio contro la luce blu degli smartphone la quale non solo provocherebbe offuscamento nella vista e dunque l’incapacità di mettere a fuoco oggetti in lontananza ma, indirettamente, lo strumento tecnologico diverrebbe un surrogato agli intrattenimenti più tradizionali all’aria aperta – la luce del sole viene indicata come rimedio alla luce blu degli schermi.

Soluzione

Appena potete, prendetevi una pausa e fate una passeggiata all’esterno; dato che non è possibile utilizzare uno smartphone a 30 centimetri di distanza dagli occhi – come raccomandato – a meno di non sembrare affetti da una psicopatologia, suggeriamo di seguire la regola dei 20/20 (ogni 20 minuti di visione di uno schermo, 20 secondi di pausa distogliendo lo sguardo dallo schermo).

Postura

Se piegate la testa per osservare le ultime novità di Facebook, leggere i tweet del vostro calciatore preferito o solamente per controllare l’ora, lo smartphone danneggia la salute della vostra schiena, che così si carica di un peso che progressivamente porterà alla consumazione delle vertebre.

Ogni tanto, alzate lo sguardo

A riportarlo è uno studio del 2014 della New York Spine Surgery and Rehabilitation Medicine, che ha proceduto attraverso una serie di test eseguiti dal dottor Kenneth Hansraj a misurare l’affaticamento effettivo della schiena ogni qualvolta il collo viene abbassato per la visualizzazione di contenuti sullo smartphone; se piegate il capo pdi 60, 45 o 15 gradi questo registrerà un appesantimento di, rispettivamente, 27, 22 e 15 chili. Praticamente il vostro corpo dovrà subire una simile pressione che verrà poi somatizzata in mal di schiena, cervicale e irrigidimento delle vertebre, sino alla perdita della curvatura naturale della spina dorsale.

Soluzione

Nei mesi immediatamente successivi al rilascio dello studio, venne messo in commercio tramite la piattaforma Kickstarter la collana medica Fineck, abilitata alla registrazione della tensione accumulata da collo e schiena secondo gli algoritmi dell’università Chung Hsing di Taiwan. Sfortunatamente il dispositivo non è più in commercio, ma in compenso potete sempre installare l’app Posture che, attraverso una serie di semplici impostazioni, vi permetterà di attivare avvisi ed allarmi che vi ricorderanno di mantenere lo schermo all’altezza ed inclinazione corretta.

Radiazioni

Il tema delle radiazioni emesse dagli smartphone è di lungo corso e non tutti gli studi medici sono concordi nell’affermare, o negare del tutto, la pericolosità delle emissioni dei device e del loro impatto sulla salute umana.

Lo smartphone danneggia la salute attraverso le emissioni SAR? Non è del tutto provato

Abbiamo trattato questo argomento all’interno di una Guida per Nuovi Utenti che spiega la natura, la provenienza e gli effetti delle radiazioni SAR che vengono misurate da un’autorità europea, il CENELEC, che stabilisce la dannosità degli smartphone importati nel suolo dell’UE e dunque la loro ammissibilità al commercio o meno. I device che utilizzate quotidianamente non sono dunque pericolosi, ma non è detto che non abbiano un impatto sulla vostra salute: i dati relativi allo sviluppo di tumori non sono ancora sufficienti, data la relativa novità dell’apparecchio tecnologico; certo vi è che ad essere più pericolosi erano i telefoni cellulari ante-smartphone, ingombranti e dotati di mostruose antenne per la ricezione del segnale.

Soluzione

Nonostante il tema delle radiazioni SAR sia particolarmente controverso, minimizzare le conseguenze potrebbe rivelarsi fatale; vi consigliamo dunque di prendere l’abitudine di sfruttare cuffie ed auricolari in caso di chiamata, per allontanare il device e l’antenna del telefono dal volto. Ciononostante potremmo concentrarci sul nemico sbagliato: negli ultimi tempi le reti WiFi sono finite nell’occhio del ciclone, accusate di danneggiare la salute. E c’è poco da fare a riguardo.

Udito

Si tratta probabilmente della più celebre delle influenze dei device Android sulla salute degli utenti: l’udito viene infatti preservato dal sistema operativo di Google sin dagli albori, attraverso una schermata di avviso che invita l’utente a prestare attenzione al volume dei contenuti in ascolto e che un’esposizione prolungata potrebbe causare problemi ed invalidazioni all’udito.

Ed infatti non si allontana dalla verità: qualsiasi effetto sonoro, se superiore agli 85Dbl di intensità, può danneggiare l’orecchio provocando l’insorgere dell’acufene, una patologia di origine neurologica molto frequente presso lavoratori ed abitanti di zone particolarmente rumorose; l’ATA, un’associazione tematica statunitense, valuta che circa 45 milioni di americani ne siano affetti a vari gradi, provocando dolore, suoni fantasma e fastidiosi ronzii. Dato che uno smartphone può raggiungere i 115Dbl di intensità, mantenere il volume al massimo in ogni circostanza durante l’ascolto di musiche, canzoni e file multimediali può portare alla sordità.

Soluzione

Lo smartphone danneggia la salute dell’udito, ma solamente se utilizzato in maniera impropria: la principale soluzione che vi consigliamo è proprio il mantenimento al più basso grado possibile – ma senza esagerare – del volume dei contenuti in ascolto, per evitare che danneggino l’orecchio in maniera irreparabile. Secondariamente, procuratevi delle buone cuffie che migliorino la riproduzione ed amplifichino naturalmente il suono: le AKG K92 sono più che indicate, oltre a costare il giusto prezzo.

Insonnia

La famosa luce blu, responsabile del calo della vista nel primo paragrafo di accuse per le quali lo smartphone danneggia la salute, è colpevole anche dell’insorgere dell’insonnia, o quantomeno dell’attardarsi del consueto ciclo di veglia e sonno a cui siete solitamente abituati.

L’app Twilight può essere un valido alleato

La luce blu provoca infatti uno squilibrio nella produzione della Menalopsina: questo agente è responsabile della segnalazione all’encefalo del grado di luce incidente, in base al quale il cervello valuta la necessità di avviare la fase di recupero delle energie tramite il riposo; le luci blu alterano dunque il livello di Menalopsina inviando falsi segnali, ed impedendo al corpo di addormentarsi. Tutti i dispositivi elettronici emanano queste luci, anche la televisione: con quest’ultima si interagisce solitamente a distanza – di gran lunga superiore rispetto a quella che si pone tra il volto e lo smartphone – e dunque inciderebbe molto poco sul livello di Melanopsina presente nel corpo, afferma il dottor Michael Breus.

Soluzione

Fortunatamente gli sviluppatori Android sono consapevoli da tempo del pericolo che costituiscono le luci blu dello smartphone: per impedire al device di interrompere la produzione di Melanopsina si può operare attraverso i metodi tradizionali – smettere di usare lo smartphone almeno un’ora prima l’orario di coricamento – oppure installare Twilight o Eyefilter, che provvedono a stendere un filtro colorato sullo schermo funzionale alla copertura delle luci dannose.

Vuoi mantenerti in forma? Scopri QUI tutte le app per andare a correre facendo beneficenza contemporaneamente!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè i prossimi approfondimenti nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//
chanel skipthegames skip the games burlington vt backpage com newport news bbbj fresno skipthegames shamokin pa