I 12 migliori set di stickers di Halloween per Telegram del 2021

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Quali stickers di Halloween volete usare quest’anno per augurare un buon “dolcetto o scherzetto” su Telegram ad amici e parenti? A ogni Halloween i creatori di contenuti su Telegram sfornano decine di ottimi set di stickers “horror”, che finiscono per essere usati anche durante tutto il resto dell’anno per via della loro simpatia e qualità. Zucche fantasma, il demone-in-cassetta di The Ring, la maschera ghignante di Scream… Sono tanti i set di stickers di Halloween che quest’anno sono finiti nella nostra tradizionale lista – e non vediamo l’ora di mostrarveli.

Siete pronti?

CIBO MALEDETTO

  • Pumpkin Ghost: chi resisterebbe al fascino di una zucca fantasma? E non stiamo parlando di un banale set di stickers di Halloween di una zucca un po’ traslucida, ma di una cucurbitacea con un lenzuolo indosso! Assolutamente irresistibile – e ci sono ben 25 adesivi animati tutti per voi!
  • Slice of Pizza: cosa c’è di più spaventoso di una fetta di pizza con l’ananas sopra? Una pizza posseduta, naturalmente: un set di stickers di Halloween davvero particolare, ma che deve la sua popolarità alla sua indubbia originalità e all’estrema popolarità di cui gode la pizza in Italia (e nel mondo).
  • Pumpkin Cube: avete visto zucche ripiene, zucche intagliate, zucche illuminate a festa appoggiate sui bordi delle aiuole – ma quello che non avete ancora visto è una zucca quadrata. Forse questa particolare zucchetta non riuscirà a rotolare, ma non le serve muoversi per arrivare nel vostro archivio di stickers Telegram!

ANIMALI STREGATI

  • Werewolf: che Halloween sarebbe senza lupo mannaro? Il tradizionale uomo-lupo, vittima di una maledizione che lo costringe a trasformarsi in una creatura pelosa e governata dai suoi più animaleschi istinti a ogni notte di luna piena, deve la sua odierna popolarità non soltanto alle tante leggende medievali che lo vedono protagonista; ma soprattutto al cinema, di cui divenne uno dei principali interpreti del genere horror con i film della Metro Goldwin Meyer. E che oggi trovate in questo pacchetto di stickers di Halloween!
  • Mummy Jakal: lo sciacallo è un animale tradizionalmente associato a due luoghi – il Far West, e l’antico Egitto. Dello sciacallo statunitense c’è poco di romantico, mentre molto di più si può raccontare dello sciacallo egiziano, adorato dagli antichi costruttori delle piramidi come rappresentante della divinità degli inferi, Anubi. Non per questo “Mummy Jakal” rappresenta uno simpatico sciacallo divino travestito da mummia: poco spaventoso, ma tanto divertente!
  • Fang the bat: il pipistrello è un altro animale tradizionalmente associato al genere horror. Non solo ovviamente per via del suo aspetto normalmente ripugnante, ma anche per la sua dualità la figura del vampiro, di cui i pipistrelli sarebbero i fedeli compagni nonché una delle tante trasformazioni che il mostro succhia-sangue può assumere. Fortunatamente, Fang the bat (nome che richiama le abitudini alimentari della creatura: “fang” significa “zanna”) è tutt’altro che spaventoso, e vi aspetta su Telegram!
  • Cat teftel: oggi sappiamo bene che i gatti neri non portano sfortuna – una credenza che, tuttavia, ha condannato in passato decine di migliaia di gatti a essere scacciati, uccisi o allontanati dalle comunità umane. Si temeva infatti che il gatto nero fosse una forma prediletta dalle creature dell’oscurità; oggi l’unica forma alternativa che possono assumere è quella di un set di stickers di Halloween per Telegram.

OGGETTI POSSEDUTI

  • Voodoo: il voodoo è un’arte necromantica dei Caraibi, importata dagli schiavi africani che venivano condotti sull’isola dai dominatori prima spagnoli, poi francesi e successivamente da chiunque ne abbia gestito l’orrenda tratta per centinaia di anni. Caposaldo dell’immaginario voodoo è l’omonima bambola, che si dice possa trasmettere dolore e afflizioni alla persona di cui ne rassomigli le sembianze – ma tranquilli, non succederà nulla se vi limiterete a inviarla in chat a un amico!
  • Tomby: quanto può essere inquietante una tomba? Tanto, ovviamente – le lapidi sono infatti un elemento scenico esclusivo dei cimiteri e… delle case, dei marciapiedi, e di qualsiasi altro luogo pubblico durante Halloween. Fortunatamente però, in quel caso si tratta solamente di lapidi fasulle, create ad hoc per fare scena, come questo simpatico pacchetto di stickers.

MOSTRI CINEMATOGRAFICI

  • The Ring: chiunque sia nato negli anni Novanta conosce bene la saga cinematografica di The Ring. Nato come serie di romanzi dello scrittore giapponese Soji Kozuki, successivamente è stato trasformato in un fortunatissimo brand di film horror che ha imperversato nelle televisioni degli adolescenti di tutto il mondo per un decennio. Oggi forse la cassetta maledetta (che, secondo le pellicole, ucciderebbe dopo sette giorni chiunque la guardi) non gode di grande popolarità, complice anche la scomparsa del supporto multimediale atto a riprodurla, il videoregistratore… fortuna che nessuno potrà mai rendere obsoleti gli stickers di Halloween di Telegram.
  • Marceline: avete mai visto Adventure Time? La serie animata ha riscosso immediatamente vasto successo sin dal giorno della sua comparsa, avvenuta il 5 aprile 2010 su Cartoon Network, negli USA. Tra i protagonisti della serie c’è Marceline, una vampira di 1003 anni (sì, avete letto bene) figlia di un re-demone con cui non va tanto d’accordo. Nonostante l’aspetto sinistro, dovuto alla carnagione pallida e i canini, Marceline è un personaggio positivo: non beve sangue e adora la musica rock – una ragione in più per trasferirla tra i vostri stickers Telegram.
  • Scream: altro brand di stickers che si riferisce a un franchise cinematografico da tempo non più in auge, ma che ha saputo cionondimeno entrare e rimanere ben ancorato nell’immaginario di Halloween. Scream è il nome non solo della serie di film, ma anche della maschera usata dai vari assassini che l’hanno vestita durante le varie e sanguinolente apparizioni del serial killer, tutte avvenute durante il periodo di Halloween.

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sul nostro canale Telegram! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//