I migliori temi per tastiera sono su FleksyArt, il marketplace che piace all’Arte (e agli artisti)

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

FleksyArt è la piattaforma che vuole rendere le vostre tastiere più belle che mai: lanciata dalla popolare tastiera per smartphone Fleksy, FleksyArt si configura come uno store virtuale di temi tramite i quali decorare le proprie tastiere. Non pensate a agli scadenti temi luccicanti che andavano tanto di moda sugli smartphone Samsung Galaxy nel 2011: le tastiere di FleksyArt sono curate da artisti e designer di respiro internazionale e garantiscono una freschezza d’immagine sorprendente per un reparto, quello dei temi per tastiera, rimasto sempre nell’ombra e mai finora oggetto di un progetto qualitativamente elaborato.

Siete pronti per scoprire come si struttura dunque lo store di FleksyArt, e quali artisti sono stati e saranno coinvolti nello sviluppo dello store?

FLEKSYART, IL MARKETPLACE DELLE TASTIERE ARTISTICHE

Un design accattivante può avere molteplici applicazioni pratiche: da oggi, a fianco di altri prodotti di merchandising come tazze o t-shirt, ci sono anche le tastiere. Tutto ciò grazie a FleksyArt, il “primo marketplace al mondo dove gli artisti possono distribuire le loro opere a milioni di utenti Fleksy“, si legge nel comunicato. Fleksy, l’unica tastiera di una certa rilevanza internazionale ad essere made-in-Europe (e dunque che aderisca alle leggi europee sulla privacy), non è nuova a questo genere di iniziative: già lo scorso anno aveva lanciato uno store di mini-app, anch’esse ideate per ampliare l’esperienza d’uso e fare concorrenza a tastiere per smartphone come GBoard (dotata di tutti i comfort della suite integrata di Google).

Un esempio dei temi presenti nel FleksArt marketplace

FleksyArt nasce dall’idea che anche un prodotto tecnico come una tastiera per smartphone possa diventare veicolo di promozione culturale, e garantire agli artisti coinvolti un canale di guadagno ulteriore a quelli tradizionali. “L’arte, che è sempre stata un mezzo per esprimere, rivelare, provocare, cambiare e criticare le nostre vite, è stata drammaticamente ovattata, con gli utenti che trascorrono sempre più tempo davanti ai loro smartphone” nota Victoria Gerchinhoren, Chief Design Officer di Fleksy. “Quindi ci siamo chiesti: c’è forse un modo per spingere chi usa gli smartphone a consumare l’Arte mentre digitano, e fornire agli artisti una potente piattaforma per distribuire e vendere il loro lavoro in tutto il mondo?

FleksyArt è la risposta a questo interrogativo. Accessibile dalle impostazioni dell’applicazione all’interno della sezione “Temi“, mette a disposizione decine di pacchetti prodotti dai principali artisti contemporanei: da Maria Picassò i Piquer (no, nessuna parentela con il famoso pittore) a Urko, fondatore della Argentinian Society of Collage; dall’artista cyberpunk David Durà a Maru, autrice di rappresentazioni grafiche della Bibbia e della Divina Commedia. Stando alle anteprime disponibili sia nello store vero e proprio, sia nel sito ufficiale, la selezione preliminare degli artisti che collaboreranno con FleksyArt (“già remunerati con decine di migliaia [di dollari]” si legge nel comunicato) è stata svolta per garantire la presenza dei più disparati stili di rappresentazione – dall’astratto al material design, dalla pittura classica alle illustrazioni retrofuturiste. La forte componente spagnola e latinoamericana degli artisti selezionati è ben spiegata dalle origini di Fleksy, tuttora acquartierata a Barcellona.

Il segreto di quello che gli sviluppatori di Fleksy si augurano sia il successo di FleksyArt è però l’apertura alle collaborazioni. Un segreto di Pulcinella, in realtà: nel sito di FleksyArt viene specificato chiaramente che chiunque può aderire allo store e mettere in vendita il proprio lavoro. Non è necessario che i lavori sottoposti siano esclusivi per Fleksy – illustrazioni già pubblicate altrove sono le benvenute, purché riadattate alle necessità di un tema per tastiera per smartphone. Il focus infatti è la promozione artistica dei singoli designer, che attraverso Fleksy possono ottenere un canale di sostentamento – e non il contrario.

A tal proposito, nelle poche FAQ offerte ai visitatori FleksyArt specifica anche qual è la remunerazione garantita agli artisti: dei 2,29€ previsti dalla vendita di un singolo tema (all’interno del quale sono inclusi almeno due-tre sfondi per tastiera), dopo aver calcolato il 30% di commissioni previsto dal Play Store ogni artista riceverà il 50%.

Fleksy si augura che centinaia di artisti, fotografi e designer si uniscano alla piattaforma. Solo il tempo potrà dire se FleksyArt si rivelerà un successo o un fallimento – sicuramente Fleksy ce la sta mettendo tutta per dimostrare la propria unicità rispetto a una concorrenza sempre più agguerrita ed extra-europea.

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sul nostro canale Telegram! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//