Come comprare un regalo tecnologico (bene), in poche parole

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Comprare un regalo tecnologico può diventare una faccenda impegnativa quanto un lavoro: non tutti conoscono la tecnologia a menadito, e spesso può capitare di ricorrere ad acquisti dell’ultimo momento che non soltanto non soddisfano l’acquirente, ma deludono anche il “fortunato” destinatario del regalo – poiché superficiali, economici o inutili in maniera più o meno palese. 

Fortunatamente, non è detta l’ultima parola: se state leggendo questa guida, siete ancora in tempo per evitare un disastro annunciato. In questa guida vi illustreremo i passaggi che occorre considerare al momento dell’acquisto di un regalo tecnologico: che siate fidanzate, amici, parenti o genitori, non è mai troppo tardi per ammettere la propria ignoranza in materia, senza per questo lasciarsi turlupinare da false offerte online o cadere in acquisti spiacevoli.

Siete pronti per scoprire come comprare un regalo tecnologico che soddisfi davvero chi lo riceverà?

ATTENZIONE: questa guida non è più aggiornata! Scopri QUI la nuova versione, arricchita con ulteriori consigli per non sbagliare un regalo tecnologico!

COSA FARE

STABILIRE UN BUDGET

La definizione di un budget è il punto zero di ogni pianificazione regalizia. Il mercato tecnologico è tanto e tale da consentire acquisti dignitosi per ogni ammontare previsto, ma va specificato che alcuni articoli – perché appunto siano dignitosinon dovrebbero essere comprati al di sotto di una certa fascia di prezzo (torneremo più avanti su questo punto).

Per la vostra comodità, abbiamo creato una comoda lista che, a grandi linee e al netto degli sconti che potrebbero essere applicati in occasione di particolari festività, vi può dare un’idea dei prodotti tecnologici che potrete comprare a seconda del budget a disposizione:

  • 0-30€: power bank, altoparlanti e casse musicali di piccole dimensioni, buoni per abbonamenti a servizi di streaming, auricolari e cuffie Bluetooth e con cavo di fattura economica, custodie per smartphone, tablet e AirPods.
  • 30-50€: Google Home Mini e Nest Mini, Amazon Echo Dot e altri smart speaker entry-level, accessori per la domotica dotati di collegamento a Google Assistant o Amazon Alexa, Fire TV Stick o Google Chromecast, smart band per il fitness.
  • 50-100€: Google Home, Amazon Echo e Amazon Echo Show e altri smart speaker, Amazon Fire Stick TV 4K, cuffie true wireless entry-level, auricolari e cuffie Bluetooth e con cavo di buona qualità, Amazon Kindle, tablet entry-level, mini-console (SEGA Mega Drive Mini…).
  • 100-200€: Amazon Kindle Paperwrite, Google Nest Hub, Amazon Echo Plus e altri smart speaker di alto livello, cuffie true wireless di buona qualità, altoparlanti e casse di grandi dimensioni e/o buona qualità, smartwatch di buona qualità (Huawei, Fossil, Fitbit…), Google Stadia, soundbar per Smart TV.
  • 200-300€: Sonos, Bose, Apple HomePod e altri smart speaker di fascia alta, Apple Watch 3, Samsung Galaxy Watch 3 e altri smartwatch di fascia alta (Android);
  • 300-400€: Chromebook, Apple Watch 4.
  • e così via.

CONOSCERE IL DESTINATARIO DEL REGALO

La regola d’oro di ogni buon regalo. Specialmente in un’era digitale come quella che viviamo oggi, l’informazione è una valuta preziosa, e anche un’attività in apparenza banale come l’acquisto di un dono non sfugge alla regola. 

Conoscere una persona è il primo passo per comprare un regalo tecnologico che sia adatto alle sue esigenze: cercate di scoprire dunque, presso amici e famigliari, quelli che potrebbero essere i suoi desideri, o le sue passioni. Ogni dato può tornare utile: dagli ultimi acquisti in materia alla marca di smartphone preferita. Per esempio, alcune persone sono appassionate quasi al limite dell’ossessione per certi produttori, i quali sanno ispirare un senso di comunità ai suoi acquirenti: è il caso di Apple, ma anche di aziende asiatiche come Huawei o Xiaomi. Se invece ha recentemente comprato un nuovo smartphone, è probabile che avrà bisogno di una cover protettiva o una pellicola di vetro. Semplice, vero?

Non avete neanche un indizio? Non bisogna farne un dramma: anche un’informazione apparentemente sconnessa può aiutarci a capire come comprare un regalo tecnologico che piaccia davvero. Il/la destinatario/a del regalo è appassionato/a di sport? Allora preferirà l’acquisto di un Apple Watch o di una smartband capace di calcolare il battito cardiaco o misurare i chilometri percorsi, piuttosto di un buono per Netflix che probabilmente non userà mai. Amante del cinema? Allora potrebbe gradire di più quei due-tre mesi di Netflix in più inclusi nel buono, ma anche – ad esempio – una soundbar per il proprio televisore, come la Vizio Soundbar 2.0. È l’uovo di Colombo: basta un po’ di impegno per fare un regalo che sembri a misura della persona che dovrà riceverlo, ma altrettanto poco perché sembri sciatto e comprato all’ultimo minuto.


ATTENZIONE AI SISTEMI OPERATIVI

E ci stiamo rivolgendo in particolare ai doni Apple-centrici. Scegliere un prodotto Apple è sempre un rischio, specialmente se non si è al corrente della presenza o meno di un altro dispositivo di Cupertino nell’ecosistema tecnologico di chi il regalo lo dovrà ricevere, e poi (si spera) utilizzare. Esistono diversi gradi di interazione tra dispositivi Apple e prodotti Android o Windows, e non sempre danno gli esiti sperati: se volete capire come fare un regalo tecnologico, bene, allora fate attenzione.

A prodotti Apple, è bene associare altri prodotti Apple

Ad esempio: regalare un paio di AirPods a chi possiede un telefono Android non è una grande cattiveria, visto che (seppure con qualche restrizione) sono compatibili; un Apple Watch fa già invece più fatica ad integrarsi con un dispositivo al di fuori della sfera Apple, e pertanto vi suggeriamo di scegliere uno smartwatch Android (come il Samsung Galaxy Watch, o l’ibrido Fossil Sport).


FATE I BUONI

Chi ha detto che i buoni regalo sono sintomo di sciatteria? Certamente, a prima vista non appariranno sfarzosi quanto un dono fisico; tuttavia, per molte persone un credito extra su Amazon è tanto importante quanto uno smartphone nuovo (forse).

Comprare un regalo tecnologico nella forma di un buono regalo Amazon può essere la giusta soluzione!

Lasciate perdere infatti l’associazione mentale che vi porta a vedere in un buono l’equivalente del XXI secolo dei soldini della nonna messi in una busta sotto il piatto, il giorno di Natale. Se la persona che lo riceverà ha più volte manifestato la propria passione per una certa tipologia di prodotti, comprargli un buono per un servizio a questi inerenti sarà la migliore cosa che gli possa capitare. La vostra amica ha una passione per la musica? Un buono regalo per Spotify gli andrà a genio. Il vostro ragazzo vorrebbe vedere la nuova serie di Watchmen, ma non può perché non è disponibile su Netflix? Comprategli una gift card per NOW TV (e lo stesso discorso vale per tutti gli altri servizi di streaming). Vostro nipote ha una passione per la programmazione? Comprategli una gift card per Amazon, e lasciate che scelga da sé il manuale da comprare.

Ovviamente, perché il dono sia personale, vi suggeriamo di allegare un biglietto che spieghi il motivo che vi ha portato a scegliere un buono come regalo. Per quanto noi possiamo infatti considerare i buoni come un dono più che valido, non è detto che lo faccia anche il destinatario dello stesso.


ATTENTI AI DETTAGLI

Comprare un regalo tecnologico non significa limitarsi solamente all’acquisto di un singolo prodotto. A volte potrebbe essere necessario allegare un secondo acquisto: se comprate un paio di cuffie col cavo, ad esempio, assicuratevi che il telefono del vostro destinatario possegga l’uscita richiesta dalle cuffie – molti smartphone moderni infatti non dispongono di un’uscita jack audio 3,5mm, e potrebbe essere necessario comprare un adattatore da integrare al primo acquisto. Avete deciso di fare dono di un  tablet Surface alla vostra ragazza? Se pensate che l’utilizzerà principalmente al lavoro o all’università, allora è il caso che le includiate nel pacchetto anche una tastiera compatibile, altrimenti finirà per abbandonarlo su uno scaffale in attesa del Natale successivo. E così via.

COSA NON FARE

CHI PIÚ SPENDE, MENO SPENDE

Non fate i taccagni: l’economicità di un regalo è percepibile sia per chi l’acquista, sia da chi lo riceve. Nel campo della tecnologia, poi, un prezzo minore può equivalere ad un risparmio immediato (per voi), ma a sofferenze prolungate nel tempo (per chi il regalo lo riceverà) con il rischio che la considerazione nei vostri confronti cali considerevolmente.

Ah, se avesse scelto il modello da 128GB!

Uno smartphone nuovo è l’esempio ideale: nel caso del nuovo Xiaomi Redmi Note 8, la distanza tra la versione da 64GB e quella da 128GB in termini economici è di circa 30€ (su Amazon), ma sotto l’ottica dell’usabilità si tratta di un vero abisso nella forma di uno spazio di archiviazione doppio, che può fare davvero la differenza a lungo termine e specialmente se si progetta di mantenere il telefono operativo per diversi anni.


NON FIDATEVI DEGLI SCONOSCIUTI

Un suggerimento che fa paio con il primo: comprare un regalo tecnologico di una marca di cui non avete mai sentito parlare è un ottimo inizio per una tragedia che si concluderà quando il destinatario del regalo, qualche settimana dopo, vi comunicherà che questo è spirato tra le sue braccia, senza preavviso.

Si tratta di un inconveniente non da poco, specialmente se parliamo di smartphone, smartwatch, laptop e altri prodotti che oltre a fungere da periferiche contengono informazioni personali che potrebbe essere difficile, se non impossibile, recuperare una volta successo il fattaccio. Amazon è il luogo del delitto perfetto: decine di venditori, specie di prodotti dove non esistono delle marche di riferimento (indossabili, smartband, cuffie wireless…), importano in massa prodotti dalla Cina o da altri Paesi dove la manifattura è a basso prezzo e vi applicano sopra il proprio marchio, senza che tuttavia vi sia alcuna garanzia che il prodotto sia effettivamente di qualità.

A tal proposito, vi suggeriamo di leggere QUESTO nostro approfondimento, dove spieghiamo quali app e programmi utilizzare per evitare di cadere vittime di truffe su Amazon.

In questa sede, vi suggeriamo di procedere all’acquisto solo di prodotti di marche di cui avete sentito parlare, o che qualche vostro amico o conoscente o famigliare ha già provato sulla sua pelle, e per il quale può garantirvi la qualità costruttiva che è giusto che pretendiate.


NON È TUTTO ONLINE QUELLO CHE LUCCICA

Come direbbe un famoso avvocato, c’è “online” e “online“. Se persino una piattaforma delle dimensioni di Amazon può presentare simili insidie, lasciamo alla vostra immaginazione quale grado di affidabilità possono disporre certi rivenditori.

Gli imprevisti capitano continuamente, ma una maggiore attenzione vi aiuterà a limitarne l’impatto mentre comprate online

Grazie a Google, e soprattutto alla sua sezione “Shopping“, riuscire a capire dove e come comprare un regalo tecnologico sembrerebbe quasi elementare. Anche le piattaforme di vendita, come i singoli rivenditori su Amazon o altrove, non sono da sottovalutare in quanto a pericolosità; prima di procedere all’acquisto di qualsiasi prodotto su un sito che non sia Amazon, eBay o altre piattaforme note, ricordatevi di:

  • verificarne l’affidabilità: cercare online opinioni in merito alla piattaforma di vendita è il primo passo da compiere; esistono molti siti web che si occupano di raccogliere le recensioni e le esperienze degli utenti – la più famosa ed utilizzata tra queste è certamente Trustpilot.
  • controllare le politiche di vendita: molti rivenditori abbattono i prezzi acquistando interi lotti di articoli tecnologici presso le fabbriche produttrici, situate per la maggior parte in Paesi come Cina o in aree extra-UE, e dai quali vengono poi spedite le singole ordinazioni. Verificate dunque che i prezzi siano comprensivi delle tasse che verranno poi applicate in Italia una volta che il pacco sarà giunto a destinazione – nel caso in cui l’ordine provenga al di fuori dell’Unione Europea, oltre all’IVA sarà infatti richiesto il pagamento delle tariffe di dogana;
  • controllare la garanzia: è ovviamente necessario che il prodotto goda di una garanzia italiana o quantomeno europea, la cui durata dev’essere specificata nelle condizioni di vendita del sito;
  • richiedere una spedizione tracciata: per quanto possa essere più costosa di quella tradizionale, la possibilità di tracciare il vostro ordinativo vi porrà nella condizione non solo di conoscere sempre – ovviamente – la sua posizione, ma anche di valutarne eventualmente la richiesta di rimborso e di cancellazione dell’ordine, qualora dovesse superare i tempi di consegna garantiti;
  • verificare che il sito web sia crittografato: qualsiasi acquisto online deve essere effettuato su siti web sicuri, e dunque in possesso di un certificato che garantisca la crittografia delle transazioni e dei dati immessi. Verificate che, a fianco dell’URL del sito, nella barra degli indirizzi del vostro browser, sia presente un’icona a forma di lucchetto che certifichi così la presenza di un certificato TLS e la sicurezza dei dati immessi sul sito web.
  • utilizzare un metodo di pagamento sicuro: servizi come PayPal permettono di non esporre le credenziali della propria carta di credito o conto corrente, e al contempo offrono strumenti per avanzare richieste di rimborso contro rivenditori non affidabili.
  • informarvi presso amici o conoscenti: se qualcuno ha già effettuato un ordine su quella piattaforma, potrà raccontarvi la sua esperienza.

CI VUOLE UN (NEGOZIO) FISICO BESTIALE

Non è detto che i rivenditori fisici siano estranei da pericoli analoghi a quelli dei negozi online. Anzi: proprio la presenza di un punto di riferimento tradizionale, come può esserlo un commesso o un addetto alle vendite, può cullarvi in un falso senso di sicurezza inducendovi ad abbassare la guardia, mentre per capire come comprare un regalo tecnologico bisogna sempre prestare attenzione.

Generalmente, ci sono alcune tipologie di dispositivi che dovreste acquistare solamente online: batterie esterne, cavi di ricarica e altri prodotti di tecnologia di fascia bassa. A differenza infatti di altri mercati, dove pochi marchi consolidati si contendono gli acquirenti (e dove l’acquisto presso un negozio fisico può garantirvi un servizio di assistenza più concreto e diretto rispetto a quello offerto da un rivenditore online), in queste nicchie a fianco di produttori comunque conosciuti – nel caso delle batterie esterne: Anker, Aukey – emergono e scompaiono periodicamente decine di altri brand che possono offrirvi un prodotto con un rapporto qualità/prezzo comunque più favorevole di, per rimanere nell’esempio dei power bank, un certo marchio famoso per le batterie esterne, rintracciabile in numerosi negozi della catena Mediaworld.


RISPETTATE LA PRIVACY

Non tutte le persone possiedono lo stesso grado di sensibilità nei confronti dei nuovi diritti digitali, emersi con l’ultima ondata di prodotti digitali sul mercato. Tra questi, la privacy: per quanto molti non si preoccupino della destinazione dei propri dati, una volta consegnati ad una piattaforma o ad un’Intelligenza Artificiale, è possibile che il destinatario del vostro regalo possa non gradire il dono di uno smart speaker come Nest Mini o Amazon Echo, e prodotti per la domotica compatibili con i rispettivi assistenti personali. Per quanto siano utili, c’è chi può considerarli alla stregua di spie in casa propria (e non avrebbe nemmeno tutti i torti), e pertanto non farne mai uso. Meglio informarsi prima della loro opinione in merito.

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sul nostro canale Telegram! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//