Telegram 5.11 introduce i messaggi programmati, promemoria e tanto altro!

Il concetto di messaggistica assume un altro significato, quando si parla di Telegram: l’app di chat fondata dal miliardario russo Pavel Durov dispone infatti di molte più funzioni di quante non ne abbiano mai possedute suite di chat come WhatsApp, o Messenger, spostandosi ad ogni aggiornamento verso il modello della piattaforma cinese WeChat (i cui mini-programmi coprono ogni incombenza quotidiana, dai pagamenti alle prenotazioni online). Con Telegram 5.11 l’app guadagna i messaggi programmati, che all’occorrenza possono diventare dei reminder; ma anche temi, nuove opzioni per la privacy e nuove emoji animate, e tante novità da non perdere con il nuovo aggiornamento!

Siete pronti per scoprire tutti i segreti di Telegram 5.11?

TELEGRAM DIVENTA UN’AGENDA, IN TEMPO PER LA SCUOLA (O IL LAVORO)

Non è un caso che la più inaspettata tra le sorprese di Telegram 5.11 sia stata introdotta proprio con l’update di settembre. Il rientro a scuola o al lavoro sarà sicuramente più facile per gli appassionati di Telegram se ad affiancarli nella ripresa della routine quotidiana, dopo il riposo estivo, ci sarà la nuova funzione di promemoria di Telegram.

Un fulmine a ciel sereno? Non proprio: i promemoria di Telegram non sono altro se non un’applicazione secondaria di una funzione che probabilmente avete attesoinutilmenteper anni su WhatsApp. Parliamo dei messaggi programmati: limitati per ora ai soli contenuti testuali (non funzionano dunque con allegati multimediali), si tratta di messaggi che è possibile scrivere in anticipo, lasciando poi all’applicazione il compito di inviarli ad un orario stabilito.

Per scrivere un messaggio programmato è sufficiente digitarne il contenuto nella chat nella quale si desidera inviarli (funzionano sia nelle chat private, che nei gruppi che nei canali), e poi effettuare un tap prolungato sul pulsante di invio secondo lo stesso procedimento utilizzato per inviare messaggi senza suono di notifica. Questa volta tuttavia dovrete cliccare sul nuovo pulsante “Programma messaggio”: così facendo apparirà un calendario, dal quale selezionare data e ora nel quale si desidera che il proprio messaggio sia inviato. I messaggi sono programmabili sino all’anno successivo alla data nel quale il messaggio è stato scritto.

Ma cosa succede se si programma un messaggio all’interno della scheda dei “Messaggi salvati, accessibile dal menu laterale? Dato che tale scheda è stata pensata per essere un archivio personale dei messaggi preferiti o più importanti per l’utente, il messaggio programmato diventa un promemoria: il funzionamento rimane il medesimo (giusto la voce nel menu a comparsa cambia, diventando “Imposta un promemoria”), ma verranno visualizzati nella schermata delle notifiche come “Promemoria”.

Sfortunatamente non esiste una schermata una dalla quale visualizzare tutti i messaggi programmati: per controllare ogni messaggio schedulato dovrete accedere alla rispettiva chat e cliccare sull’icona a forma di calendario presente a fianco della barra di testo.

Ma la novità più apprezzata di questo aggiornamento è la nuova “ruota dei colori”, che rende estremamente semplice modificare i temi implementati di default nell’applicazione. Abbiamo infatti criticato spesso l’assurda decisione da parte di Telegram di implementare un editor dei temi tanto rozzo e complicato da rendere la creazione di nuovi temi per l’app un’esclusiva di programmatori e più in generale di persone dotate di tanto tempo libero. Grazie a Telegram 5.11, tutto cambia: accedendo alle “Impostazioni” > “Impostazioni chat” e scegliendo uno dei temi pre-caricati (a parte “Default”), si aprirà una ruota di colori che, se selezionati, modificheranno il colore dell’interfaccia e dei suoi elementi. Ma non è tutto: al termine della serie di colori vi è un ultimo pulsante: cliccatelo per accedere alla schermata di personalizzazione della tonalità dell’interfaccia. Si può scegliere il proprio colore preferito sia inserendo l’apposito codice esadecimale, sia puntando il cursore sulla ruota dei colori, variandone la luminosità a seconda del proprio gusto. Nella parte superiore dello schermo sarà possibile visualizzarne l’anteprima sia all’interno delle chat, sia nella schermata principale. 

Temi così modificati non sono però considerati “nuovi temi” a tutti gli effetti da Telegram: per creare un tema vero e proprio e per poter testare la nuova feature di Telegram 5.11 (l’esportazione via link dei temi, proprio come accade già per stickers, sfondi e tutto il resto) dovrete cliccare sul menu a tendina, tappare su “Crea nuovo tema” e affrontare l’osceno editor di temi di cui vi abbiamo già parlato. I temi condivisi (tramite link, esportazione diretta del file o condivisione su Telegram) sincronizzeranno i propri cambiamenti su tutti i dispositivi nei quali verranno installati, così che il loro creatore non debba condividerne il nuovo file d’installazione ad ogni nuova modifica.

L’ultima sorpresa di questo aggiornamento è costituita dalle nuove impostazioni della privacy, il cui arrivo vi era già stato anticipato in un nostro precedente reportage sull’uso di Telegram ad Hong Kongche potete leggere QUI. Se accederete alle “Impostazioni” > “Privacy e sicurezza” > “Numero di telefono”, troverete la nuova voce “Chi può trovarmi con il mio numero”: cliccando su “I miei contatti” si potrà restringere ai numeri salvati nella propria rubrica la visibilità del proprio contatto, rendendo il proprio profilo Telegram rintracciabile tramite numero di cellulare solamente da quei contatti già presenti nella propria rubrica. All’interno del post di presentazione di Telegram 5.11, il team dell’app ha riconosciuto che la principale ispirazione a questa funzione sono stati proprio i manifestanti ad Hong Kong, di cui evidentemente non si poteva ignorare il grido d’aiuto.

Infine, Telegram 5.11 introduce una nuova serie di emoji animate: le emoji ?, ?, ?, ?, ? e ? si aggiungono alla lista delle emoji che, se inviate singolarmente in chat, crescono di dimensioni e danno vita ad un’animazione che si ripeterà in loop per tre volte.

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a myjob@appelmo.com, e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sul nostro canale Telegram! Grazie mille!

Telegram 5.11Telegram aggiornamentoTelegram temi
Commenti (0)
Aggiungi commento