Telegram 5.8, tutte le novità: gruppi geolocalizzati, proprietà dei canali e tanto altro!

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Due aggiornamenti in un solo mese potrebbero lasciare interdetti molti utenti Telegram di vecchia data, abituati alla cadenza mensile degli update che un tempo l’applicazione aveva promesso: con l’avanzare del tempo questa periodicità è venuta meno, ma non la qualità degli aggiornamenti. Con Telegram 5.8, l’app di chat introduce una nuova forma di gruppi i gruppi geolocalizzati, dove conversare con le persone più vicine geograficamente – e l’opzione che tutti i proprietari di canali e gruppi stavano aspettando, ossia il trasferimento della proprietà del canale o gruppo stesso.

Siete pronti per scoprire tutti i dettagli di Telegram 5.8?

ATTENZIONE: presto AppElmo lancerà la sua testata “sorella” miglioricanali.appelmo.com –  un web magazine completamente dedicato ai canali Telegram con approfondimenti, trucchi, tool e bot e tanto altro ancora! Clicca QUI, o iscriviti al canale Telegram ufficiale per saperne di più e rimanere sempre aggiornato sulle prossime pubblicazioni del magazine!

CHAT CON I VICINI DI CASA, CON TELEGRAM 5.8 È POSSIBILE

Quante volte avete desiderato di conoscere quella ragazza o quel ragazzo che vive nel palazzo di fronte, ma non avete mai avuto il coraggio di farvi avanti? Oggi avete uno strumento in più per aggirare la vostra proverbiale timidezza, nella forma dei gruppi locali: si trattano di gruppi Telegram accessibili unicamente da persone localizzate nella propria area, elencati in una sezione apposita dell’applicazione.

Ovviamente, non è così facile: perché LUI (o LEI) entri nel gruppo, dovrà accedere direttamente alla sezione dedicata. Curiosamente infatti Telegram 5.8 relega in una sezione solitamente poco frequentata le nuove funzionalità legate alla geolocalizzazione: dovrete infatti procedere sul menu laterale dell’app, cliccare sulla voce “Contatti” e qui potrete notare, se siete attenti, la voce “Aggiungi persone vicine“. Tappandovi accederete ad una nuova modalità di scambio di contatti, nonché ai nuovi “Gruppi locali“, così come vengono definiti dall’app.

La prima funzione, tanto semplice quanto geniale, si riferisce al nuovo metodo per la condivisione del proprio contatto Telegram con un altro utente: per evitare infatti la noiosa procedura dello scambio dei numeri, del nome e del cognome, e così via, sarà sufficiente che entrambi gli utenti accedano a questa sezione perché, nella scheda “Persone vicine“, appaia all’uno il contatto Telegram dell’altro. Dopodiché basterà tapparvi sopra perché il contatto venga memorizzato – ma solo il contatto Telegram: il numero di telefono apparirà solo quando anche l’altra persona vi avrà aggiunti.

La seconda feature sfrutta la nuova integrazione con la geolocalizzazione in maniera più approfondita e articolata: parliamo infatti dei gruppi locali, gruppi accessibili solo su base territoriale. Non sembra esserci un particolare limite geografico (non è specificato), anche se viene chiaramente precisato che qualunque tentativo di alterare la propria posizione per accedere a gruppi non limitrofi potrebbe comportare la limitazione dell’accesso e nella creazione di nuovi gruppi locali. Questi infatti non possono essere creati attraverso le vie consuete (il FAB presente nella schermata principale, o il menu laterale): bisognerà infatti cliccare sulla voce “Crea gruppo locale” all’interno della scheda “Gruppi vicini“, dentro la quale troverete anche un elenco di tutti i gruppi locali nella zona, ordinati non per vicinanza ma per numero di membri. Un gruppo locale è uguale a qualsiasi altro gruppo, salvo che è strettamente legato alla posizione del suo amministratore/creatore: accedendo infatti alla scheda gestionale del gruppo, una volta creato, si potrà modificare la posizione sulla base della propria geolocalizzazione. Ovviamente, ogni gruppo locale è pubblico; è possibile tuttavia corredare il gruppo di un link – quindi la sua adesione non è imprescindibile dalla posizione.

Di certo non è un caso che simili feature, la cui finalità è una forma di socializzazione più intima poiché legata al territorio e non solo ad un indirizzo IP, siano state rilasciate all’inizio dell’estate, momento di svago per giovani e meno giovani e di incontri più o meno casuali: la pagina stessa di presentazione di Telegram 5.8, nel blog dell’applicazione, fa numerosi riferimenti in proposito.

Non meno secondaria è la novità per gli amministratori di canali (ma anche di gruppi): il trasferimento della proprietà. Finora infatti il destino di un canale era strettamente legato all’account del suo creatore: se per qualche motivo tale account diventava inaccessibile, veniva cancellato (o peggio), determinate azioni risultavano limitate per gli altri amministratori. Con la cessione diretta della proprietà del canale (o di un gruppo), il formato stesso fa un salto di qualità: da attività personale un canale (o un gruppo) può diventare un’attività appaltabile, come lo sono oggi le pagine Facebook, ad una persona fisica o ad un’agenzia. Per attuare il trasferimento, basterà accedere al profilo dell’amministratore a cui si desidera cedere la proprietà e garantirgli tutti i permessi: in questo modo apparirà la voce “Trasferisci proprietà canale/gruppo“, sulla quale cliccare per completare il trasferimento.

Infine, l’ultima novità riguarda le notifiche: il sistema delle eccezioni è diventato infatti più granulare e preciso. Inoltre ora i contatti eliminati dispongono di una propria icona utente (un fantasmino), così da essere facilmente riconoscibili. Tuttavia, ancora ci domandiamo perché Telegram non si limiti ad eliminarli automaticamente.

Come avete trovato questo aggiornamento a Telegram 5.8? Non mancate di lasciare un commento, o di unirvi al nostro gruppo @appelmeggiando!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sul nostro canale Telegram! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//