Telegram 5.3 lancia i Background 2.0 e Instant View 2.0: tutte le novità del concorso ufficiale di Telegram

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Telegram 5.3 continua l’opera di modifica e perfezionamento di funzioni già presenti iniziata da qualche mese: questa volta è toccata agli sfondi, la cui sezione all’interno delle Impostazioni dell’app riceve un completo restyling. Il nome attribuito dal blog ufficiale dell’applicazione all’update corrente è “Background 2.0“, e il motivo è presto detto: grazie a Telegram 5.3 è possibile non soltanto modificare con più facilità la schermata di sfondo dell’app, ma anche attribuirle effetti speciali che sfruttano il movimento in parallasse del dispositivo. Insieme all’aggiornamento, Telegram ha anche annunciato l’avvio del nuovo Instant View contest, indirizzato a tutti gli utenti in possesso di buone capacità di programmazione e desiderosi di guadagnare i premi messi in palio per la produzione di template di qualità per la modalità di visualizzazione rapida IV.

Siete pronti per scoprire cosa Telegram ha introdotto con Telegram 5.3, e in che cosa consiste il nuovo Instant View contest?

TELEGRAM 5.3 INTRODUCE I BACKGROUND 2.0

La principale novità dell’aggiornamento Telegram 5.3 di febbraio sono i Background 2.0; mai interessati da un update simile – le versioni 2.0 finora avevano riguardato feature proprietarie come i canali, i gruppi, e l’Instant View, come potrete scoprire nella seconda parte dell’articologli sfondi diventano una tessera del mosaico composto da funzionalità uniche e particolari.

Per accorgervi dei cambiamenti dovrete però portarvi su “Impostazioni” > “Impostazioni chat“, la rinominata sezione che racchiude tutte le opzioni per la gestione dell’interfaccia; oltre al cursore per la selezione della dimensione dei messaggii cui cambiamenti sono visualizzabili già a partire dall’anteprima sottostante – si nota la scomparsa del pulsante per la creazione dei temi, nascosto all’interno di un menu a tendina.

Telegram 5.3

Le vere novità dell’aggiornamento si nascondono però all’interno del pulsante “Cambia sfondo: accedendovi si aprirà la schermata per la selezione e la personalizzazione dello sfondo delle chat. Al suo interno troverete due pulsanti: “Seleziona dalla galleria” – che, come suggerisce il nome, vi rimanderà alla galleria del telefono dalla quale prelevare la vostra immagine di sfondo – e “Imposta un colore“, che invece vi consentirà di scegliere una delle 33 tonalità differenti come copertina nel caso in cui preferiate i toni pieni o sfumati ad immagini o fotografie più elaborate.

Telegram 5.3

L’analisi di questa prima interfaccia si conclude con la menzione di una galleria d’immagini di default, presente nella sezione inferiore dello schermo, e il pulsante di ricerca – sul quale è necessario spendere qualche parola. Tramite la barra di ricerca potrete infatti filtrare gli sfondi rintracciabili online, per colore: bianco, blu, verde o rosso (e altre tonalità per un totale di 12 sfumature diverse).

Ma è all’interno dell’editor delle immagini, tramite il quale è possibile modificare il proprio sfondo prima di impostarlo come tale, dove Telegram 5.3 incide più profondamente:

  • qualora abbiate impostato una singola nuance come sfondo, potrete decidere se applicare una fantasia oppure mantenere lo sfondo semplice scelto inizialmente – nel primo caso, un cursore vi consentirà di regolarne il grado di intensità del tratto.
  • qualora invece abbiate preferito una fotografia o un’immagine, questa potrà essere o sfocata (tramite il pulsante “Sfocatura“), oppure le si potrà applicare un effetto parallasse grazie alla funzione “Prospettiva. Questa, agendo similmente al blur effect presente negli smartphone Pixel di Google, aggiunge un certo grado di profondità illusoria all’immagine, che viene ingrandita leggermente per simulare movimento ad ogni inclinazione del telefono.

Ogni sfondo è inoltre condivisibile con altre persone: si tratta di una novità estremamente importante, che rientra nel piano di allocazione online di tutte le risorse della piattaforma. Dopo i canali, i bot, i gruppi, i videomessaggi, i post Telegraph, le traduzioni e i singoli messaggi, adesso anche gli sfondi sono una risorsa: vi basterà tappare sul pulsante di inoltro posto nella porzione superiore a destra dello schermo per ottenere un link di condivisione. Similmente, sarà sufficiente cliccare sul link per impostare lo sfondo.

IL NUOVO CONCORSO INSTANT VIEW 2.0 METTE IN PALIO 300.000$

Nuovo anno, nuovo concorso per l’espansione dello standard Instant View: la tecnologia per la visualizzazione rapida dei contenuti – di cui vi avevamo già parlato QUI, in passato – concorrente delle Accelerated Mobile Pages di Google e degli Instant Articles di Facebook punta ad un’ulteriore ondata di espansione attraverso il concorso Instant View 2.0 bandito da Telegram.

Il contest vuole indurre la parte della sua platea più vicina al mondo della programmazione ad impegnarsi nello sviluppo di temi per la Instant View: contrariamente a Google e Facebook, Telegram ha preferito infatti lasciare in mano agli utenti la realizzazione dell’infrastruttura tecnica per ciascun sito web. Ogni nuovo tema (approvato) sarà pagato 100$, attinti da un montepremi di 300.000$ totali – il quale lascia intendere che il team dell’applicazione punti alla realizzazione di altri 3.000 template, per circa 2.800-3.000 siti web.

Come partecipare? È semplice: vi sarà sufficiente accedere a QUESTA pagina e controllare quali siti web necessitino di un template – Telegram aggiornerà la lista con 500 nuovi domini selezionati ogni 10 giorni, a partire dal 4 febbraio e per i prossimi due mesi. Tutte le documentazioni necessarie sono presenti nella medesima pagina.

Il commento del Direttore

La decisione di Telegram di rendere anche gli sfondi condivisibili non sorprende: essa rientra nel piano di completa libertà di condivisione dei materiali messo in atto sin dagli albori. Per Telegram, che basa gran parte della propria strategia d’espansione sul passaparola, la condivisione è una scelta e una filosofia, e anche un’espediente per fidelizzare al massimo la clientela trattenendola all’interno di un ecosistema chiuso, ma con grande libertà d’azione.

Sarà invece più interessante capire se l’Instant View vedrà un’integrazione più approfondita con la Telegram Open Network: l’assenza di spazi pubblicitari, fatto che ancora oggi mi lascia più che perplesso, potrebbe essersi reso necessario in vista dell’introduzione di banner sì pubblicitari, ma finanziati e pagati attraverso la valuta Gram ai proprietari dei siti, magari attraverso un portafogli elettronico collegato al profilo del fondatore del canale/sito web. Lo stesso principio, seppure con una diversa applicazione, viene applicato con successo dal browser Brave per la sua attività di AdBlocking. Vedremo.

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime Novità su Telegram nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//