Smartibot è il robot di cartone con un’AI che si gestisce da smartphone (e che non bisogna programmare)

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Steve Jobs diceva che “la semplicità è la migliore sofisticazione“: senza ricorrere a frasi forse fin troppo usurate, non fatichiamo comunque a dire che Cubitio – in vendita su Kickstarter, ma ancora per pochi giorni – è il robot più sofisticato del mondo. Perlomeno, tra tutti i robot accessibili all’acquisto: Cubitio assomiglia infatti a quei simpatici macchinari che da piccoli era possibile costruire con mattoncini LEGO e fili elettrici, comandabili poi con un semplice controller.

Il principio è lo stesso: tramite lo smartphone ed una semplice centralina di comando – sostituibile dal device stesso – è possibile sfruttare l’intelligenza artificiale di Cubitio, YOLO, per dare vita ad un robot composto da materiali facilmente reperibili o sostituibili (cartone, mattoncini di plastica, persino patate) e assegnargli dei comandi. Sia che sappiate o non sappiate programmare: siete pronti per scoprire Cubitio?

Che cos'è Smartibot

Chi ha passato l’infanzia sul Meccano o, meglio ancora, in compagnia dei LEGO Mindstorm avrà capito al volo le potenzialità di Smartibot. I set LEGO, composti di mattoncini e codice, sono molto simili a quello che troverete all’interno della scatola di Smartibot che vi verrà consegnata a Natale di quest’anno, se deciderete di acquistarlo.

Tutti i motori che è possibile collegare a Smartibot

Un ottimo regalo per i propri figli, nipoti o fratelli, ma anche per sé stessi se si intende coltivare una passione nata proprio da quei giochi d’infanzia (che tanto da bambini non erano), o se si vuole iniziare proprio ora. Smartibot può essere composto sino a 14 motori – quattro principali, dieci servomotori di movimento – che consentono di dare vita ai progetti più strampalati e fantasiosi: appoggiandosi ad un’intelligenza artificiale proprietaria (YOLO) e ad una piattaforma di programmazione che non richiede l’immissione di alcuna riga di codice, il futuro proprietario di Smartibot può costruire un trenino, un carro armato e qualsiasi cosa desideri e voglia. L’importante è che possieda quattro batterie AA (che servono a Smartibot per alimentarsi) e la fantasia necessarianonché la giusta manualità – per costruire l’involucro esterno.

Smartibot viene equipaggiato con una carrozzeria di cartone adattabile a diversi modelli – automobili, unicorni – ma che può essere completamente sostituita da altri materiali a disposizione dall’utente: le immagini fornite dal team di sviluppo vedono Smartibot fare capriole e piroette protetto da strutture di plastica, carta e persino da… una patata. Gli utilizzi di Smartibot dipendono dalla dotazione che l’utente deciderà di assegnargli: è possibile comandare Smartibot dallo smartphone, oppure dotarlo di un device “di fortuna” che gli fornisca la potenza e l’intelligenza necessaria perché sia sufficientemente indipendente per eseguire azioni automatiche.

Smartibot
“Acchiappa acchiappa!”

Queste variano dallo spostamento di oggetti all’inseguimento di animali o persone all’interno del raggio di azione di YOLO: volendo è persino possibile dotare Smartibot con un sensore di movimento e di distanza per rendere le sue mosse molto più precise.

Un’immagine della piattaforma di programmazione, ma per programmatori

Questo con o senza capacità di programmazione: Smartibot dispone di una piattaforma di gestione dei comandi assolutamente user-friendly e priva della necessità di inserimento del codice di programmazione, ma il team di sviluppo assicura di essere al lavoro con Microsoft per far entrare la piattaforma di Smartibot all’interno del programma MakeCode. Così facendo, gli utenti con maggiori capacità potrebbero usufruire di un’interfaccia colora e orientativa per programmare le azioni personalizzate del proprio Smartibot.

I premi

I premi di Smartibot non modificano solamente la quantità di dispositivi in proprio possesso, ma anche le capacità del robot stesso:

Smartibot
Da sinistra a destra: Smartibot-unicorno, Smartibot-robot, Smartibot-teabag
  • per 35£ potrete acquistare il Basic Kit contenente un circuito stampato Smartibot, due motori, un set per le batterie e tutto il materiale per costruire uno Smartibot-unicorno, uno Smartibot-robot e uno Smartibot-teabag;
  • per 60£ potrete comprare il Genius Kit contenente quanto presente nel Basic Kit oltre ad un pannello LED e un sensore di movimento e distanza;
  • per 65£ potrete portarvi a casa due Basic Kit;
  • per 100£ potrete accaparrarvi il Precius Kit, composto da tre Basic Kit e rivestimenti in tiratura limitata.

Scopri QUI invece come usare il tuo smartphone come una sveglia mantenendolo spento durante la notte!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime puntate di Il Mercoledì di Kickstarter nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//