Da PUBG Mobile a Shadowgun Legends, tutti i giochi per Android da giocare questa settimana – #GiovediGames

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Se Android non arriva su PC, è il PC a raggiungere il mondo mobile: questa settimana troviamo infatti veramente tante novità su Android, frutto sia di felici politiche di integrazione da parte delle software house tradizionalmente presenti solo su dispositivi fissi, sia di progetti di lungo corso che hanno finalmente trovato la strada per il Play Store. Stiamo parlando naturalmente di PlayerUnknown’s Battleground Mobile, di ShadowGun Legends ma anche di tutti quei giochi che pochi conoscono, ma che molti dovrebbero aver già giocato e che sono usciti proprio in questi giorni.

Siete pronti per scoprire tutti i giochi di questa settimana pronti al download?

Azione & Avventura

#1 – PlayerUnknown’s Battleground Mobile

Costo: gratis
Gameplay: sparatutto in multiplayer online, 100 giocatori vengono paracadutati in un’isola di 8×8 chilometri di raggio. Vince chi riesce a sopravvivere più a lungo uccidendo gli altri giocatori, servendosi delle armi ed equipaggiamenti sparsi per il territorio

Con oltre 10 milioni di download dopo la prima settimana di presenza sul Play Store, possiamo senza dubbio classificare PlayerUnknown’s Battleground Mobile come il più riuscito debutto da parte di una software house tradizionale sul mercato mobile. Non si tratta certamente di un caso fortuito: dopo aver spopolato letteralmente su Steam, dove ha raggiunto la cifra-record di 3 milioni di giocatori contemporaneamente connessi, la Bluehole (l’azienda dietro lo sviluppo del gioco) ha deciso di appoggiarsi al colosso cinese Tencent per raggiungere anche il mercato degli smartphone.

 

Una saggia decisione: non solo i numeri, ma anche le recensioni (4,4 stelle sono una media invidiabile, considerando le alte aspettative della partenza) confermano il supporto e il gradimento della community Android nei confronti del coraggio degli sviluppatori. A ciò si aggiunge anche un elemento non indifferente: la gratuità del titolo, contrariamente alla versione per PC in vendita a 29,99€, che testimonia necessariamente lo stato di beta e che probabilmente si aggiornerà in futuro con acquisti in-app o qualche forma di monetizzazione ulteriore: nel frattempo, vi suggeriamo vivamente di approfittarne.

PUBG Mobile


#2 – Shadowgun Legends

Prezzo: gratis, con acquisti in-app sino a 99,99€
Gameplay: gioco di ruolo sparatutto a tema fantascientifico, disponibile il multiplayer online PvP e la modalità cooperativa per missioni in locale o online

Tutti i giocatori di vecchia data conoscono Madfinger Games, software house autrice di numerosi giochi di successo di critica e di utenti – da Shadowgun a Dead Trigger, passando per Samurai Vengeance II. Annunciato da tempo, e in fase di testing da ancor di più, Shadowgun Legends è uno dei pochi FPS esclusivamente realizzati per Android dotato di un gameplay approfondito, di una campagna single-player avvincente e di una grafica ricca di dettagli.

 

La trama, benché non sia nulla di particolarmente approfondito o originale, vi accompagnerà per oltre 200 missioni in sei pianeti differenti, ognuno dei quali coperto da creature aliene ostili che vi divertirete a vaporizzare con 600 armi diverse, dalle granate alle balestre esplosive passando per i fucili a pompa e da cecchino e così via.

Senza contare un gameplay talmente vario che difficilmente avrete tempo di annoiarvi: a fianco della campagna storica troviamo infatti una modalità arena per battaglie online PvP, oltre che numerose missioni cooperative da giocare con un massimo di tre amici per la gloria – che rappresenta infatti il sistema di ranking del gioco – e per il bottino. Sino a 250 elementi estetici e oltre 1.000 pezzi d’armatura espandono il gameplay a livelli davvero ampi per un gioco mobile, lasciando però spazio anche al vasto sistema di microtransazioni che fortunatamente coinvolge solo i cosmetici da applicare ad armi ed elementi del vestiario.

Siete pronti per sconfiggere il pericolo alieno, Shadowgun?

Shadowgun Legends


#3 – Stereobreak

Prezzo: 1,09€
Gameplay: sparatutto in due dimensioni, lo scopo del gioco consiste nell’abbattimento di tutti i nemici di ciascuno stage posti nella schermata a destra per raggiungere il boss di livello, dotato di poteri unici e capaci di modificare l’ambiente di gioco

Dalle stelle alle stalle? Non proprio: dopo due titoli che nel gergo videoludico vengono definiti “Tripla AAA”, in quanto molto popolari ma soprattutto molto riusciti, Stereobreak non sfigura perché destinato ad una categoria di giocatori completamente differente.

Blaster, proiettili e magie, tutte in pixel art

In due dimensioni, realizzato in grafica a 8-bit, Stereobreak è ancora in via di sviluppo ma già in questa prima versione beta (venduta comunque a 1,09€) potrete divertirvi a schivare i colpi di messicani dotati di enormi sombreri, venditori di hamburger particolarmente agguerriti e temibili pittori francesi. Una vera e propria fiera dello stereotipo che risulta particolarmente azzeccata nella successione tra shuriken, mestolate e draghi celesti in 8-bit, un fantastico passatempo per ogni ninja del touchscreen.

Stereobreak

Carte

#4 – Card Quest

Prezzo: 4,89€
Gameplay: gioco di carte con numerosi elementi RPG e roguelike

Dungeon e giochi di carte sono sempre stati validi compagni, e anche Card Quest non manca di provare la validità dell’assioma presentandoci un riuscito mix tra esplorazione, trama, gameplay e semplice intrattenimento.

Card Quest vi affascinerà solamente attraverso la sua elegante veste grafica in 16-bit

Naturalmente non si tratta di un titolo adatto a tutti i palati: vi devono piacere i giochi di carte, dovete essere persone pazienti e dotate di una sincera passione per la lettura e le avventure grafiche degli anni ‘80 – due caratteristiche che non possono prescindere l’una dall’altra (se amate leggere ma non vi piacciono le avventure grafiche, significa che non ne avete mai giocata una). Dopo aver selezionato il vostro personaggio (potrete vestire i panni di un Druido, un Ladro, un Guerriero o un Cacciatore), Card Quest vi porterà all’esplorazione di aree tipiche per un’avventura fantasy come la Foresta Maledetta o le montagne dei nani, affrontando oltre 90 tipologie di nemico guidate da 25 temibili boss.

Il prezzo è leggermente alto, ma la longevità è assicurata anche dalla natura roguelike del titolo che vi porterà a in molte occasioni, ma secondo la struttura del gameplay più morirete e più ambientazioni scoprirete, insieme a tutti gli oggetti e magie contenuti al loro interno.

Card Quest

Giochi di ruolo

#5 – Fighting Fantasy

Prezzo: gratis, ma con acquisti in-app a partire da 4,49€
Gameplay: libro-game, la storia è suddivisa in paragrafi che il giocatore sviluppa sulla base delle scelte effettuate passaggio dopo passaggio

Chi non ricorda i libri-game, avvincenti avventure testuali stampate in piccoli libretti dal formato tascabile e capaci di portare piccole gioie anche nelle afose domeniche di agosto?

Quasi nessuno della vecchia generazione di utenti Android, molti di quelle più recenti: fortunatamente il mobile gaming ha saputo offrire nuova linfa a generi altrimenti moribondi, e il mondo dei libri-gioco ne fa appunto parte. Fighting Fantasy Classic non è altro infatti che una raccolta di sette libri-gioco, ognuno dotato della propria trama – in inglese – e che proprio come nelle vecchie edizioni cartacee vi porrà davanti ad una scelta al termine di ogni paragrafo.

Aiuterete il vecchio mendicante, o attaccherete il branco di goblin assonnati? Deciderete di sfidare l’arrogante cavaliere a duello, o sceglierete il bivio di sinistra? Ogni scelta ha le sue conseguenze, sia positive che negative e tutte saranno annotate nel diario del personaggio insieme alle sue abilità, l’equipaggiamento e le armi in suo possesso. Saprete raggiungere l’ultimo capitolo… incolumi?

Fighting Fantasy Classic


Vi potrebbe piacere anche:

  • SwordArt Online – Integral Factor: il gioco ufficiale dell’omonimo anime arriva su Android con tanti personaggi, una storia tutta da costruire e un gameplay strutturato in modalità cooperativa – il tutto per raggiungere il 100° piano!

Rompicapi

#7 – Death Squared

Prezzo5,49€
Gameplay: tra laser e piattaforme fluttuanti, dovrete collaborare con un amico o con l’IA per portare entrambi i simpatici personaggi alla fine di ogni percorso… con il numero di perdite più basso possibile!
Rilasciato lo scorso anno su PC, Death Squared è finalmente arrivato su Android ed i risultati sono più che soddisfacenti, sia a livello di gameplay che di comandi. Simile per certi aspetti al ben più celebre Portal, anche in questo titolo il giocatore vede il proprio destino legato a quello di un secondo personaggio, uno dei due teneri robot mascherati buffamente con maschere di cani, gatti, personaggi legati alla cultura pop.
Death Squared: o collabori, o muori

Non troverete percorsi lineari e strade che vi portano comodamente alla meta, ma invece puzzle e rompicapi apparentemente impossibili da risolvere se non attraverso una solida sincronia tra l’utente e il secondo giocatore: bisognerà attuare un’accurata strategia per disattivare i campi di forza, superare le barriere laser e procedere da una piattaforma volante all’altra. Nonostante il prezzo, leggermente alto, in compagnia di un amico saprete a cosa giocare questa primavera. 

 


Vi potrebbe interessare anche:

  • Nano Golf: 70 percorsi di golf in pixel art governati da una fisica che non trova davvero riscontri nella realtà. C’è bisogno di aggiungere altro per convincervi a scaricarlo?

News

#9 – The Room: Old Sins

Tutti conoscono la serie di giochi rompicapo The Room, realizzata dalla software house Fireproof Games e ormai divenuta una tappa fissa per tutti gli appassionati di giochi puzzle per Android. Lo schema è il seguente: una serie di combinazioni, giochi di abilità e meccanismi, posizionati all’interno delle numerose stanze di un grande maniero, che l’utente deve risolvere in sequenza per trovare tutti gli indizi che gli permetteranno di uscire e scoprire il segreto alla base del titolo.

 

The Room: Old Sins non sfugge a questa semplificazione, ma sicuramente sfugge agli utenti Android che dovranno aspettare sino al 19 aprile prima di poter metterci mani e neuroni sopra. Il gioco, da settimane già presente su iOS, deve il suo ritardo proprio alla grande varietà di versioni del sistema operativo e degli smartphone in circolazione, in virtù (o a causa) dei quali gli sviluppatori hanno ritenuto fosse più opportuno dedicare loro più tempo alle sessioni di testing per garantire la massima compatibilità possibile.

Hai paura che un malware possa entrare nel tuo smartphone? Scopri QUI tutti i modi per difenderti!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime puntate di #GiovediGames nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//