Telegram 4.6 diventa più sicuro e continua la sua trasformazione in un social network

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Telegram 4.6 è arrivato negli store, e chi si aspettava una rivoluzione rimarrà deluso: il nuovo aggiornamento infatti – nel momento in cui scriviamo – non è stato nemmeno menzionato nel blog dell’app all’interno di un post a descrizione delle nuove funzionalità introdotte, nonostante sia comunque stato già caricato su Google Play.

Ma non lasciatevi trarre in inganno: se è vero che le features introdotte non lasciano particolare spazio alla discorsività, osservando più attentamente si potranno notare piccole ma importanti implementazioni per la trasformazione di Telegram in un social network istituzionalizzato, e dunque alla pari delle sue alternative più diffuse.

Siete pronti per scoprire cosa ha introdotto Telegram 4.6?

Instagram, widget e tanta sicurezza in Telegram 4.6

Il nuovo aggiornamento di Telegram, giunto alla versione stabile 4.6, è forse quello che in tutto il 2017 passerà più in sordina per la mancanza di effetti pirotecnici che ne accompagnino la release, ma costituisce un anello fondamentale del suo percorso di istituzionalizzazione che è bene non sottovalutare.

La prima novità non riguarda Telegram in sè, ma Instagram e Twitter – il tutto naturalmente a vantaggio degli utenti presenti su tutte e tre le piattaforme: i post contenenti più immagini condivisi all’interno di chat private o pubbliche verranno visualizzati come album fotografici, eliminando la necessità di accedere al social network di riferimento. Tale implementazione rientra nella strategia di Telegram di mantenimento e contenimento della user base all’interno della propria struttura – una tattica già sperimentata con successo da Zuckerberg su Facebook e all’interno delle sue altre creature.

Per trovare le altre novità dobbiamo invece scorrere sino alle Impostazioni relative al download dei file multimediali (“Impostazioni” > “Dati e archivio“): grazie all’introduzione di opzioni più granulari, ora è possibile decidere quali contenuti scaricare automaticamente, e sotto quale rete. Foto, messaggi vocali, video e persino i videomessaggi (qualcuno se li ricorda?): basterà tappare su ciascuna delle voci per accedere ad una nuova schermata di settaggio dalla quale limitare il download sulla base del recipiente (chat private, canali, gruppi…), della dimensione (sino a 1,5GB) o della rete (WiFi, roaming o rete cellulare).

Ma l’innovazione più interessante l’avrete già notata da voi, una volta giunti a questo paragrafo: l’introduzione dei widget HTML dei post Telegram di canali pubblici e gruppi e supergruppi (sempre pubblici). Si tratta di un passaggio fondamentale, come più volte ricordato nelle righe precedenti, per l’istituzionalizzazione di Telegram quale social media non solo per realtà amatoriali ma anche per attori istituzionali; nonostante l’implementazione del widget sia comunque molto più macchinosa rispetto a piattaforme come Twitter o Facebook (occorre accedere alla pagina web di riferimento del post, dopodiché cliccare sulla voce “Embed” e da lì copiare il codice HTML), viene colmato un handicap non indifferente.

A concludere la lista delle implementazioni c’è il pieno supporto a MTProto 2.0, la nuova versione del protocollo di sicurezza di Telegram con l’arrivo della crittografia SHA-256 bit, decisamente più performante e sicura rispetto alla tecnologia SHA-1 precedentemente impiegata – e il supporto agli album nelle chat segrete, introdotti con Telegram 4.5.

Di certo Telegram 4.6 non sarà l’ultimo update del 2017, e siamo sicuri che prima della fine dell’anno l’azienda rilascerà nuovi, importanti aggiornamenti – voi cosa vorreste trovare sotto l’albero di Telegram? Fatecelo sapere nei commenti!

Scopri QUI come impostare una risposta automatica su Telegram per chiunque ti contatti negli orari sbagliati!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//