WhatsApp Web vs Telegram Desktop: features, aggiornamenti e chiamate VoIP

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Due anni dopo dal primo rilascio di WhatsApp Web – e più di quattro dalla presentazione di Telegram Desktop al pubblico – è probabilmente giunto il momento di una resa dei conti: il confronto WhatsApp Web vs Telegram Desktop non è semplicemente un esercizio di stile per fomentare discussioni tra le contrapposte fasce d’utenza, ma il più diretto ed efficace modo di evidenziare l’impegno profuso da parte dei rispettivi team di lavoro.

Sia WhatsApp Web che Telegram Desktop vengono evidenziati dalle società proprietarie come i principali portali d’accesso alle chat su dispositivi desktop: la disparità del confronto è già evidente sin da questa introduzione, ma avremo modo di tornare a parlarne nelle conclusioni di questo Versus.

Siete pronti per scoprire il vincitore tra WhatsApp Web vs Telegram Desktop?

Premessa

La differenza che divide due piattaforme di messaggistica quali Telegram e WhatsApp si riscontra già nella scelta del portale da regalare ai propri utenti, una decisione che rispecchia prima un’etica aziendale che particolari valori tecnici.

Il nostro client web è semplicemente un’estensione del vostro telefono: il browser riflette le conversazioni e i messaggi del telefono — questo significa che tutti i messaggi risiedono ancora sul telefono.

Blog di WhatsApp

WhatsApp, lanciando la propria versione Web, ha deciso di fornire all’utenza “un’estensione della propria app mobile”, più che un programma indipendente dall’applicazione – e questo influirà sul giudizio finale. Al contrario, Telegram ha preferito sviluppare un programma desktop più completo, ma con delle limitazioni di cui dovremo tenere conto.

Naturalmente entrambe le app di chat dispongono di corrispettivi client anche su PC (WhatsApp Desktop) e web (Telegram Web), ma si trattano generalmente di ricopertinati, edizioni secondarie poco aggiornate e/o scarsamente interessanti – oltre a non essere considerati la principale via d’accesso alle conversazioni dagli stessi team di sviluppo. Per tale motivo abbiamo preferito concentrare il confronto sul sistema WhatsApp Web vs Telegram Desktop.

Accessibilità – WhatsApp Web vs Telegram Desktop

La principale caratteristica di un programma per la gestione delle chat dev’essere l’accessibilità: è impensabile che il client desktop di un’app di chat istantanea impieghi più di qualche minuto per la configurazione ed il lancio delle conversazioni.

Su WhatsApp Web la connessione al portale avviene in pochi secondi: l’utente non deve fare altro che accedere al sito web.whatsapp.com tramite il browser del proprio PC dove gli verrà mostrato un codice QR; da qui dovrà recuperare lo smartphone e scansionare il codice attraverso lo scanner presente nella sezione “WhatsApp Web”, una volta tappato sull’icona posta nell’angolo a destra della porzione superiore dello schermo – e WhatsApp Web si avvierà immediatamente.

WhatsApp Web vs Telegram Desktop 2
La principale schermata d’accesso di Telegram Desktop

Su Telegram Desktop, il processo è leggermente più complicato: bisognerà infatti accedere al sito ufficiale di Telegram e da qui alla sezione “Apps”, dove sono visualizzati tutti i client ufficiali della piattaforma. Da qui, sotto “Desktop Apps”, si potrà selezionare la versione da scaricare in base al SO in uso.

Una volta completata l’installazione e lanciato il programma, questi richiederà l’inserimento del proprio numero di cellulare perchè il sistema possa inviare al profilo mobile – se presente – un codice da inserire, tramite la chat ufficiale del sistema.

Quanto sono dunque accessibili WhatsApp Web e Telegram Desktop? Per quanto riguarda il primo portale, va considerato che WhatsApp Web – data la sua natura duale di piattaforma d’accesso a WhatsApp e “specchio” dell’app su smartphone – dipende sia dai sistemi operativi mobili, che dai browser desktop. Sul sito ufficiale di WhatsApp viene riportato che WhatsApp Web è compatibile con i seguenti SO mobili:

  • Android
  • iPhone 8.1+
  • Windows Phone 8.0 e 8.1
  • Nokia S60 e Nokia S40 EVO
  • BlackBerry e BlackBerry 10

che, stando alle statistiche, rappresentano circa il 99% degli smartphone in circolazione, mentre su PC è utilizzabile sui seguenti browser:

  • Chrome
  • Safari
  • Opera
  • Microsoft Edge
  • Firefox

che, sempre secondo le statistiche di mercato, costituiscono l’84,13% dei PC. Vi è dunque una discrepanza significativa tra gli smartphone supportati ed i browser compatibili, motivata dalla decisione di non includere Internet Explorer.

Al contrario, Telegram Desktop è disponibile per il 96,4% dei PC in circolazione, dato che Telegram dispone di versioni sia per Linux, che per Mac, MacOS e Windows.

La vittoria, tuttavia, ci sentiamo di assegnarla a WhatsApp Web: sia per via della maggiore rapidità d’accesso al portale, sia per la disponibilità quasi diffusa – non è necessario installare un client, che normalmente non è concesso da postazioni pubbliche come gli Internet Point. Le ultime sessioni vengono inoltre visualizzate direttamente nella schermata “WhatsApp Web” dell’app, mentre su Telegram occorre accedere a “Impostazioni” > “Privacy e Sicurezza” > “Sessioni”.

Vincitore: WhatsApp Web

Funzionalità – WhatsApp Web vs Telegram Desktop

Le funzionalità a disposizione di un portale sono il discriminante principale che spinge un utente a valutare positivamente o negativamente la qualità offerta dal servizio.

WhatsApp Web, sfortunatamente, viene penalizzata dalla sua natura “parassitaria” dell’applicazione principale: non soltanto si tratta di uno specchio di WhatsApp, ma il vetro stesso è distorto, deformante per via dell’assenza di alcune feature fondamentali e altre funzionalità aggiuntive, così come di alcuni piccoli particolari.

WhatsApp Web vs Telegram Desktop 3
Che fine hanno fatto gli Stati di WhatsApp su WhatsApp Web?

Non solo dunque su WhatsApp Web sono assenti sia telefonate VoIP sia gli Stati di WhatsApp, due funzionalità su cui WhatsApp stessa ha puntato molto della propria campagna pubblicitaria e promozionale, ma alcune funzioni basilari sembrano essere stranamente assenti.

Non è possibile accedere alle impostazioni della chat o relative alla privacy o la sicurezza dell’account, non è previsto l’invio di messaggi broadcast, non è nemmeno presente un contatore della lunghezza dei messaggi vocali – lasciandoci semplicemente intuire la durata specifica di un file audio. Abbiamo però apprezzato la barra di ricerca per le emoji.

Su Telegram Desktop invece le funzionalità del programma rispecchiano quelle presenti nell’app, e ne costituisce a sua volta uno specchio, questa volta fedele all’immagine originale. Le chiamate VoIP, i canali, le tastiere inline, i temi: tutte funzionalità che sono sbarcate nella versione per smartphone e che hanno trovato poi accesso anche su PC. Da qualche tempo Telegram Desktop dispone anche di un’opzione per l’attivazione della Modalità Notte, non presente nell’app ufficiale.

Ne consegue da queste considerazioni che Telegram Desktop sia il vincitore di quest’ambito di valutazione: il programma d’accesso dell’app russa è decisamente più completo del proprio corrispettivo americano; naturalmente anch’esso possiede delle mancanze – non è possibile per esempio registrare videomessaggi da Telegram Desktop – ma certamente non nell’ordine di grandezza di WhatsApp Web.

Vincitore: Telegram Desktop

Aggiornamenti – WhatsApp Web vs Telegram Desktop

Quale utente desidererebbe utilizzare una piattaforma il cui sviluppo è stato abbandonato o accantonato? Chi ben segue i changelog rilasciati da WhatsApp e Telegram sarà a conoscenza dello stato quasi farraginoso dello sviluppo dell’app di chat di Mark Zuckerberg, e data la natura di WhatsApp Web non ci sorprende quasi di trovarvi riflesso questo ritardo negli aggiornamenti.

A due anni dal lancio delle chiamate ed a sei mesi dall’introduzione delle videochiamate, nessuna di queste feature ha ancora trovato ospitalità su WhatsApp Web, e lo stesso è possibile dire degli Stati di WhatsApp. Gli stessi strumenti di photoediting, una delle poche feature che WhatsApp possa dire che Telegram le abbia imitato, non sono mai comparsi sulla piattaforma online – attualmente, pare che l’unica ad aver conseguito un simile risultato sia stata la già citata barra di ricerca delle emoji.

WhatsApp Web vs Telegram Desktop 4
Telegram Desktop ha introdotto i temi prima della versione per smartphone

Telegram Desktop invece segue di qualche mese le introduzioni dell’applicazione: le chiamate VoIP, apparse su Telegram 3.18, sono arrivate su PC il maggio successivo, mentre aggiornamenti minori – come Telesco.pe – hanno impiegato circa un mese di sviluppo. In alcuni casi è stata l’app per smartphone a seguire la versione per desktopè il caso dei temi, che sono giunti nel gennaio 2017 su Telegram Desktop e solo il mese dopo su Android.

Vincitore: Telegram Desktop

Rapporto Smartphone/PC – WhatsApp Web vs Telegram Desktop

Quest’ultima categoria ci permette di evidenziare al meglio l’effetto che le differenti filosofie aziendali hanno sui prodotti delle rispettive compagnie, Telegram Desktop e WhatsApp Web.

WhatsApp ha infatti realizzato WhatsApp Web come un’estensione dello smartphone, condividendone pregi e difetti: qualora il device non sia connesso ad Internet non sarà possibile collegarsi al portale, ed anche i più piccoli cali di connessione possono causare un’interruzione del servizio. Ad ogni pulizia di cache e cookies del browser sarà inoltre necessario eseguire nuovamente la procedura di login.

Al contrario, Telegram Desktop è stato ideato come un’entità separata ed indipendente dall’applicazione, ma grazie alla struttura cloud del servizio tutti i messaggi sono costantemente sincronizzati; non è necessario disporre dello smartphone se non al primo accesso, o naturalmente in seguito a logout.

Vincitore: Telegram Desktop

Conclusione – Vincitore: Telegram Desktop

Il risultato del confronto WhatsApp Web vs Telegram Desktop era già prevedibile per chiunque si serva di entrambe le piattaforme: WhatsApp Web è terribilmente arretrato in termini di funzionalità, servizi, aggiornamenti, limitandosi a svolgere le mansioni di base – la messaggistica, appunto.

WhatsApp Web vs Telegram Desktop
WhatsApp Web vs Telegram Desktop ha un vincitore

Telegram Desktop si qualifica invece come una struttura solida tanto da superare alle volte la stessa app originale. Le situazioni possono infatti invertirsi rapidamente, ma saremmo decisamente più felici se WhatsApp coprisse la distanza che la separa da Telegram introducendo nuovamente un aspetto di competitività che, da quando Snapchat è divenuta la principale avversaria dell’universo che ruota attorno a Menlo Park, è venuta a mancare.

Scopri invece QUI come controllare lo smartphone direttamente da Telegram Desktop!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime serie di Versus nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//