#Applefun: I 5 più strani brevetti Apple, dal salvagente per iPhone al papiro digitale

Tra fantasia e realtà, i più strani progetti Apple di sempre

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Genio o… sregolatezza? Una domanda che gli agenti governativi impiegati presso l’United States Patent and Trademark Office si saranno posti spesso: annualmente sono infatti costretti a prendere visione di centinaia di bizzarri modelli, grafici e concept relativi a smartphone, tastiere, smart gadgets e tanti altri progetti che, appunto, non usciranno mai dal proprio precario stato di realtà in fase di sviluppo.

E proprio seguendo la matassa che l’Arianna dei brevetti ha lasciato lungo i corridoi dell’USPTO, non è stato difficile trovare questi curiosi brevetti Apple che molti faticherebbero ad attribuire alla società di Cupertino, nota più per gli iPhone che, per esempio, i vasi da giardino.

Eppure Apple ne ha brevettato un modello: siete pronti per scoprire i più strani brevetti Apple di sempre?

NOTA BENE: potete selezionare le slide cliccando sui cursori colorati qui sotto.

#1 – L’airbag per iPhone

Uno dei principali problemi degli iPhone è notoriamente riconducibile all’estrema delicatezza dei materiali con i quali gli smartphone della casa di Cupertino vengono realizzati: spesso basta una caduta, da qualsiasi altezza ed a qualsiasi velocità, per causare l’immediata rottura dello schermo. A quanto pare, gli ingegneri della società si sono impegnati per realizzare uno dei più strani brevetti Apple di sempre: un… salvagente per smartphone.

L’iPhone che non temeva l’acqua!

Lungi dal proteggere il device da cadute accidentali, i quattro sensori posti agli angoli del prodotto sarebbero funzionali per tracciare la propria velocità di movimento, così da estrarre automaticamente gli angoli (presumibilmente in gomma) del case esterno nel caso in cui rilevino brusche accelerazioni assimilabili ad una caduta. Così facendo, il “salvagentepermetterà allo smartphone di galleggiare dolcemente sulle placide acque di un fiume, del mare o anche della propria vasca da bagno, consentendo un rapido recupero dell’iPhone.

#2 – Un vaso

È proprio un vaso!

C’è veramente poco da dire a riguardo: il brevetto individuato da The Next Web e registrato intorno al dicembre 2016 non sarebbe altro che un vaso da giardino. Niente sensori, niente termostati che possano registrare la temperatura del terreno ed indicare lo stato di salute della pianta: a ben guardare, sembrerebbe che il vaso indicato da questo bizzarro brevetto Apple sia proprio lo stesso rintracciabile all’esterno di molti Apple Store. Ma, fatto ancor più curioso, sarebbe praticamente una riproduzione del Mac X Pro – suggerendo indirettamente un uso alternativo di uno dei peggiori prodotti Apple di sempre.

#3 – Il lettore di Mini-Disc

I Mini-Disc compatibili avrebbero avuto una circonferenza di 8 cm

Era il 2006 e, nonostante la popolarità dei Mini-Disc non fosse stata ancora del tutto abbattuta dal nuovo standard degli MP3, il mercato cominciava a risentire della concorrenza del formato digitale – tanto che Sony produsse solamente l’anno successivo solo il lettore Hi-MD MZ2000, che possedeva anche un supporto (limitato) per il Macintosh. Ciononostante, venne brevettato proprio allora da Apple un lettore di Mini-Disc, presumibilmente da integrare proprio nei prodotti che avrebbero visto la luce l’anno successivo – fortunatamente, un’idea che non ebbe seguito.

#4 – Tecnologia per evitare di filmare concerti

No filmation without authorization!

La scure del copyright raggiunge anche la tecnologia interna agli iPhone, tanto da impedire agli utenti iOS di utilizzare il proprio smartphone per filmare i concerti di grandi e piccoli cantautori. Il più assurdo e malevolo tra i brevetti Apple qui raccolti riguarda infatti la possibilità che la fotocamera dell’iPhone, individuando ed interpretando raggi infrarossi e segnali invisibili all’occhio umano, interrompa la registrazione dell’evento. Naturalmente questo brevetto può essere applicato anche in numerosi altri contesti, impedendo potenzialmente all’utente iOS di registrare qualsiasi avvenimento non autorizzato.

#5 – Il rotolo di papiro

Un’ottima idea, per leggere le ultime novità da Cartagine!

La palma per il più strano dei brevetti Apple va certamente assegnata al curioso “rotolo di papiro digitalerintracciato nel 2015 dal sito Apple Insider, e da allora rimasto uno dei tanti progetti che riguardavano appunto la realizzazione di device dotati di schermi retrattili, avvolgibili, spiegazzabili. Il prodotto brevettato da Apple aveva per l’appunto la forma di un rotolo di pergamena romano: ai lati, in qualità di manici ed al contempo di speaker esterni, due estremità in alluminio mentre al centro della struttura vi sarebbe dovuto essere uno schermo pieghevole, da arrotolare all’interno dei manici. Ave a te, Apple!

Non perderti QUI invece la classifica dei peggiori prodotti Apple: quelli che, purtroppo, hanno raggiunto lo stato di produzione finale!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime puntate di #Applefun nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//