Con MemeBroker comprate e vendete meme come azioni in borsa

Niente Bitcoin o valute regionali: la moneta del futuro sono i meme

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

I meme sono la valuta del futuro? Probabilmente no, ma se semplici immagini realizzate con i più poveri strumenti grafici a disposizione hanno saputo attirare l’attenzione della stampa e dei media – sino ad essere accusati di aver influenzato l’esito delle elezioni presidenziali americane, allora è chiaro che non si può più ritenere questa forma di svago come un semplice passatempo. Per tale motivo è nata MemeBroker, l’app che consente di giocare in borsa i meme come se fossero azioni: vendere, comprare!

Siete pronti per scoprire come e perchè sia nata quest’applicazione, e soprattutto come funziona?

MemeEconomy, quando le immagini diventano valuta

NASDANQ, MemeEconomy, MemeBroker: questi nomi diranno ben poco a coloro che non frequentano tanto assiduamente l’Internet da non venire contagiati dalla passione, incontenibile ed irrefrenabile a quanto sembra, di meme: queste immagini satiriche o spesso limitatamente divertenti, nate all’interno dei più oscuri meandri della Rete e dei forum online, hanno progressivamente guadagnato spazio ed attenzione sino ad assumere le connotazioni di una forma d’arte popolare.

I social network e le chat sono popolate di fotografie di gatti, ricci, soldati della II Guerra Mondiale e molto altro ancora, tanto che nel 2016 il popolare Pepe the Frog (una rana antropomorfa) venne accusata di essere diventato il veicolo di sentimenti antisemitici e razzisti dopo che uno dei collaboratori più stretti di Donald Trump ne aveva fatto il portabandiera della campagna elettorale del candidato repubblicano. All’interno del social network Reddit – molto famoso ed usato negli USA – il thread /the_Donald, dedicato appunto al nuovo presidente in carica, non mancano immagini di Pepe ammiccanti, arrabbiati o decisi, tanto che la stampa internazionale dedicò numerosi articoli a riguardo.

Vendi, compra, specula

Dopo essersi dunque ritagliati uno spazio mediatico non di poco conto, alcuni utenti hanno deciso di lanciare un sistema borsistico che permetta di valutare il prezzo di un meme, proprio come se si trattassero di azioni e non di banali immagini. Sotto l’ombrello di NASDANQ – parodia di NASDAQ e dank, termine assegnato ad un meme talmente vecchio da essere diventato un clichè – gli utenti potranno vendere e comprare i meme più in voga, il tutto naturalmente usando una valuta virtuale il cui valore è basato appunto su Pepe the Frog, considerato il meme più stabile di Reddit.

Ed è in questo sistema complicato che si inserisce MemeBroker: quest’applicazione, semplice ma fondamentale per partecipare a questo complicato gioco di meme, vi permetterà di vendere e comprare stock di meme sfruttando il sistema di gestione dell’interfaccia tipico delle app di dating. Swipe a destra, comprate; swipe a sinistra, ignorate il meme. Per vendere i vostri stock vi basterà scorrere il menu e tappare sulla voce “Update“: comparirà una schermata che vi mostrerà le fluttuazioni e che vi saprà informare del guadagno – o delle perdite – accumulato: a questo punto vi toccherà decidere se vendere o attendere che il valore cresca, e dunque speculare per guadagnare molti più pepes.

Ma come si quantifica il valore di un meme? Con MemeBroker, il valore è garantito dalla quantità di upvotes (ossia di voti positivi) ricevuti dall’immagine all’interno del thread in cui si trova: se questi saranno costanti nel corso del tempo, il valore del meme crescerà; se invece sarà ignorato, si deteriorerà e avrete perduto. Il costo di ciascun meme è dato dal valore riportato nella barra inferiore della schermata: attenzione, potreste trovarvi senza pepes in un batter d’occhio. Per saperne di più, vi basterà tappare sull’icona informativa posta nell’angolo in alto a destra della schermata.

Vuoi guadagnare soldi veri? Scopri QUI le migliori app per guadagnare veramente!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime news nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//