Ooniprobe, l’app che misura la potenza della connessione e il livello di censura

Quanti siti oscura il vostro governo? Ve lo spiega Ooniprobe

AndroidPIT

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

La Rete è il nuovo terreno di conquista dei governi che, dopo essersi per secoli sottratti terre e porzioni geografiche, hanno deciso di spostare lo scontro sul piano informatico. Ed ecco dunque che bot, crawler, spider e altri programmi automatici che scansionano la rete non risultano più affidabili o disponibili, e magari nemmeno adatti, alla ricerca delle prove della censura che gli Stati esercitano per le più disparate ragioni: per questo The Onion Project ha rilasciato l’app di Ooniprobe.

Un tool in precedenza disponibile unicamente online, Ooniprobe permette di scansionare un vasto range di siti per scoprire il livello di censura del proprio Paese effettuando test periodici: siete pronti per scoprire come funziona?

Ooniprobe, l’app che misura il livello di censura

Non tutti i Paesi applicano lo stesso livello di censura: alcuni Stati medio-orientali controllano applicazioni per la comunicazione libera ed istituzioni nemiche della propria visione politica o religiosa, mentre nell’Occidente si presta particolare attenzione ai siti di file sharing pirata o le piattaforme di compravendita online illegale, spesso depositi di profili e credenziali trafugate sul web.

Ooniprobe, l’app per scansionare la libertà del web

Da oggi gli utenti Android potranno diventare sentinelle informatiche della libera navigazione online scaricando l’app Ooniprobe: sviluppata dal Tor Project e facente parte del Open Observatory of Network Interference (OONI)l’app si propone di monitorare e controllare il libero accesso a siti e portali web di qualsiasi natura attraverso test periodici in molteplici Paesi. Stando all’associazione stessa, attiva dal 2012, migliaia di analisi condotte in oltre 90 Paesi hanno permesso di elaborare una mappa del livello di censura della Rete nel mondo che sfortunatamente però risulta in parte incompleta, in quanto solamente i principali Stati americani ed Europei – oltre alla sempreverde Australia – possiedono un sufficiente range di elaborazioni.

Per tal motivo è stata pubblicata l’app Ooniprobe: una volta installata, vi verrà spiegato il suo funzionamento – con tanto di quiz finale per verificare che abbiate veramente letto e compreso quanto le schermate di tutorial e disclaimer riportano – e chiesto di settare l’accessibilità dei risultati dei test, che verranno condivisi sul sito di OONI. L’uso di Ooniprobe è semplice: all’interno della sezione “Run Tests” gli utenti consentiranno all’app di esplorare automaticamente una porzione delle migliaia di siti e portali contenuti all’interno di un elenco realizzato dall’associazione, per verificare ed aggiornare i dati relativi al Paese di residenza. Questo potrebbe anche causarvi dei problemi poichè Ooniprobe si preoccupa di esplorare anche siti “sensibili” come siti pornografici, di scommesse o associazioni che in alcune regioni potrebbero essere illegali, nonostante venga specificato che nessun attivista sia mai stato arrestato.

Come funziona la censura online

Il colore verde indica un risultato negativo, una spia rossa invece un risultato positivo del test, con prove di censura che potrebbero però essere causate da interferenze momentanee della Rete; l’app consente anche di verificare che la propria connessione non sia sottoposta a manipolazioni – ma fate attenzione, anche una VPN come Opera Max potrebbe causare un risultato positivo – sia le sue prestazioni, come la velocità di download, upload, ping e via discorrendo.

Scopri QUI come proteggere la tua privacy online con le migliori app e trucchi del settore!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Fonte The Tor Project Blog
Via Reddit
Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//