I 7 Saggi Consigli e trucchi per uno smartphone che non si carica

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Cercare di capire perchè uno smartphone che non si carica non riesca a completare un ciclo di approvvigionamento energetico non è semplice: le spiegazioni potrebbero essere molteplici e legate a malformazioni, interferenze e problematiche di carattere hardware o software non sempre risolvibili ma che, grazie ai nostri trucchi e Saggi Consigli per risolvere i problemi di uno smartphone che non si carica, cercheremo di individuare.

Naturalmente non si trattano di rimedi che vi consentiranno di raddoppiare o triplicare la potenza della ricarica, in quanto principalmente indirizzati verso un pubblico di utenti che riscontra vistosi o evidenti problemi durante l’erogazione dell’energia e che trova che ogni ricarica duri sempre meno rispetto alla precedente; ciononostante, siamo sicuri che sapranno sortire l’effetto sperato.

Siete pronti per scoprire tutti i Saggi Consigli e trucchi per uno smartphone che non si ricarica?

#1 – Sostituite il cavo e la presa a muro

Quando si viene a contatto con uno smartphone che non si ricarica la prima intuizione porta ad identificare il problema nel caricabatterie, e non nel device: difatti è più probabile, anche se non certo, che la causa di un improvviso malfunzionamento sia un guasto all’interno dei circuiti del cavo USB o della relativa presa a muro.

trucchi-smartphone-che-non-si-carica-8
Un cavo elegante non sempre è un cavo performante

Vi consigliamo di evitare soluzioni di terze parti che potrebbero risultare altrettanto scadenti oltre che dannose per la salute del device, ma anzi di utilizzare caricabatterie originali del medesimo produttore o di altre marche per assicurarsi della buona fattura del prodotto – capiamo che potrebbe trattarsi di un problema qualora il cavo in questione utilizzasse una porta USB Type-C.

#2 – Pulite l’entrata MicroUSB / USB Type-C

Se il vostro smartphone è privo di una cover e siete sempre soliti riporlo all’interno delle tasche dei pantaloni, nello zaino o nella borsa senza alcuna protezione tra la porta microUSB (o quella USB Type-C) e la lanuggine, lo sporco e la polvere, allora potrebbe darsi che il problema risieda proprio nell’accumulazione di materiali estranei, il che potrebbe spiegare i malfunzionamenti di uno smartphone che non si carica.

trucchi-smartphone-che-non-si-carica-2
Pulire anche il cavo USB potrebbe non essere una cattiva idea

Utilizzando uno stuzzicadenti dunque pulite gentilmente le pareti della porta microUSB (o, appunto, USB Type-C) – potete anche utilizzare un cotton bud, facendo attenzione a non lasciare residui all’interno della porta – o utilizzate un soffio ad aria compressa per essere certi di aver rimosso tutte le particelle più radicate.

#3 – Riavviate lo smartphone (ed eliminate qualsiasi connessione)

La soluzione universale per uno smartphone che non si carica e che generalmente dimostra di possedere un malessere di qualche genere è naturalmente il riavvio: riavviando il device dovreste eliminare un problema temporaneo che impedisce al device di ricevere energia e tramutarla in ricarica.

trucchi-smartphone-che-non-si-carica-7
Posizionate in Modalità Aeroplano qualora troviate uno smartphone che non si carica

Ma alle volte la causa potrebbe risiedere nella connessione alla Rete: durante ogni fase di ricarica spegnete sia il traffico dati che la connessione alla rete Wi-Fi più vicina dopodichè, qualora la fase di ricarica dovesse comunque risultare lenta o meno performante, attivate la Modalità Aereo – lo smartphone potrebbe infatti avere difficoltà a connettersi alla Rete a causa di un calo temporaneo della stessa o per via della presenza di palazzi, strutture e materiali che ne interferiscono la connessione.

#4 – Sostituite la batteria

Ancora una volta, il problema potrebbe risiedere all’interno di una delle componenti hardware del device: se dunque dopo la sostituzione del cavo e della presa a muro i rallentamenti in fase di ricarica persistono, la soluzione conseguente non può che essere il ricambio della batteria.

trucchi-smartphone-che-non-si-carica-4
Non lesinate: una batteria originale è sempre meglio

Non siate economi: una batteria originale può costare anche più di un sostituto di terze parti, ma consente di ottenere prestazioni maggiori per un periodo di tempo prolungato; qualora invece non sia possibile accedere al vano batteria poichè inamovibile, vi suggeriamo di contattare l’assistenza e prendere in considerazione di inviare lo smartphone ad un laboratorio per provvederne alla sostituzione se ancora in garanzia – in ogni caso, vi suggeriamo di verificare lo stato effettivo della batteria tramite l’app CPU-Z, prima di compiere qualsiasi manovra.

#5 – Accertatevi che l’erogazione sia sufficiente

Nonostante le ultime evoluzioni delle porte USB di computer e laptop permettano di raggiungere standard più elevati rispetto al passato, è comunque consigliabile evitare di utilizzare una fonte differente da una batteria esterna o una presa a muro come punto di erogazione dell’energia, per una serie di motivi.

trucchi-smartphone-che-non-si-carica-5
Ampere è la soluzione per uno smartphone che non si carica!

Principalmente, la quantità di energia: che sia troppo poca o semplicemente eccedente, si possono verificare spiacevoli conseguenze come uno smartphone che non si ricarica o surriscaldamenti che possono persino portare all’esplosione o fusione del vano batteria. Con l’app Ampere è inoltre possibile misurare il carico di energia ricevuta dallo smartphone e verificarne la stabilità.

#6 – Non esasperate la batteria durante la ricarica

Se dunque fonte insufficiente può strozzare l’erogazione di energia e rallentare la fase di ricarica, allo stesso tempo anche l’utilizzo in multitasking di applicazioni e social network – app che dunque richiedono la connessione alla Rete e che effettuano frequenti sincronizzazioni – oltre che di giochi in grafica 3D ed impegnativi in termini di risorse possono suscitare lo stesso effetto.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Sì, giocare a Real Racing durante la fase di ricarica potrebbe non essere la soluzione migliore…

Se possedete dunque uno smartphone che non si ricarica, utilizzare il device durante la fase stessa di ricarica non è particolarmente consigliato, specialmente se l’uso pone sotto stress il software interno.

#7 – Aggiornate il device

Aggiornare lo smartphone è la soluzione estrema e non sempre percorribile, ma che può svolgere la funzione di deus ex machina per uno smartphone che non si ricarica.

trucchi-smartphone-che-non-si-carica-1
Parola d’ordine: aggiornare!

Spesso infatti un aggiornamento non si limita ad introdurre nuove funzionalità, ma anche risoluzioni di bug interni e relativi al sistema operativo stesso ed alla Custom ROM precaricata dal produttore, se presente. Qualora non sia possibile aggiornare l’SO, vi consigliamo di prendere in considerazione il root e certe applicazioni che potrebbero aumentare la durabilità della batteria.

Il problema non è lo smartphone che non si ricarica, ma la batteria che dura poco? Scopri QUI i nostri Saggi Consigli per aumentare al durata di una carica!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime serie di Saggi Consigli nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//