Top5 client Telegram per Android – R&R

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Telegram è un’app di messaggistica open-source e, come tale, mette il proprio codice a disposizione di programmatori volenterosi che vogliano mettere alla prova le proprie capacità sviluppando client Telegram, capaci di fornire un’esperieza utente aderente all’originale ed anzi spesso dotati di funzionalità aggiuntive.

All’interno di questa classifica abbiamo dunque raccolto i migliori client Telegram per Android; la maggior parte dei fork qui presentati sono disponibili al download presso il bot Telegram @AppsTelegramBot – una repository di client alternativi per Windows, Mac ed Android – mentre la prima posizione della graduatoria è disponibile unicamente nel bot @bacheca, per ragioni che potrete conoscere leggendo a fondo la recensione.

Siete pronti per aumentare la vostra esperienza utente con i migliori client Telegram per Android?

05 – ZapZap

Solitamente tendiamo ad inserire nelle nostre classifiche unicamente applicazioni che consideriamo all’altezza delle esigenze dell’utenza o, perlomeno, di una parte di essa, lasciando da parte app e contenuti di scarsa qualità. Questa volta però compiamo un’eccezione presentandovi probabilmente il peggior client Telegram per Android: ZapZap.

migliori-client-telegram-android-3

Nato come client Telegram brasiliano – Stato in cui l’app di chat di Durov ha subito un’impennata d’utenza dopo il ban subito da WhatsApp l’anno scorso – introduce una schermata suddivisa per schede (GruppiSupergruppiCanaliBotChat preferite), chiamate vocali attraverso un server distinto rispetto a quelli ufficiali Telegram, un servizio cloud ad archiviazione illimitata ed altre piccole amenità. Purtroppo nulla di tutto ciò sembra funzionare, e non è la sola nota stonata.

Non soltanto infatti la schermata di caricamento delle chiamate si perde in un loop infinito (così come l’impostazione dello “Stato del profilo” all’interno della voce “Edit info” delle Impostazioni, una feature che Telegram ha già bandito e bloccato molto tempo fa), il “servizio cloud” si dimostra essere solamente un bot malfunzionante e la barra di navigazione inferiore è poco più che inutile (a meno che non abbiate una passione nascosta per i gruppi pubblici brasiliani), ma la schermata di chat è percorsa da banner pubblicitari delle dimensioni di una conversazione, che spesso appaiono in ritardo a causa del caricamento causando avvi involontari e potenzialmente pericolosi.

migliori-client-telegram-android-8

Ciò che poi ci ha lasciato più perplessi è il tentativo di ZapZap, subdolo o palese che sia, di sostituirsi a Telegram, quasi per rubarne la paternità dell’applicazione. I riferimenti a Telegram sono ovunque rimossi (il collegamento alle FAQ, invece che puntare al sito ufficiale, redirige al bot “ZapQuestion“), l’username (se assente) viene modificato in un numero di serie associato a ZapZap e l’unica associazione a Telegram rimasta è il collegamento all’informativa alla privacy, evidentemente non sostituibile con un bot. Senza contare che Telegram, essendo open-source, non potrebbe nè dovrebbe essere monetizzabile.

PRO: fluido

CONTRO: funzionalità aggiuntive non funzionanti, scarsa serietà degli sviluppatori

04 – Deep Telegram

Se pensate di conoscere Telegram abbastanza da potervi definire degli esperti dell’app di chat russa, allora certamente già conoscerete il Deep Telegram e la sua applicazione omonima e semi-ufficiale.

migliori-client-telegram-android-9

Deep Telegram è in realtà un’applicazione che non fornisce altra funzionalità aggiuntiva rispetto al client Telegram per Android se non il collegamento diretto al cosiddetto “Deep Telegram“, termine con il quale gli utenti italiani hanno soprannominato la “testmode” di Telegram, una serie di server ufficiali dell’app di chat inaccessibili per l’utenza media e dedicati al testing di funzionalità sperimentali da parte del team di sviluppo.

Il Deep Teleram non possiede le stesse regole dell’app di chat originale: ogni utente può creare al massimo due canali pubblici, i Supergruppi hanno un limite di 20 membri al massimo, i bot possono accedere ai gruppi tramite i link d’invito e tante altre restrizioni e funzionalità aggiuntive (i bot @vote e @like funzionano nei canali, per esempio). Naturalmente noi siamo presenti ed operativi anche nel Deep Web, sempre con il nome @appelmoladg.

PRO: esattamente identico all’app di chat originale, permette di connettersi al Deep Telegram

CONTRO: nessuno di particolare, il Deep Telegram è praticamente privo di bot

Deep Telegram su Google Play

03 – PWRTelegram

PWRTelegram, il cui nome non è certamente tra i più semplici da ricordare, è un client Telegram sviluppato dal developer Daniil Gentili, già autore di Deep Telegram e conosciuto principalmente per essere l’ideatore delle PWRTelegram API, le quali permettono ai bot sviluppati attraverso tale tecnologia di eseguire l’upload di file sino a 1,5GB e superiori ai 5MB in modalità inline (non solo, nonostante si trattino della feature più celebri).

migliori-client-telegram-android-5

PWRTelegram non è un client Telegram qualunque in quanto consente di accedere a Telegram nei panni di un bot, anzichè attraverso il proprio profilo: sarà sufficiente inserire al primo accesso il token del proprio bot o di un bot creato sul momento attraverso @BotFather per gestire le conversazioni con tutti gli utenti che prenderanno contatto con il bot stesso. Per le limitazioni di Telegram non sarà possibile creare canali o accedere a gruppi, ma si dimostrerà un alleato formidabile per i gestori di bot. Per saperne di più potete accedere al canale ufficiale o iscrivervi al gruppo, attraverso il quale chattare direttamente con lo sviluppatore.

02 – TurboTelegram

TurboTelegram è un client Telegram iraniano che, per molti aspetti, presenta decise somiglianze con l’applicazione in prima posizione – e non si tratta di un caso, in quanto la regione di provenienza è la medesima.

migliori-client-telegram-android-6

TurboTelegram dunque parrebbe essere un client mutuato da Mobogram, un fork di Telegram che a sua volta avrebbe ampliato le funzionalità del’applicazione originale. Alla pari di Mobogram, TurboTelegram include features come la “Ghost Mode” per la visualizzazione dei messaggi ricevuti senza che venga recapitata al mittente la conferma, la “Condivisione multipla” per l’inoltro di messaggi a chat e canali modificandone il contenuto durante l’invio, temi e font personalizzabili e chat tab suddivise per canali, bot, gruppi e via discorrendo. L’unica funzionalità originale riscontrata è la presenza di una barra fluttuante nella sezione principale per il collegamento diretto alle principali sezioni di TurboTelegram, che abbiamo apprezzato per la grafica responsive e l’effettiva utilità.

PRO: funzionalità che potenziano e amplificano l’esperienza utente originale, Turbo toolbar

CONTRO: leggeri lag durante lo scorrimento delle convesazioni

01 – OTIGram

Così come specificato in precedenza, anche OTIGram non è un client Telegram di prima mano ma bensì mutuato da Mobogram, un fork sviluppato da developer iraniani e disponibile a pagamento unicamente su Cafe Bazaar, l’app store locale.

migliori-client-telegram-android-1

Nonostante la natura open-source che lega gli sviluppatori di terze parti a Telegram imponga la gratuità dei client alternativi, gli iraniani non sembrano porsi molti problemi a riguardo; fortunatamente gli amministratori di Open Telegram Italia, un gruppo incentrato su Telegram ed attualmente punto di riferimento della community italiana dell’applicazione, hanno provveduto a tradurre completamente Mobogram creandone una versione alternativa, OTIGram appunto.

migliori-client-telegram-android-4

Nonostante la traduzione applicata raggiunga spesso i limiti della goliardia, le funzionalità straordinarie di Mobogram fanno passare in secondo piano qualsiasi licenza poetica: oltre alle features elencate per TurboTelegram troviamo infatti un sistema a cartelle per l’organizzazione di canali, gruppi e chat per aree tematiche, un gestore dei file ricevuti, una modalità di download delle chat in locale per l’archiviazione nella memoria interna allo smartphone, e poi temi, categorie e via discorrendo. Senza dubbio OTIGram è il miglior client Telegram per Android.

AGGIORNAMENTO: ci è stato segnalato che la traduzione applicata nell’ultima versione disponibile è pari a quella presente nella versione originale di Telegram

PRO: straordinarie features aggiuntive, fluidità gestionale

CONTRO: un po’ confusionario al primo impatto

Non ti bastano? Scopri QUI tutti gli altri client Telegram per Android che abbiamo già recensito!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime Recensioni nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti
//