Quanto consumano effettivamente le Google App?

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Quanto consumano nello specifico le Google App? Si tratta di una domanda bizzarra, ma solamente se osservata dalla superficie: le applicazioni ufficiali di Google giungono all’interno di una suite preinstallata in ogni smartphone Android e non è possibile prescindere dal loro funzionamento, a meno di non ottenere i permessi di root dello smartphone, falsharlo ed installare una custom ROM che non ne preveda l’uso – come CyanogenMod. Ma sarebbe possibile scoprire quanto consumano le Google App?

È quanto ha tentato di fare Jake Westall, che su XDA ha pubblicato un report in cui ha descritto la propria esperienza di quattro giorni senza le Google App, confrontandola con un identico periodo trascorso sfruttando i servizi diretti ed indiretti di Google ed eseguendo infine un confronto sul piano dei consumi.

Siete pronti dunque per scoprire quanto consumano le Google App?

C’è vita senza le Google App?

Siamo certi che Android possa esistere senza le Google App? Nonostante la maggioranza delle risposte sarebbe certamente affermativa, la domanda non è nè scontata nè banale in quanto il sistema operativo, pur non essendo nato dal genio di Mountain View, è stato disegnato dalle successive release ed edizioni per aderire e dipendere dalle app di Google come un PC dalla corrente elettrica.

quanto-consumano-le-google-app-3
Gello, il browser di CyanogenMod

Ciononostante, Jake Westall ha deciso di compiere un esperimento dai risultati alquanto interessanti: ha installato sul proprio Motorola Moto X 2014 la custom ROM CyanogenMod 13 senza Google App; trascorsi quattro giorni di testi, ha eseguito un factory reset ed ha portato sul proprio device CyanogenMod 14 con il pacchetto delle Google App, installabili separatamente.

Così come la prima settimana senza sigarette è solitamente la più dura per un fumatore incallito, così il primo periodo è stato il più sofferto per un utente che ama servirsi delle Google App all’interno di una piattaforma Google-based. Mentre Google Play è stato facilmente rimpiazzato con due store tra la moltitudine di market di app Android di terze parti ma comunque sicure (F-Droid ed XDA Labs) ed allo stesso modo Chrome è stato rimpiazzato dal browser ufficiale di CyanogenMod Gello, non altrettanto facile è stato vivere insieme ad un costante calo di funzionalità disponibili: niente Hangouts (che non dispone di un’interfaccia web), niente Snapchat (che richiede obbligatoriamente dei Google Play Services per eseguire il login), niente YouTube Red (funzionalità non ancora disponibile in Italia, ma che comprendiamo sia indispensabile dato l’abbonamento che occorre pagare per ottenerlo).

quanto-consumano-le-google-app-1
I consumi senza Google App…

I sostituti delle Google App hanno fatto più la figura dei surrogati in tempo di guerra che di alternative vere e proprie: Cortana, nonostante i grandi passi avanti, è ancora acerba rispetto a Google Now mentre altre app di messaggistica come Slack, che fanno uso del Google Cloud Messagging, non disponevano del servizio di notifica.

quanto-consumano-le-google-app
… E con le Google App.

La beffa finale è stata però raggiunta nel momento in cui Jeff ha confrontato le prestazioni dei due periodi: uno smartphone senza Google App è veloce tanto quanto un device che ne è privo, il quale deve anche sopportare grandi limitazioni. La durata della batteria sale sensibilmente se il device è privo di Google App, aumentando la carica di 30-60 minuti, anche se il consumo a schermo attivo è praticamente lo stesso.

Insomma, vivere senza Google App è possibile, ma non ne vale la pena.

A proposito di Google App, siete certi di conoscerle tutte? Scoprite QUI le 10 Google App di cui sicuramente non avete sentito parlare!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//