I 7 cambiamenti e funzionalità che Pokémon GO deve implementare per sopravvivere

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Pokémon GO sta morendo? Siamo ben lontani dal un’eventuale dipartita di uno dei giochi più celebri dell’estate, che ha basato la propria fortuna sull’utilizzo della realtà aumentata e sull’effetto-nostalgia di uno dei brand più conosciuti ed apprezzati di sempre; ciononostante Pokémon GO è ben lontano dall’essere un gioco privo di difetti o le cui sbavature vengono ampiamente nascoste dal divertimento suscitato dall’esperienza in-game. Nei fatti, ci sono almeno 7 funzionalità ed implementazioni che Pokémon GO dovrebbe introdurre per convincere i casual users, che attualmente rappresentano il motore principale della macchina della popolarità.

Siete pronti per scoprire tutte le 7 funzionalità che ci piacerebbe che Pokémon GO introducesse?

#1 – Più Pokéstop

Non sono le Palestre nè i Pokémon selvatici: i Pokéstop costituiscono la base del sistema di gioco, e la loro mancata distribuzione omogenea lungo il territorio nazionale funge da potente magnete verso Pokémon GO bot e chat di qualsiasi tipologia ed effetto.

Pokemon-Go-Pokestop-Papercraft
La distribuzione dei Pokestop è spesso in discussione

Niantic non si è particolarmente preoccupata del problema: non sappiamo con esattezza quali siano le procedure che si nascondano dietro l’implementazione di un nuovo Pokéstop e come possa tale scelta influenzare i meccanismi del gameplay, e dunque non siamo certi di poterci permettere di incolpare la casa di sviluppo di negligenza. Nonostante ciò, la celerità dimostrata nell’operazione inversa – l’eliminazione di Pokéstop e Palestre su segnalazione – ci lascia presumere che la minaccia di un’azione legale permetta di soprassedere piuttosto facilmente sugli equilibri in-game.

#2 – Battaglie PvP

Nonostante i combattimenti siano l’aspetto più interessante di un comune gioco Pokémon, con Pokémon GO è il fattore collezionistico a diventare preponderante negli interessi dei giocatori: solamente all’interno delle Palestre è possibile lottare con altri Allenatori, senza che comunque il difensore abbia la facoltà di rispondere agli attacchi.

Pokemon-Go-Battle-Images-2

Dunque non soltanto occorre introdurre un sistema di scontri PvP – eventualmente associato ad una rete di username attraverso la quale consentire agli utenti di lottare unicamente con altri giocatori registrati nella propria “Rubrica-Pokémon“, alleggerendo i server dal gravoso compito di visualizzare nella mappa di gioco tutti gli Allenatori nelle vicinanze – ma magari ripensare l’attuale meccanismo di scontro, limitato ad un semplice clicca-scorri-tappa. Senza temere di parlare sotto l’effetto di una potente droga chiamata “nostalgia“, siamo certi che Pokèmon GO ne gioverebbe se la frenesia attuale degli scontri venisse stemperata per fare spazio ad un sistema di lotta più classico ma limitato alla selezione delle mosse.

#3 – Introduzione delle MN e MT

I giocatori di Pokémon più anziani (ma anche semplicemente coloro che abbiano giocato ad un titolo per GameBoy o Nintendo DS per più di dieci minuti) sapranno bene che anche il Pokémon più debole può acquisire potenziale e valore grazie alle Macchine Tecniche ed alle Macchine Nascoste, al fine di insegnare alle proprie creature mosse che altrimenti non sarebbero in grado di apprendere.

Pokemon-go
Tradizione e innovazione!

Allo stesso modo, la possibilità di ottenere dai Pokéstop MN ed MT – ad uno spawn rate minore rispetto ad altri strumenti più comuni – permetterebbe di aumentare la longevità del titolo e di attribuire ad ogni Pokémon un potenziale superiore al semplice livello dei Punti Lotta (sappiamo bene del IV e della Stamina, ma fino a che il gioco stesso non permetterà di visualizzarne le statistiche, ufficialmente non esistono).

#4 – Scambi sì, ma con il Bluetooth

Un’altra funzionalità di Pokémon Go che gli permetterebbe di aumentare la propria longevità riguarda appunto il sistema degli scambi: promessa da Niantic ma ancora in alto mare ed in fase di implementazione, secondo i leak dovrebbe fare uso del sensore NFC per facilitare la connessione tra dispositivi.

pokemon-go-trading-nfc-rumor-1
Secondo i rumors, la modalità di scambio avverrà tramite NFC

Una scelta azzardata e forse anche sbagliata: non tutti i device sono dotati di sensore NFC – gli smartphone OnePlus, sino alla seconda generazione di dispositivi, per esempio – nè tale tecnologia possiede un range sufficiente per permettere agli utenti di svolgere l’operazione di scambio senza praticamente porre i dispositivi a pochi centimetri gli uni dagli altri. Il Bluetooth non sarebbe un’alternativa migliore?

#5 – Pokémon nascosti

Nonostante Pokémon GO abbia basato la propria fortuna sull’utilizzo della Realtà Aumentata, si tratta di una ben scarsa implementazione e di una povera entrata in scena di una modalità d’interazione che in futuro potrebbe diventare predominante nel mondo dei videogiochi.

pokemon-go-nascosti-1
Alla sfida della cattura si aggiunge il brivido della caccia

Nonostante sia soddisfacente, divertente ed in un certo qual modo persino magico poter catturare i propri Pokémon preferiti nel mondo fotografato tramite l’obbiettivo della Fotocamera, allo stesso tempo la parsimonia di Pokéball, gli eventuali lag e l’oscurità notturna (la mancanza di giroscopio non è più un problema grazie alla nostra Piccola Guida) spingono gli utenti alla disattivazione della modalità AR. L’introduzione di una modalità di ricerca di Pokémon nascosti nell’ambiente circostante, da esplorare attraverso la Fotocamera alla stregua dei più classici punta-e-clicca, attribuirebbe alla Realtà Aumentata un’importanza di gran lunga maggiore rispetto a quella attuale.

#6 – Più caramelle dai Pokémon evoluti

L’evoluzione di un Pokémon selvatico comporta non soltanto un aumento delle statistiche di combattimento e nuove abilità, ma anche un raddoppiamento del numero di caramelle necessarie per potenziare le caratteristiche della suddetta creatura.

pokemon-go
Più diritti per gli Allenatori!

Al contrario però l’invio di un Pokémon al suo secondo o perfino terzo stadio evolutivo al Prof. Willow non corrisponde ad un compenso adeguato in termini di caramelle ricevute: occorrerà la formazione di un Sindacato degli Allenatori per convincere Nintendo ad dipanare questi svantaggi salariali?

#7 – Funzionamento in background

Non si tratta di una richiesta dettata da una pigrizia innaturale o da ragioni di bieco opportunismo: più semplicemente non siamo certi che uno smartphone possa sopravvivere al drenaggio energetico estenuante alla quale Pokémon GO è capace di sottoporlo.

pokemon-go-nearby-notifications-350x240
Solo le app di terze parti consentono un tracciamento in background dei Pokémon

Lo stesso gioco rappresenta una trappola per la batteria interna dei device: costringe all’attivazione in contemporanea di sensori come il giroscopio ed il GPS, oltre al modulo Wi-Fi (o al traffico dati) e allo schermo, in totale attività. La Modalità Risparmio Energetico introdotta ha effetti risibili, in quanto costringe in ogni modo a mantenere il gioco aperto e funzionante, abbassando semplicemente il consumo proveniente dallo schermo. Se invece fosse possibile mantenere il gioco attivo in background sarebbe comunque necessario spostarsi per schiudere le uova e per catturare i Pokémon selvatici, ma perlomeno ciò intaccherebbe in misura minore la carica residua.

Mentre giocate a Pokémon GO il GPS continua a non funzionare? Vi spieghiamo noi come risolvere questi problemi!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè i prossimi approdnimenti nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//