I 5 bot Telegram che sostituiscono altrettante applicazioni

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Telegram non è solo un’app di chat, ma è anche una piattaforma che ospita al suo interno decine di migliaia di bot Telegram, programmi automatici che consentono di eseguire comandi più o meno complessi. Con l’evolversi dei codici di programmazione ma soprattutto con il crescente interesse nei confronti di queste modalità di interazione automatiche, cominciano a comparire anche bot Telegram in grado di sostituire applicazioni già presenti su Google Play in termini di funzionalità: Wunderlist, Google Traduttore e molte altre app rischiano di vedersi parzialmente scavalcati da bot automatici.

Nonostante lo stato attuale dei bot Telegram non permetta comunque loro di sostituirsi alle applicazioni ufficiali, potrebbero costituire uno dei motivi di allontanamento degli utenti dal settore delle app verso quello dei bot. Cosa aspettate allora a scoprire quali sono e come si utilizzano?

#5 – PocketBot

Pocket è un’applicazione e un portale web in grado di salvare per dopo i contenuti prelevati dalla Rete: link di articoli, video e podcast possono essere immagazzinati all’interno dell’app e recuperati successivamente; Pocket agisce come una lista dei preferiti svincolata però dalla tipologia di browser in uso, nonostante comunque disponga di plug-in per Chrome, Safari e Firefox con i quali aggiungere in pochi click i contenuti alla piattaforma.

Screenshot_2016-04-22-23-42-28

Se solitamente è necessario servirsi appunto di add-ons, condivisioni dirette e altri strumenti web per aggiungere nuovi link al proprio profilo Pocket, con @PocketBot è sufficiente inviare l’URL nella schermata di chat con il bot Telegram (naturalmente dopo avergli concesso, tramite il collegamento alla piattaforma ufficiale, la gestione dei salvataggi su Pocket). PocketBot non si limita ad una semplice operazione di archiviazione: dopo aver abilitato le tag tramite il comando /tag, scrivendo nello stesso messaggio – ma anche inviandole separatamente – le #parolechiave da affiancare alla pagina web, queste verranno aggiunte alla tastiera del bot oltre che al link relativo.

#4 – Imgur Buddy

Imgur è un sito di uploading di immagini, video e GIF: gli utilizzi possibili di questa piattaforma sono solitamente due, a seconda delle esigenze dell’utente. Difatti chi è più attivo dal punto di vista sociale e desidera trovare nuovi contenuti da condividere allora non potrà fare a meno dell’applicazione ufficiale, mentre chi invece si serve di Imgur come sito di archiviazione e hosting allora troverà adatto anche Imgur Buddy.

Screenshot_2016-04-22-23-42-40

@ImgurBuddy è un bot Telegram semplicissimo nelle sue funzioni: inviando in chat un’immagine non compressa, questa verrà automaticamente pubblicata su Imgur e il bot provvederà a fornire un link di collegamento. Di estrema utilità su siti come Google+ dove non è possibile pubblicare immagini nei commenti ai post, o in altre piattaforme dall’interazione multimediale limitata.

#3 – Add To Wunderlist

Wunderlist è un’applicazione dedicata alla stesura di note ed appuntamenti: completa e facile da utilizzare, ha rapidamente guadagnato molta popolarità presso l’utenza Android arrivando a scalfire la fama di Evernote, proponendosi come sua migliore alternativa.

Screenshot_2016-04-22-23-42-47

Proprio grazie ad @AddToWunderlistBot gli utenti Telegram potranno collegarsi al proprio account Winderlist e servirsi dell’app di chat per aggiungere in soli due passaggi una nuova voce all’elenco degli impegni, i quali verranno poi sincronizzati con l’applicazione ufficiale. Una volta connesso il proprio account Wunderlist a Telegram, ogni frase inviata in chat al bot verrà recepita come task da collegare al proprio profilo; aggiungendo un asterisco a fianco dell’appunto si otterrà di accompagnare la nota con una stella all’interno del portale web.

#2 – Translate

Mentre Google Traduttore e tutte le altre app dedicate alla traduzione simultanea di testi non agevolano le conversazioni internazionali su Telegram – perlomeno sino al momento in cui non sarà possibile utilizzare il multi-windows su Android, ovvero sino all’arrivo di Android N – esistono diversi bot che consentono una traduzione immediata nelle più parlate lingue del mondo, e spesso molti di questi sono anche inline.

Screenshot_2016-04-22-23-43-32@

@Translate è un inline bot Telegram che, se ricercato all’interno della chat, permette di tradurre ogni frase attraverso l’algoritmo di Google Traduttore in un istante, selezionando poi dalla schermata a comparsa la lingua nella quale si preferisce ottenere il testo reinterpretato. Naturalmente l’affidabilità del risultato è quella attribuibile al traduttore automatico di Google e per i meno convinti è sempre disponibile il bot Telegram del diretto concorrente ed omologo russo, @YandexTranslateBot

#1 – HooksBot

Se la vostra ansia paura principale si concretizza nel momento in cui vi rendete conto di aver perso il vostro film preferito al cinema, o di non essersi ricordati della partita in TV, allora Hooks è l’applicazione che fa al caso vostro, così come HooksBot.

Screenshot_2016-04-22-23-43-57

Servendovi di @HooksBot potrete infatti impostare una serie di notifiche automatiche che l’applicazione provvederà a recapitarvi istantaneamente; le possibilità di utilizzo sono davvero tant ein quanto HooksBot è collegato con tutte le notifiche supportate dall’applicazione, dalle ultime novità delle Serie TV sino alle news su Apple, Android e Google. Dalla plancia di comando è possibile selezionare le notifiche più popolari così come attivare quelle più basiche (meteo, eventi sportivi e culturali) oppure procedere direttamente con una ricerca per argomento. Complici anche alcuni fastidiosi errori di programmazione dell’app ufficiale che ne avevano allontanato l’utenza, HooksBot si sostituisce perfettamente alla sua controparte presente su Google Play.

Non perderti QUI i migliori bot Telegram per mettere in sicurezza il proprio device, dalle scansioni automatiche ai QR-Code!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè i prossimi consigli di bot Telegram nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//