WhatsApp introduce i formati di testo grassetto e corsivo

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

La sensazione di dejavù è più che lecita: sembra infatti che WhatsApp, attraverso la versione beta messa a disposizione per tutti gli utenti iscritti al programma – e dunque non basterà scaricare il file APK direttamente dal sito – abbia introdotto la possibilità di modificare il font dei messaggi di testo introducendo il corsivo ed il grassetto. Una feature che certamente non ha inventato Telegram e che, soprattutto nella sua forma d’attuazione, risulta essere già presente su piattaforme come Google+; ciononostante, la sensazione rimane.

Siete pronti dunque per scoprire come scrivere ai propri amici messaggi grassettati o in corsivo?

Curiose coincidenze

Quando era giunta la notizia che Messenger stesse pensando di integrare i bot sulla propria piattaforma per permettere agli utenti di ricevere news istantanee dai siti d’informazione, sarebbe stato maligno ritenere che tale features fosse stata perlomeno ispirata da Telegram.

WhatsApp grassetto corsivo 1
WhatsApp permette di scrivere in corsivo e in grassetto

Eppure gli indizi per i quali sembrerebbe che la dirigenza del gruppo che riunisce le applicazioni di Facebook, WhatsApp ed Instagram stia guardando con crescente interesse alle nuove implementazioni dell’app di messaggistica russa sono molti: non soltanto i bot su Messenger prima, ma dopo anche la possibilità di inviare file PDF in chat su WhatsApp e ora di trasformare il testo in grassetto e corsivo. L’ultima versione della beta di WhatsApp consente infatti di modificare il formato del testo semplicemente racchiudendo le parole che si desidera modificare da una coppia di asterischi (nel caso del grassetto), oppure da una coppia di trattini a fondotesto (per rendere in corsivo la frase selezionata).

Chi non è nuovo all’ambiente dei forum, o solamente a Google+, troverà familiari queste convenzioni legate al formato del testo, e onestamente non sentiamo di dover accusare WhatsApp di plagio solamente perchè Telegram ha introdotto prima (e anche meglio) tale funzionalità; ci fa piacere notare però, come diceva Moravia, che “la concorrenza è l’anima del commercio” e che finalmente WhatsApp, sotto la minaccia incalzante di Telegram, ha incominciato ad introdurre nuove features dopo anni di stagnazione.

Scopri QUI quali sono i migliori segreti e trucchi di WhatsApp da sapere assolutamente, anche per aggirare il blocco a Telegram!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//