Remix OS: cos’è, come funziona, come installare e come eseguire il rooting di Remix OS – GNU

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Anno nuovo, vita nuova: in tutto il mondo le società creano nuovi progetti, fanno accrescere il business e solo grazie al proprio potere possono costruire nuove fondamenta andando continuamente alla ricerca di nuove risorse. Ognuna idealizza e crea raggiungendo le aspettative per ottenere sempre più risultati positivi e vantaggiosi.

Proprio seguendo tale filosofia, la casa di sviluppo Jide ha provveduto ad ampliare un bacino d’utenza ancora ristretto, quello degli utenti Android su PC, introducendo nel mercato un software completamente dedicato: con questa guida completamente dedicata a scoprire cos’è Remix OS, come funziona, come si installa Remix OS ma soprattutto come eseguire il rooting di Remix OS!

Siete pronti per scoprirlo?

Un software innovativo – Remix OS: cos’è

La software house Jide quest’anno ha introdotto una grossa ed interessante novità: la realizzazione di un vero e proprio sistema operativo basato su Android x86, Remix OS; questo marchio era già stato creato in precedenza come un firmware definitivo su alcuni dispositivi offerti dalla casa stessa, ma quello che vi presentiamo oggi è la versione per PC che finalmente potremo testare comodamente all’interno della nostra abitazione; nonostante si tratti di una versione alpha, questo dettaglio non incide sulla stabilità o crea particolari problemi, così come è risultato dai nostri test.

Se non avete letto l’articolo precedente che descrive meglio il software, vi consigliamo di visionare QUI.

Questo è solo l'inizio di un nuovo sistema!
Questo è solo l’inizio di un nuovo sistema!

E’ con grande piacere che oggi vi presentiamo una guida ufficiale per capire come installare Remix OS nella versione “Resident Mode”, poiché siamo riusciti ad installarlo permanentemente in un disco partizionato del nostro computer con il grande vantaggio di poterlo sperimentare ed usare comodamente ogni giorno, senza rinunciare a Windows. Inoltre, per i più “smanettoni”, abbiamo incluso anche la guida per spiegarvi come eseguire il rooting di Remix OS.

La fase dell’installazione – Remix OS: come installarlo

Per creare una buona installazione, come in tutti lavori bisogna essere ben attrezzati al fine di rendere il lavoro efficiente dopo aver seguito ogni passo di questa guida per installare Remix OS.

Gli strumenti necessari per l’installazione di Remix OS sono: una chiavetta USB da 8GB formattata in formato FAT32 preferibilmente 3.0, anche la 2.0 è sufficiente ma probabilmente i tempi di attesa saranno un po’ più lunghi a seconda della velocità del trasferimento dei dati.

Come installare Remix OS
La semplicità a portata di mano.

E’ altamente consigliato scaricare il software free EasyBCD 2.3 tramite questo link perché sarà un valido ausilio per la creazione di un secondo boot affinchè non ostacoli il principale sistema operativo dandovi la possibilità ad ogni avvio del computer, la libera scelta di uno dei due (es. windows o Linux e Remix OS).

Potete scaricare Remix OS dal sito ufficiale direttamente QUI scegliendo la versione Legacy tramite link diretto o tramite file torrent. Dopo aver effettuato il download, vi basterà estrarre la cartella compressa con un software come 7zip o Winrar, all’interno della cartella troverete il file immagine o ISO di Remix OS ed il programma per installare il sistema nella chiavetta formattata precedentemente, poiché sarà utile nell’istallazione tramite BIOS.

E’ importante avere un sistema operativo 64-bit per una corretta installazione e vi consigliamo vivamente, per quanto riguarda la versione “Resident mode”, di partizionare il vostro disco locale creando un’altra memoria virtuale con uno spazio minimo di 16GB formattato in FAT32, e se possedete Windows basterà cercare nella barra di ricerca “Crea e formatta le partizioni del disco”; a tal proposito non abbiate da preoccuparvi, lasciamo QUI di seguito un video da YouTube creato da un utente dove chiaramente spiega ogni specifico passo per procedere ad installare Remix OS.

Alla schermata iniziale vi sarà chiesto di scegliere la lingua tra l’inglese e il cinese; selezionate la lingua inglese ma, fortunatamente, procedendo nelle Impostazioni dedicate alla lingua potrete sostituirla con l’italiano. Un particolare molto utile e importante soprattutto per chi è alle prime armi.

Per non farsi mancare nessuna applicazione – Remix OS; come installare il Play Store

Terminata la prima parte di questa guida, è possibile godersi Remix OS nel PC con le stesse, identiche caratteristiche che troviamo in ogni telefono o tablet con sistema Android; se all’interno del nuovo sistema andrete a visualizzare le informazioni di Remix OS, noterete che è stato creato su base Lollipop 5.1. Da questo particolare si evince dunque che Remix OS non è stato realizzato sulla base di Android 6.0, ma questo non modificherà la situazione poiché, essendo una vera novità nel campo del software, i risultati sono stati senz’altro molto positivi.

Come instalalre Remix OS 2
Rinunciare al Play Store? Non se ne parla!

Remix OS presenta però una terribile mancanza: il Play Store e del Play Services non sono presenti, ma anche a questo problema c’è una soluzione.

Servirà soltanto scaricare ed installare sul vostro PC Remix OS il file APK di GMS Installer (che potete trovare QUI) come se lo faceste nel vostro smartphone, dopodichè dovrete andare nelle Impostazioni, nella sezione dedicata alle Applicazioni e successivamente alle Impostazioni delle applicazioni e cancellare i dati del Play Store e del Play Services. Di conseguenza basterà un riavvio del sistema e il gioco sarà fatto; se non avete il Play Store incluso, scaricatelo tranquillamente dal sito esterno APK Mirror.

Thread ufficiale su XDA

Liberare le vere potenzialità del sistema – Remix OS: come eseguire il rooting di Remix OS

Da pochi giorni è stato poi possibile rendere Remix OS libero dalle restrizioni del sistema operativo standard grazie ai permessi di root. Per i più esperti o conoscitori del campo, farà senz’altro piacere sapere questa novità.

Come instalalre Remix OS 4
Rooting semplice e veloce!

Dato che una guida testuale sarebbe alquanto complessa da seguire, vi lasciamo ad un video-tutorial (che potete trovare QUI) in cui potrete trovare tutti i passaggi ben visualizzati per non incorrere in spiacevoli errori; ci limitiamo a ricordarvi che se avete seguito la procedura per l’installazione “Resident Mode”, controllate quando userete Windows (o comunque il vostro sistema operativo principale) che a seconda partizione sia occupata in parte da Remix OS. Inoltre non spaventatevi se all’avvio di Remix OS noterete di avere a disposizione solo 4GB di spazio, si tratta di una situazione perfettamente normale.

Il file che vi linkiamo per il root non è altro che lo stesso file ISO di Remix OS che si trova nella sua cartella installata nel computer, ma modificata a tal punto di avere già Remix OS “rootato”. Vi basterà poi semplicemente estrarre tale file e rinominarlo con “system.img, senza le virgolette, e sostituire l’altro file.

Scopri QUI poi le migliori app per gli smartphone rootati!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè Spunti di Recensione nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//