Le API sullo spazio-tempo di Google Maps messe al servizio di tutti gli sviluppatori

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Google Maps non è soltanto mappe offline: nonostante infatti l’app di gestione della posizione di Google sia salita agli onori della cronaca negli ultimi giorni grazie all’implementazione del salvataggio delle mappe offline (e potete scoprire QUI come fare), non si tratta dell’unica novità che la coinvolge. Google for Work e Google Maps, attraverso una collaborazione hanno reso pubbliche e disponibili a tutti gli sviluppatori le API necessarie per l’inserimento delle applicazioni di terze parti del sistema di predizione spazio-tempo. Un grande sostegno ai developers che aggiornano e pubblicano quotidianamente prodotti che basano il proprio funzionamento sulla rilevazione della posizione, e che in questo modo potranno offrire un servizio ancora più preciso.

Siete pronti per scoprire cosa sono queste API e a cosa servono?

Spazio e tempo in mano a tutti i developers

Google ha reso pubblica la sua decisione di diffondere gli API relativi alla predizione dello spazio-tempo (conosciuta in inglese come Predictive Travel Time Technology) attraverso un articolo sul blog ufficiale di Google for Work, la sezione della piattaforma che si occupa dei contatti con le imprese ed in particolar modo con i team di sviluppo.

Google Maps API 2
Previsioni di arrivo per tutte le app!

Questi API fanno uso delle analisi ricevute ogni giorno ed ogni settimana da milioni di device nel mondo (l’acquisizione da parte di Google di Waze nel 2013 è certamente stata voluta per procedere in questa direzione) riguardo statistiche sulle velocità di spostamento per elaborare dettagliate e realistiche previsioni di sui tempi di percorrenza: in questo senso gli sviluppatori potranno utilizzare tali API in tre modalità, a seconda delle loro esigenze.

La modalità pessimistica fornirà una previsione all’utente più larga possibile, in maniera tale da non deludere le aspettative e rientrare nei parametri (particolarmente consigliata nel caso di app per la gestione delle direzioni e delle indicazioni); la modalità ottimistica può invece essere utilizzata per esempio nel caso dei termostati, in maniera tale che un’app che gestisce la temperatura dell’abitazione possa prevedere in maniera ottimistica il tempo di rientro dell’utente e gestire la temperatura dell’abitazione di conseguenza. Infine l’ultima modalità è la best_guess, grazie alla quale la durata stimata del percorso (per esempio) sarà assolutamente aderente alla realtà, senza correzioni di misura come nelle due precedenti.

Google for Work ha anche citato l’esempio di Redfin come esempio di piattaforma dalla uale gli sviluppatori possono trarre ispirazione sul modo in cui integrare le API nella propria app: lo stesso Curtis Hower, Product Manager Customer Engagement, ha affermato che riuscire a fornire ai propri clienti tempi di percorrenza tra la propria abitazione e la sede del proprio lavoro il più possibile realistici è un grande risultato.

Scopri QUI tutti i segreti per padroneggiare Google Now!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//