WidgetHome Launcher, un launcher retrò completamente widget-centrico – Launcher Friday

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Anche se spesso si tende a considerare l’app drawer come il centro dello smartphone, i launcher ci hanno insegnato a guardare l’interfaccia utente da un altro punto di vista: Scout Launcher si suddivide in più Home per simulare una versione alternativa di Google Now, mentre Pattern Launcher concentra l’attenzione dell’utente sulle smart gesture, integrate in un lock-screen in-Home; WidgetHome Launcher invece pone i widget al centro della propria architettura, ponendo completamente in secondo piano tutto il resto.

Siete pronti a scoprire tutte le funzionalità di punta di WidgetHome Launcher?

WidgetHome Launcher – L’interfaccia utente ed il primo impatto

WidgetHome Launcher, ponendo i widget al centro dell’esperienza utente, rivoluziona chiaramente la schermata; per evitare uno spaesamento dell’utente ed un’immediatamente successiva frustrazione, WidgetHome Launcher al primo accesso visualizza una serie di slide complete di GIF animate che mostrano la corretta impostazione delle schermate e delle varie funzionalità accessorie.

WidgetHome Launcher Android 1

Successivamente toccherà all’utente personalizzare la Home: la dock verrà completamente rimossa, così come (naturalmente) i widget precedentemente presenti nelle schermate; l’app drawer sarà ridotto in dimensioni e reso completamente immodificabile (ma a proposito della personalizzazione vi invitiamo a leggere il terzo paragrafo di questa analisi), ma ciononostante si potranno controllare i vari aspetti del launcher da un menu a scorrimento laterale posto nella parte sinistra dello schermo, leggermente rialzato.

Dopo aver inserito le schortcut potrete procedere con la personalizzazione delle schede della Home, che saranno completamente occupate da widget di varia natura e dimensioni.

WidgetHome Launcher – I widget e la Home

La parte più interessante di questo launcher – e l’architrave che ne sostiene l’intera architettura – sono chiaramente i widget: essi si configurano come scorciatoie preferenziali per il collegamento ad applicazioni, funzionalità e strumenti, ma sono davvero comodi quanto promettono di essere?

WidgetHome Launcher Android 6

Sicuramente lo stile grafico con il quale i widget predefiniti di WidgetHome Launcher sono stati realizzati non andranno incontro ai gusti di tutti: il design retrò che alle volte urla la propria diversità dai font grafici solitamente utilizzati (e che quindi rischia di diventare un pugno nell’occhio) può dare fastidio, ma certamente contribuisce a creare la personalità di questo launcher.

WidgetHome Launcher Android 3

Per aggiungere o modificare una schermata bisognerà scorrere sino al termine delle schede: dall’editor sarà possibile selezionare 20 tipi e formati diversi di schermata oppure crearne una manualmente tramite un sistema drag-and-drop; naturalmente non è necessario utilizzare solo quelli forniti di default da WidgetHome Launcher, ma è possibile aggiungere quelli delle applicazioni installate nel dispositivo. A tal proposito, segnaliamo la presenza di widget dedicati alla gestione delle tracce musicali, al monitoraggio dei livelli di batteria, GPU e RAM, l’orologio ed il calendario, oltre che shortcut alle applicazioni.

Scorrendo lo schermo da sinistra a destra si attiva il ridotto menu laterale dal quale accedere alle Impostazioni del launcher.

WidgetHome Launcher – La personalizzazione

Se dunque l’app drawer non è modificabile e le schermate sono completamente sature di widget, quanto margine viene lasciato alla personalizzazione?

WidgetHome Launcher Android 7

Molto poco, in verità: al di là delle chiare personalizzazioni dedicate ai widget (dimensioni e posizione), le Impostazioni del launcher consentono unicamente di associare ai widget il collegamento ad un’applicazione (per esempio, tappando sull’orologio accederà automaticamente a Chrome); si potrebbe infatti anche affermare che WidgetHome Launcher sia un launcher widget-centrico, ma al contempo molto concentrato sui collegamenti alle app.

Tappando su “Enable Wallpaper” si attiverà lo sfondo precedentemente impostato mentre gestendo le Impostazioni si potrà gestire lo stato di trasparenza o di opacità della dock, dei widget e della status bar, ma non sarà possibile procedere oltre con la personalizzazione, cambiando font o icon pack.

Widgethome Launcher è un launcher che ameranno solo alcuni utenti: retrò, incentrato solo sui widget e sui collegamenti alle applicazioni ma limitato negli altri ambiti della personalizzazione, sicuramente merita però una prova.

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime puntate di Launcher Friday nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

WidgetHome Launcher su Google Play
Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//