Telegram down: app e portale web fuori servizio per un probabile attacco hacker

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Telegram non pare dormire mai sonni tranquilli: la posizione di predominanza che l’applicazione di messaggistica sembra aver conquistato grazie ad una politica molto più vicina alle esigenze degli utenti piuttosto che a quelle del business hanno portato la compagnia ad essere oggetto di numerosi attacchi hacker negli ultimi tempi, specialmente e soprattutto da parte della concorrenza.

Mentre a luglio il CEO di Telegram Pavel Durov aveva esplicitamente accusato l’app concorrente LINE di aver lanciato un attacco DDoS (impossibile da rintracciare) contro i server asiatici dell’app, questa volta l’opera sembra essere di un hacker apparentemente isolato che avrebbe reclamato su Twitter la paternità dell’attacco.

Siete pronti a scoprire tutti i dettagli dell’attacco hacker a Telegram?

Telegram down: tutti i dettagli

Stando a quanto riporta Telegram stesso (attraverso il profilo Twitter dell’applicazione), i server colpiti dall’attacco sarebbero posizionati in Europa, Asia e Medio Oriente, anche se stando ai report degli utenti (i quali hanno anche creato un thread apposito su Reddit) sarebbe stata la sezione italiana ed europea in generale a subire i danni principali, mentre nelle altre zone il numero di utenti coinvolti sarebbe stato di gran lunga minore.

I sintomi erano apparsi evidenti a molti: contenuti multimediali impossibili da riprodurre, messaggi faticosamente inviati e foto di profilo non caricabili, tutti segnali che lasciavano presagire a qualcosa di più di un bug occasionale. La conferma da parte di Telegram e successivamente la rivendicazione da parte dell’utente Twitter @h3ll1x della paternità dell’attacco non ha lasciato più spazi a dubbi. I problemi sono stati registrati sino alle 13:00 ora italiana, momento in cui i malfunzionamenti hanno raggiunto il picco massimo, per poi lentamente scemare.

La domanda successiva al rientro dell’emergenza naturalmente riguarda l’identità dei mandanti: data la lontananza geografica tenderemmo ad escludere un attacco da parte di LINE, anche se non è da sottovalutare la decisione da parte dell’app di chat, dopo l’Asia, di ricorrere ad un attacco anche in territorio europeo.

Potete visualizzare su Downdetector.com l’andamento e la diffusione dell’attacco. Vi manterremo aggiornati!

Lo sai che AppElmo ha un canale Telegram dedicato? Scopri QUI tutti i nostri contenuti!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//