Android M sta arrivando: tutte le 10 migliori novità

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Android 6.0 sta arrivando e sta portando con se alcuni notevoli cambiamenti al sistema operativo di Google. Alla conferenza del 29 settembre a San Francisco, l’ingegnere Dave Burke ha mostrato un’anteprima di quello che sarà il nuovo software, che sarà disponibile nelle prossime settimane. Le novità comprendono: Android Pay, un miglior supporto vocale grazie a Google Now on Tap e miglioramenti dell’autonomia della batteria.

Andiamo a scoprire tali novità!

Google Now, più intelligente che mai

Google Now on Tap che cos'è come funziona Android M 8
Come funziona Google Now on Tap?

Con il rilascio di Android 6.0, Google Now diverrà più consapevole che mai. L’assistente personale di Google, analizzando la schermata, saprà ciò che accade sul tuo dispositivo. Ad esempio, se si sta ascoltando una canzone e si chiede semplicemente chi è il cantante attraverso un comando vocale, Google avvierà una ricerca sull’artista. Se qualcuno vi offre di provare un certo ristorante tramite un messaggio di testo, basterà tenere premuto il tasto Home del telefono per trovare rapidamente posizione, numero di telefono e recensioni del suddetto locale. Now on Tap funzionerà anche con applicazioni di terze parti come NPR, cosi da avere lo stesso accesso a specifici comandi vocali, qualsiasi cosa si stia facendo.

Volete scoprire tutto ciò che c’è da sapere su Google Now on Tap? Cliccate QUI per leggere la nostra Guida per Nuovi Utenti dedicata!

Google vs Apple: una sfida all’ultimo pagamento

Android M tutte le novità 1
Pronti a pagare con lo smartphone?

Google, in parziale risposta ad “Apple Pay” sperimenta un nuovo metodo di pagamento: Android Pay. Come il servizio di Apple, Android Pay permetterà ai proprietari di smartphone Android di effettuare pagamenti veloci con dispositivi che supportano le transazioni NFC (Near Field Communication).

NFC: cos’è, come funziona e a cosa serve

Android Pay sarà disponibile con le più diffuse carte di credito (Visa, MasterCard, American Express e Discover) e Google sta lavorando con numerosi operatori telefonici (per ora solo statunitensi, come AT&T, T-Mobile e Verizon) per maggiore supporto. Il servizio sarà accettato da una serie di rivenditori, tra cui GameStop, McDonald’s, Best Buy, Staples, Toys R’Us e Subway. Questo servizio consentirà anche l’acquisto in-app all’interno di applicazioni da rivenditori come Target e Dunkin Donuts.

Leggete QUI tutte le novità riguardo Android Pay, la feature esclusiva di Android in arrivo anche in Italia!

Permessi meno invasivi

Permessi Android Android M novità 12
Pronti a dimenticarvi i permessi così come li conoscete?

Vi è mai capitato di voler installare un’app e di rimanere bloccati di fronte alle richieste di autorizzazioni di accesso alla fotocamera, agli SMS e alla localizzazione tutto in una volta? Android 6.0 vuole prevenire questo sovraccarico. Il software semplifica e divide le autorizzazioni delle app in otto categorie: localizzazione, fotocamera, microfono, contatti, telefono, SMS, calendario e sensori. Un’app ti chiederà l’autorizzazione per qualcosa solo quando sarà necessario, come durante il primo invio di una foto su Hangouts; ciò corrisponde naturalmente ad un’esperienza dell’utente più fluida.

Tutti i permessi Android spiegati dalla A alla Z

Le Chrome Custom Tab per ricerche più veloci

Android M tutte le novità 2
Un confronto di prestazioni tra le Custom Tabs e gli altri sistemi di caricamento

Android M porterà con sè le schede personalizzate di Chrome, che renderanno più facile l’interazione con il web all’interno delle app. Usando Pinterest, per esempio, Burke ha dimostrato come cliccando su un link all’interno dell’app si apra una scheda personalizzata di Chrome la quale però mantiene l’interfaccia di Pinterest, in maniera tale da sembrare di non aver lasciato mai l’applicazione stessa. Le schede sono programmate per caricarsi velocemente senza rallentamenti, così come Android Developers ci aveva già spiegato.

Migliorati i collegamenti tra le app

Android M tutte le novità 9
Passaggi sempre più rapidi!

Google ha ideato inoltre un metodo per rendere più veloce e semplice lo switch da un’app all’altra senza trovarsi altre pagine in mezzo. Le nuove app di Android M utilizzano uno speciale mode di verifica per garantire che le app vadano al posto giusto. Ad esempio, cliccando sopra un link collegato a Twitter all’interno di un’email, il link ricondurrà all’app di Twitter, anzichè alla pagina web di internet dove probabilmente non saremmo neanche loggati.

Supporto agli scanner di impronte

Android M tutte le novità 6
Supporto nativo per pagamenti, e non solo!

Android Pay viene unito al supporto al lettore di impronte digitali, che sarà uno standard per i dispositivi con Android M per tutti i dispositivi col sensore d’impronte. A parte la capacità di autorizzare gli acquisti con Android Pay, gli utenti potranno usare il sensore per sbloccare i loro dispositivi e verificare gli acquisti sul Play Store.

Doze e la gestione della batteria

Android M tutte le novità 3
Doze sarà veramente così prestante? / Crediti ad AndroidCentral.com

Android 6.0 introdurrà varie caratteristiche accomunate dall’obiettivo di rendere i dispositivi più efficienti energeticamente. Con il nuovo software Doze quando il dispositivo si ritroverà in fase di riposo le attività delle app verranno limitate. Non preoccupatevi, gli allarmi non verranno disattivati. Nel complesso, Google sostiene che quando lo schermo è spento la modalità Doze di Android 6.0 offre un miglioramento del 30 % rispetto alla durata della batteria di Android 5.1.

Non cadete in errore, leggete QUI tutti i falsi miti e luoghi comuni sulle batterie degli smartphone Android!

Bloatware removibili con Android M

Android M tutte le novità 5
Niente più bloatware!

Burke ha annunciato che come richiesto dagli utenti, Google ha ridotto l’ammontare delle app pre-installate sui dispositivi Android. Inoltre, ha aggiunto che sarà possibile disinstallare le app pre-caricate allo stesso modo delle app di terze parti.

Bloatware: cos’è, come funziona e come si disabilitano le app preinstallate

Dispositivi ricaricabili e ricaricanti

Android M tutte le novità 4
Gli smartphone del futuro diventeranno batterie esterne?

Il prossimo sistema operativo di Google avrà pieno supporto USB-C. Non solo i Nexus 5X e 6P avranno le porte reversibili ma, in Android 6.0, gli utenti avranno la possibilità di ricaricare i loro smartphone come al solito usando la porta USB-C oppure potranno usare i loro dispositivi come fonti di energia per caricare altri dispositivi o eseguire trasferimenti di file più veloci.

Android M sta arrivando!

Android M tutte le novità 8
Qualcuno ha fame?

Android Marshmallow sarà pre-installato sui Nexus 5X e 6P, oppure disponibile come Over-The-Air (OTA) su altri Nexus a partire dal 5 ottobre. Sfortunatamente i possessori di dispositivi non-Nexus dovranno attendere che verrà effettuato il porting di Marshmallow ai loro dispositivi, un processo che potrà occupare settimane o mesi.

Abbiamo visto le funzioni presentate alla convention di san Francisco dove come ospite d’onore troviamo un sistema operativo nuovo, ricco di funzioni, efficiente e flessibile. Siamo tutti ansiosi di sapere quando e sopratutto se Android M verrà a rinnovare i nostri dispositivi portando con se un sacco di novità.

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sulla nostra pagina Google Plus, o, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar, o iscrivervi al nostro canale Telegram! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//