Android Studio 1.4: nuovo editor dei temi e tante novità su Nexus, performance e template

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Sul blog ufficiale degli sviluppatori Android è stata appena rilasciata una notizia che farà estremamente piacere ai developers di tutto il mondo: la nuova versione di Android Studio, la piattaforma grazie alla quale è possibile procedere alla creazione di giochi ed applicazioni, è stata rilasciata e non porta con sè solo qualche cambiamento di grafica, anzi.

Android Studio 1.4 implementa una features che da tempo gli utenti chiedevano – l’editor dei template – che facilita l’introduzione del Material Design; al contempo anche il reparto delle features non viene tralasciato, apportando nuove schermate dedicate al consumo di GPU da parte dell’app sviluppata. Tante piccole novità che insieme formano un corposo aggiornamento!

Siete pronti per scoprire tutte le implementazioni di Android Studio 1.4?

Design

Immagini vettoriali

Iniziamo l’enumerazione delle novità dell’aggiornamento ad Android Studio 1.4 proprio dalla sezione che più ha beneficiato dell’aumento di features apportato: il Design.

Android Studio 1.4 7
Le immagini vettoriali non saranno più un ostacolo, ma un supporto

Sembra infatti che Android abbia puntato molto sulla riduzione della difficoltà di sviluppo, specialmente a livello grafico, che il processo di creazione delle applicazioni Android incontra dato che troviamo implementazioni che estremamente riducono il tempo necessariamente da dedicare ad ogni settore che compone il design di un’app. Con Android Studio 1.4 le immagini vettoriali non saranno più un problema: grazie alle API 21 l’utilizzo di VectorDrawables ridurrà il numero di densità di depend drawables richiesti, ed al contempo verrà fornita un’immagine chiara e limpida del risultato nell’anteprima indipendentemente dal livello di densità dello schermo che l’app può supportare.

Se inoltre possedete delle immagini vettoriali non aggiornate alle nuove API (API 20 o inferiori) non dovete preoccuparvi della conversione, dato che ci penserà il programma ad ingrandire le immagini PNG per adattarle al livello di API corrente; sarà una novità particolarmente utile per i creatori di launcher Android. A tal proposito, Android Studio 1.4 faciliterà l’importazione di icone SVG o in Material Design.

Editor dei temi

Altra novità che verrà apprezzata dagli sviluppatori più inesperti o che proprio non riescono ad intendersi con la grafica ed il design: l’Editor dei temi, un tool semplice ma ancora molto basico che permetterà di variare il colore dell’architettura generale della propria app.

Android Studio 1.4 6
Un editor decisamente basico, ma promettente

Essendo solo una prima release, infatti, non è possibile modificare altro se non i colori in Material Design; ciononostante, gli sviluppatori Android hanno promesso che al più presto verranno aggiunti più attributi per i temi e lo stile dell’aspetto dell’app. Per ora, potete accedere all’editor cliccando su “Tools” > “Android” > “Theme Editor“.

Project Templates

Ben consci del fatto che molti sviluppatori fanno uso di tool esterni per aggiungere facilmente nuove sezioni o nuove azioni alle proprie app senza diventare isterici nella catalogazione del codice, Android Studio 1.4 vedrà l’introduzione anche dell’Android Design Support Library oltre che all’AppCompat Support library.

Android Studio 1.4 5
Molto più semplice ed intuitivo!

Entrambe le librerie non saranno altro che degli strumenti atti a semplificare lo sviluppo grafico delle applicazioni, visualizzando direttamente sullo schermo del computer i risultati che potranno essere constatati successivamente sullo smartphone; gli utenti potranno infatti iniziare un nuovo progetto utilizzando un template basico o uno predefinito con alcune complesse funzionalità già inserite, come il navigation drawer o l’AppBar with scrolling view. Ritorna poi il template completamente bianco, per chi invece desidera aggiungere le proprie implementazioni in maniera completamente libera da condizionamenti preimpostati.

Android Studio 1.4 4

Android Studio 1.4 permetterà anche di prendere visione dell’anteprima del lavoro svolto all’interno dello schermo di un Nexus 5X o 6P.

Performances

GPU Rendering Monitor
Android Studio 1.4 3
Consumi un po’ alti?

 

A partire da Android Studio 1.4 sarà possibile visualizzare il numero di risorse impiegate dalla propria applicazione e constatarne le performances all’interno di un grafico dettagliato; per farlo, vi occorrerà accedere a “Setting” > “Developer Options” > “Profile GPU rendering” > “In adb shell dumpsys gfxinfo“. Per saperne di più guardate QUI la documentazione completa.

Network Monitor
Android Studio 1.4 2
Ridurre i consumi è sempre ben accetto per gli utenti!

 

Gli sviluppatori potranno inoltre rendersi conto dello stato di consumo a livello di traffico dati che la propria app impone attraverso un grafico analogo.

Vorreste ridurre il consumo di traffico dati del vostro smartphone? Cliccate QUI per scoprire come dimezzare il numero di MB utilizzati ogni mese con i nostro Saggi Consigli!

Servizi agli sviluppatori

Firebase
Android Studio 1.4 1
Pronti ad aggiungere Firebase?

Con Android 1.4 è poi più semplice aggiungere la piattaforma di sviluppo Firebase all’elenco di tool supportati dalla propria app: Firebase provvede infatti ad implementare il data storage, l’autenticazione utente, lo static hosting e molto altro semplicemente accedendo al menu principale e cliccando su “File” > “Project Structure” > “Cloud

Come ottenere Android Studio 1.4

Esistono diversi metodi per ottenere il nuovo aggiornamento ad Android Studio 1.4: se possedete già una precedente versione del software, allora andate su “Help” > “Check for Update” (se possedete un computer Linux o Windows), mentre se siete soliti lavorare su Mac allora accedete ad “Android Studio” > “Check for Update“. Se invece siete nuovi utenti potete scaricare QUI la versione stabile del programma e leggere QUI una breve introduzione ad Android Studio.

Vuoi scoprire quali sono i segreti per indicizzare al meglio la propria applicazione? Leggi QUI i 10 Saggi Consigli degli sviluppatori Android!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sulla nostra pagina Google Plus, o, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//