I 5 giochi e le 5 app con cui iniziare l’estate – Rating di Giugno

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

L’estate è arrivata: temperature al limite dell’umanamente sopportabile e un’afa pericolosamente fatale costringono migliaia di utenti Android all’immobilismo, che sia all’ombra del condizionatore o dell’ombrellone. Quale momento migliore per scoprire 5 giochi e 5 applicazioni che potrebbero aiutare ad occupare il tempo?

Per coloro che non avessero mai letto uno dei nostri Rating, vi ricordiamo che le valutazioni non vengono espresse in termini decimali ma, piuttosto, secondo i parametri adottati dalle agenzie di Rating – in particolare Fitch, la cui tabella valutativa potete trovarla a QUESTO indirizzo direttamente su Wikipedia.

Siete pronti a questo Rating di giugno?

Giochi

The Numsters

Se state cercando un gioco che non si fermi al puro svago, ma vi mantenga in allenamento anche la mente senza impegnare troppo le risorse dello smartphone, allora potete scaricare The Numsters in tranquillità.

Rating di giugno app 9

Sviluppato da due ragazzi italiani, The Numsters possiede un gameplay semplicissimo: all’interno della schermata si avvicenderanno infatti una o più colonne di mostri – a seconda del livello raggiunto – ognuno dei quali sarà contrassegnato da un numero; lo scopo del gioco consiste nell‘evitare che la colonna raggiunga il bordo superiore dello schermo facendo esplodere i Numsters che possiedono lo stesso numero, tappandoli.

Rating di giugno app 8

Anche se all’apparenza potrebbe sembrare un gioco di facile usufruizione (la grafica elementare andrebbe migliorata, mentre la colonna sonora, frizzante e buffonesca, è in piena sintonia con il titolo), The Numsters può regalare minuti di inaspettato divertimento, grazie soprattutto all’avvincente difficoltà che ridicolizzerà le vostre iniziali prospettive a riguardo.

Rating: A; gioco semplice – la grafica è probabilmente ciò che più colpisce in negativo il giocatore – ma assolutamente appassionante, The Numsters è il gioco che se all’apparenza sembra strizzare l’occhio ai bambini, in realtà si avvicina molto più agli adulti. 

The Numsters su Google Play
Space Spacy

Nel 2015, in piena era tecnologica, si ritiene che le guide, i manuali d’istruzione e i tutorial siano ormai acqua passata, residui di un tempo in cui gli umani faticavano ad andare al di là del collegamento del videoregistratore al televisore a tubo catodico. E probabilmente è stata proprio questa la linea di pensiero con cui Space Spacy è stato sviluppato, dato che s i fatica non poco a capire il gameplay di questo assurdo quanto ben fatto gioco arcade.

Rating di giugno app 10

Praticamente il giocatore, un astronauta alla ricerca di un premio non ben definito, dovrà spostare l’astronave su cui è a bordo a destra e a sinistra dello schermo, al contempo sia evitando i missili ed i raggi laser delle astronavi nemiche poste in fondo alla schermata sia collezionando piccole sfere gialle (che inizialmente pensavamo fossero da evitare) le quali permetteranno di ricaricare una barra di energia, che una volta riempita farà scendere l’astronave di un livello, sino a raggiungere il nemico che, esplodendo, farà accedere il giocatore allo step successivo.

Rating di giugno app 11

Frenetico, con una buona grafica ma un gameplay più macchinoso che divertente, tanto da rendere le partite fin troppo lunghe per una piattaforma mobile. La longevità è assolutamente garantita dal sistema di raccoglimento delle stelle, rilasciate da ogni nemico ucciso, ma ne sono necessarie davvero troppe per sbloccare le astronavi alternative

Rating: BBB; gioco interessante che viene un poco rovinato dal gameplay; “inusuale” infatti non sempre significa “divertente” o “appassionante”.

Space Spacy su Google Play
Does not Commute

Does not Commute può essere pienamente iscritto nella categoria delle Avventure Grafiche, anche se il gampelay lo inserisce nella sezione Arcade dello store: un’elaborata trama e un palcoscenico di personaggi, tutti con le loro storie più o meno bizzarre, si incontrano in un grande intreccio di automobili e circonvallazioni.

Rating di giugno app 13
Tutti in acqua!

Il giocatore infatti, data un’ambientazione, dovrà guidare tutti i personaggi verso la propria destinazione facendo ben attenzione, nel procedere degli spostamenti, a non incrociare la propria strada con quella delle automobili che aveva precedentemente guidato (ogni spostamento di una mappa avviene in contemporanea con gli altri, nonostante questi vengano svolti effettivamente in successione) e a non esaurire il tempo a disposizione. I personaggi poi si ripetono nelle location, ad ognuno dei quali è attribuita una serie di didascalie che, se lette nell’insieme, vanno a formare la storia personale di ogni maschera sociale (l’uomo della spazzatura con un’insana – ma platonica – passione per la moglie del vicino, l’impiegato privo del senso del gusto e di scrupoli, il santone, una misteriosa macchina senza guidatore).

Rating di giugno app 14
Un uomo della spazzatura veramente affidabile!

Does not Commute è un enorme paradosso temporale fermo negli anni ’70 creato dalla Mediocre, casa di sviluppo molto conosciuta per titoli come Smash It! e Sprinkle; come tutti i suoi giochi, ogni volta che si termineranno le vite bisognerà tornare all’inizio, piuttosto che all’ultimo salvataggio (sbloccabili acquistando la versione PRO).

Rating: AA; gioco molto buono, ottimo per le pause prolungate; il fattore Storia incide molto sulla qualità del titolo, ma il gameplay, non innovativo ma coinvolgente, mantiene alto il livello di sfida.

Does not Commute su Google Play
The Quest Keeper

Seguito non ufficiale – ma certamente morale – di Crossy Road, The Quest Keeper mischia gli elementi RPG di un roguelike – le armature, le calzature e i bastoni – con le meccaniche di gioco di un Arcade, sapendo arrivare laddove Yodo1 Games non era riuscita.

Rating di giugno app 12

The Quest Keeper mette il giocatore nei panni di un buffo ometto, molto più vicino ad un campione di sollevamento di telecomandi più che un eroe d’avventura, che disgraziatamente cade vittima delle mire di uno stregone antipatico ed incapace, il quale ha inavvertitamente sparso tutti il suo denaro ed i suoi oggetti magici per il dungeon: il protagonista potrà impossessarsene a patto di recuperare, nelle varie ambientazioni – deserto, foresta tropicale, le profondità di un vulcano – vari manufatti posti alla fine dei percorsi, superando lame volanti, seghe circolari e ragni affamati.

La grafica è simile, ma molto migliore, di quella che possiamo trovare in Crossy Road, così come il gampelay: se infatti nell’originale si poteva decidere quando spostare il personaggio, in The Quest Keeper soltanto un ostacolo – così come un forziere – potrà stopparne la camminata, ma in compenso le ambientazioni sono completamente esplorabili (non esistono aquile rapaci nel caso in cui ci si attardi troppo nell’attraversare il dungeon). Un solo consiglio: ricordatevi di fare una buona scorta di monete quando intraprenderete la ricerca di un manufatto, le resurrezioni sono davvero care!

The Quest Keeper Android 2

Leggete QUI il nostro Spunto di Recensione su The Quest Keeper per saperne di più!

Rating: AA+; gioco di qualità, ben fatto sia dal punto di vista della grafica, sia da quello delle meccaniche di gioco e della longevità. Nessun acquisto obbligato, gioco fluido e ben poco ripetitivo. 

The Quest Keeper su Google Play
Doom & Destiny

Un’avventura in pieno stile Final Fantasy dei primi anni, con l’aggiunta di abbondanti riferimenti alla modernità e al mondo della sub-cultura videoludica: questo è Doom & Destiny, un gioco che abbiamo talmente apprezzato da inserirlo anche nella nostra Top5 di retrogames per Android (che potete leggere QUI).

Rating di giugno app 16
Per dirla tutta!

Quattro ragazzi, nerd fino al midollo e gran appassionati di Dungeons & Dragons, vengono loro malgrado coinvolti nelle trame dell’Innominato, il signore oscuro di un mondo fantastico a cui riescono ad accedere grazie ad un portale nascosto in cantina. Per nulla preoccupati, i quattro intraprenderanno la loro missione con divertimento e molta ironia, incontrando sul loro percorso orsi con il papillion, orchi sensibili e persino Link di Zelda, il quale verrà prontamente scambiato per un leghista per via della sua casacca verde.

Rating di giugno app 15
Colpo del sole!

Doom & Destiny si prende gioco in maniera così sfacciata dei giochi di ruolo e dei videogiochi in generale da risultare un titolo pieno di carisma; il gameplay è quello classico di uno strategico a turni sulla base di Final Fantasy, in cui però le classiche pozioni ed unguenti vengono sostituiti da sacchetti di patatine, pizze napoletane e Coca-Cole.

Rating: AA; un gioco che non piacerà a tutti – bisogna essere amanti del genere, altrimenti dopo qualche ora comincerà a risultare stancante – ma che saprà appassionare. Divertente, molto longevo e con una grafica curata nei dettagli (per quanti dettagli un gioco in 32-bit possa possedere).

Doom & Destiny su Google Play

Applicazioni

HTC Club

HTC Club fa parte del pacchetto di applicazioni installate automaticamente – ma fortunatamente senza renderle dei bloatware – dall’aggiornamento ad Android Lollipop 5.0 che gli smartphone della compagnia taiwanese hanno ricevuto negli ultimi mesi: nella teoria vorrebbe essere un portale dedicato alla raccolta e visualizzazione di guide, suggerimenti ed offerte per tutti i clienti HTC, mentre nella realtà le cose funzionano in maniera diversa.

Rating di giugno app 1

Più che essere un’applicazione, HTC Club è in realtà una vetrina di promozioni ed approfondimenti, in cui ogni articolo è un collegamento ad un link esterno: deludente per chi si aspettava un’app pensata per i clienti HTC a loro misura ed esigenza. L’unica nota positiva è rappresentata dallo sconto del 10% sullo store (sempre online) di HTC nell’acquisto di accessori, valido sino alla fine del 2015. Speriamo che non vadano in rovina, con queste offerte.

Rating: B+; deludente e ben poco utile, HTC Club è l’ennesima palla mancata di un’azienda che inizia i propri progetti ma non li porta puntualmente termine. Un impegno più profondo sarebbe stato apprezzato.

HTC Club su Google Play
TF2 Soundboard

Qualunque giocatore della piattaforma-PC è passato almeno una volta su Steam, lo store online più grande al mondo di videogiochi, venduti sotto forma di copia virtuale a prezzi ovviamente più bassi – specialmente nel periodo dei Saldi – rispetto quelli di mercato. Ed è proprio su Steam che trova alloggio Team Fortress 2, uno dei più famosi Free To Play della storia.

Rating di giugno app 2

Purtroppo su Android non è presente alcuna app ufficiale del gioco – nonostante i cloni prosperino serenamente, come dimostra il successo di Blitz Brigade – ma in compenso è possibile scaricare app come Team Fortress 2 Sounboard, che permette agli utenti di impostare come suonerie le esclamazioni e i temi musicali dei propri personaggi preferiti.

Rating di giugno app 3

Sviluppate dalla casa HowBig Studios, che ha provveduto a raccogliere e pubblicare tutte le soundboard di ogni classe di gioco, dalla Spia all’Ingegnere, risultano essere complete e divertenti, con le esclamazioni ordinate per tipologia e contesto.

Rating: A; come tutte le fan-made app è semplice e per nulla pretenziosa, ma la completezza dell’archivio è impressionante. Peccato per la mancata possibilità di impostare i suoni come suonerie per le notifiche, piuttosto che per le chiamate.

TF2 Soundboard su Google Play

AZ Screen Recorder

Registrare lo schermo è da sempre una chimera per gli appassionati Android, per via dell’impossibilità di compiere quest’operazione – almeno, sino ad Android KitKat 4.4 – senza rootare il telefono o comunque sottoporlo al collegamento con il computer, tanto impegnativo quanto inutile dato che non era possibile registrare per più di 3 minuti ed in più senza audio.

Come registrare lo schermo su Android senza root 1

Con l’avvento di Android Lollipop non solo la registrazione dello schermo è stata inserita nativamente, ma questa in alcuni modelli è stata prevista come una modalità integrata dello smartphone, alla pari dello screenshot, con tanto di icona nel menu delle notifiche. Non tutti i device sono stati però così fortunati, ed alcuni necessitano di un’applicazione per avviarla: AZ Screen Recorder è certamente la migliore in questo campo. Nessun limite di tempo, nessuna limitazione all’audio o al video (niente watermark ed anzi, qualora voleste aggiungere un vostro logo al filmato, vi basterà acquistare la versione completa), alta qualità delle registrazioni con una risoluzione sino a 1920×1080 a 15 Mbps.

Come registrare lo schermo su Android senza root 3

AZ Screen Recorder possiede poi un nutrito sistema di icone a notifica e pop-up per gestirne l’avvio, lo stop e l’editing del filmato. Se volete sapere come funziona in maniera più approfondita, date un’occhiata QUI alla nostra Piccola Guida!

Rating: AA; completa, pulita, priva di pubblicità e soprattutto fornita di una miriade di opzioni principali e secondarie che consentono un controllo a 360° del filmato, conseguendo ottimi risultati.

AZ Screen Recorder su Google Play

8Bit Photo Lab

Le app di editing e gli anni ’80 dei videogiochi non vanno sempre d’accordo – specialmente per il fatto che non esista uno stile di fotografia che ne rispecchi pienamente gli anni. Forse sì, o forse proprio no.

Rating di giugno app 6

8Bit Photo Lab è infatti l’applicazione che gli appassionati videoludici non possono lasciarsi sfuggire: si tratta di un’app di filtraggio e modifica di fotografie completamente incentrata sui pixel, sulle fantasie a pixel a grani e su tutto ciò che riguardi la grafica 8-bit, naturalmente non disdegnando i classici strumenti di modifica come il controllo della saturazione, del contrasto e della risoluzione. 8Bit Photo Lab possiede tutti i filtri di ogni console che abbia fatto uso di questo particolare tipo di grafica, riuscendo a trasformare ogni fotografia in un’immagine ripresa da un Gameboy, un Amstrad CPC6128 o un Apple II; più di 40 tavolozze di colori, decine di effetti ed immancabili stickers e possibilità di aggiungere un testo in pieno stile con l’effetto applicato: impossibile lasciarsela sfuggire.

Rating di giugno app 7

La risoluzione delle immagini è massima, sino ad un terribile quanto magnifico 4096×6096 in PNG, il formato massimo per un’immagine.

Rating: AA+; bella, unica nel suo genere e sviluppata da appassionati del settore, la cui cura per il dettaglio e la ripresa dello stile di praticamene ogni console degli anni ’80 si riflette sulla qualità del prodotto, innegabilmente ottima.

8Bit Photo Lab su Google Play

APUS Browser

Chrome, il browser predefinito di Android e sviluppato in maniera davvero egregia,per non dire assolutamente efficiente, difetta però in un settore fondamentale della gestione delle applicazioni: il quantitativo di memoria interna occupata. Chrome infatti divora quasi 500MB, e spesso non c’è modo di fermarlo nella sua rapida avanzata.

Rating di giugno app 5

APUS Browser è il sostituto perfetto: arrivato su Google Play sotto il nome di A5 Browser (così come lo abbiamo recensito QUI), con il passare di poche settimane – e di qualche aggiornamento – ha mutato la forma in APUS Browser, ma non la sostanza. Veloce, leggerissimo e compatto, ma non per questo privo di funzionalità, questo piccolo browser mette a disposizione dell’utente, nel contesto di una grafica flat apprezzabile, una modalità velocità, per raddoppiare le prestazioni; l’eliminazione delle immagini dal caricamento per risparmiare traffico dati; la possibilità di visualizzare la versione desktop del sito ma soprattutto la modalità di condivisione (che francamente non abbiamo ancora capito come attivare nè come disattivare, dato che alle volte può risultare fastidiosa), che consente di condividere con le app più utilizzate, o di ricercare sul web tramite un pop-up, ogni testo copiato, da ogni schermata.

Rating di giugno app 4

Si tratta ancora di un’app non al livello degli altri browser Android, difettando di una modalità di risparmio dati e di un settore per la gestione delle Impostazioni sulla privacy, ma attenderemo con fiducia i prossimi aggiornamenti.

Rating: AA; browser veloce, leggero, con aggiornamenti costanti e sempre ricchi di nuove aggiunte; l’unico problema è la modalità di condivisione, che a volte si attiva altre no, senza che sia possibile gestirla dalle impostazioni del browser.

APUS Browser su Google Play

Scopri QUI gli scorsi Rating di applicazioni, decine di app e giochi da provare assolutamente!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè i prossimi Rating nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sulla nostra pagina Google Plus, o, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//