Tutti i permessi Android spiegati dalla A alla Z

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Abbiamo già dedicato un’intera Piccole Guida ai Permessi Android: cosa sono, come funzionano ma soprattutto quali sono che vengono sfruttati maggiormente dalle applicazioni malevole per carpire i dati personali dell’utente e prosciugare il credito telefonico, dato che non tutte le app presenti sul Play Store sono completamente sicure (che potete leggere QUI in un’altra scheda).

Per questo abbiamo deciso di raccogliere in questo Approfondimento tutti i permessi Android, spiegandone funzionamenti e meccanismi dalla A alla Z; non si tratta ovviamente di un elenco completo, dato che Google ha provveduto a microfrazionare i permessi delle apprendendoli estremamente specifici e, per questo, assai numerosi. Solo un programmatore Google potrebbe fornire una lista esatta, che tra qualche mese potrebbe avere nuovamente bisogno di essere aggiornata.

Noi stessi provvederemo nel tempo ad aggiungere e/o rimuovere i nuovi permessi; nel frattempo, siete pronti a scoprire tutti i permessi Android?

Acquisti in-app

Permessi Android 14
Acquisti in-app

Questo permesso Android, oltre che ad essere il primo in ordine alfabetico, è anche quello più temuto, specialmente dai genitori: segnala infatti la presenza di contenuti acquistabili tramite il pagamento di determinate somme, ed è facile trovarli nei giochi gestionali per ottenere più risorse o denaro acquistando pacchetti all-inclusive. Ciononostante è capitato spesso che i bambini più piccoli abbiano avviato ingenti transazioni senza accorgersi che stessero spendendo soldi reali, e per questo Google ha deciso di avviare un giro di vite sulle modalità di pagamento.

Altro

Permessi Android 12
Altro

Altro non è esattamente un permesso: si tratta di un espediente da parte di Google per evitare di dover creare categorie di permessi utilizzati esclusivamente da poche app, frammentando così ancor di più il sistema dei permessi Android e rendendoli assolutamente poco user-friendly. Controllate sempre questa voce per scoprire cosa l’app in questione ha in serbo per voi di particolare.

Calendario

Permessi Android
Calendario

L’app con accesso a questo permesso Android potrà visualizzare tutti gli impegni che avrete memorizzato nel calendario; piuttosto innocuo se non siete soliti appuntarvi gli appuntamenti ed estremamente necessario alle app che vi aiutano ad organizzare la giornata.

Contatti

Permessi Android 10
Contatti Android

Abbastanza autoesplicativo come permesso Android: l’app che ne richiederà accesso non potrà aggiungere o togliere contatti, ma semplicemente li visualizzerà. Questo non significa che non potrebbero venir registrati su siti poco raccomandabili al posto delle informazioni di contatto.

Cronologia browser/app e dispositivo

Permessi Android 9
Cronologia app e dispositivo

L’applicazione richiedente questo permesso Android potrebbe essere un browser, un’app per il backup ed eventualmente anche un’applicazione per il social networking, in quanto necessaria alla sincronizzazione della cronologia ed alla sua lettura; ma sicuramente un gioco non ne ha bisogno nè ha necessità di ficcanasare nei segnalibri per poter funzionare correttamente, e di conseguenza siate certi che sta violando la vostra privacy.

Fotocamera

Permessi Android 16
Fotocamera

Le applicazioni che hanno accesso a questo permesso Android tipicamente si trattano di app per l’editing di foto, come PicsArt, o che fanno uso di videochiamate (a proposito, date un’occhiata QUI alla nostra Top10 app per le videochat), come Tango. Ciononostante, potrebbero anche sfruttare questa permissione per scattare fotografie nascostamente e spargerle su Internet, ma nella realtà si tratta di una pratica assai difficile da attuare.

Foto/elementi multimediali/file

Permessi Android 22
Foto/elementi multimediali/file

Potenzialmente si tratta di un’altro permesso molto invasivo: Foto/elementi multimediali/file consente ad un’app di avere accesso a tutti i dati locati nel vostro smartphone, comprese fotografie personali, video imbarazzanti (qualora ne aveste) e dati delle app. Tecnicamente molte categorie di applicazioni potrebbero averne bisogno per i motivi più disparati (dalla modifica delle foto al backup dei dati), ma ponete comunque molta attenzione al livello di affidabilità delle app a cui lo concedete.

Identità

Permessi Android 23
Identità

Potenzialmente uno dei permessi Android più generalisti e allo stesso tempo più pericolosi per la gestione della privacy e dei dati sensibili: d’altro canto l’accesso a Identità è stato reso necessario a tutti i giochi che vogliano far uso di Google Play Services (e quindi del backup automatico dei dati) così come a qualsiasi app che possegga anche la più piccola funzione di social networking, e quindi non ci pare il caso di scatenare una vera caccia alle streghe. Starà a voi, con il buon senso, decidere a quali app concedere questo permesso.

ID dispositivo e dati sulle chiamate

Permessi Android 11
ID dispositivo e dati sulle chiamate

Un’applicazione che richiede questo permesso in teoria non ha bisogno di effettuare chiamate vocali perchè sia fondamentale al suo corretto funzionamento: un gioco può averne bisogno per percepire il momento in cui una telefonata è in arrivo, in modo tale da poter mettere in pausa la partita e abbassare il volume. D’altra parte, però, ogni app a cui venga concesso può registrare l’IMEI e l’IMSI del dispositivo, potendo potenzialmente tracciare la locazione esatta dello smartphone senza dover utilizzare il GPS; per alcune app però è funzionale alla lotta contro la pirateria.

Informazioni sulla connessione Wi-fi

Permessi Android 25
Informazioni sulla connessione Wi-Fi

Utilizzando questo permesso Android, in combinazione con altri, le applicazioni dannose potrebbero causare un’impennata del consumo della batteria, dato che la connessione Internet, sia pure Wifi, causa un surriscaldamento della batteria se prolungata; d’altro canto si tratta di un permesso necessario anche solo per scaricare i banner pubblicitari da parte delle app che ne fanno uso, quindi siate pazienti ma anche molto, molto attenti.

Informazioni sulla connessione Bluetooth

Permessi Android 26
Informazioni sulla connessione Bluetooth

L’applicazione che richiede questo permesso potrà gestire il sensore Bluetooth del vostro smartphone: potrà rendere visibile il vostro cellulare agli altri dispositivi, creare connessioni autonome e inviare e ricevere dati senza chiedere il permesso dell’utente. Nonostante l’inquietudine che questo permesso Android potrebbe creare, in realtà è alquanto innocuo, dato lo scarso raggio delle connessioni Bluetooth.

Microfono

Permessi Android 27
Microfono

Le app con accesso al microfono del dispositivo potranno accendere e spegnere il microfono a loro piacimento; unitamente al permesso Telefono, potrebbero effettuare chiamate e registrare le conversazioni ad insaputa dell’utente, ma spesso sono richieste da dialer telefonici, essendo un permesso Android difficilmente mascherabile. Inoltre risulta indispensabile per applicazioni che necessitano di percepire i rumori esterni.

Posizione

Permessi Android 28
Posizione

Attraverso l’utilizzo del sensore GPS – che l’app in questione potrebbe attivare senza che abbia bisogno di chiedervene il permesso – questo permesso Android concede alle applicazioni di stabilire l’esatta posizione del vostro smartphone; ovviamente indispensabile per i navigatori satellitari, un po’ meno per alcuni giochi che potrebbero tenere traccia dei vostri spostamenti.

SMS

Permessi Android 29
SMS

L’app potrà inviare SMS ed MMS ad ogni numero, sia che sia nella rubrica del telefono, sia che non. Applicazioni malevole potrebbero sfruttarlo per inviare messaggi multimediali con pesanti ricadute sul credito.

Telefono

Permessi Android 30
Telefono

La concessione di questo permesso consente all’applicazione di accedere al registro chiamate e di telefonare anche senza il diretto consenso dell’utente (compresi numeri a pagamento che potrebbero prosciugare il credito telefonico); indispensabile per applicazioni che svolgono la funzione di dialer telefonico, come Skype e Line, molto meno per altre applicazioni che hanno poco a che fare con il mondo social.

Se volete scoprire quali e quanti permessi Android le vostre app vi chiedono, ma che soprattutto voi avete rilasciato, allora leggete la nostra Piccole Guida QUI che vi introdurrà all’uso di MyPermissions, l’app che controlla i permessi delle applicazioni!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè i prossimi Approfondimenti nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sulla nostra pagina Google Plus, o, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//