Google+ vs Facebook: 6 pregi di Facebook

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Avevamo cominciato il nostro confronto tra le applicazioni di Google+ e Facebook in QUESTO articolo, in cui avevamo presentato i 6 pregi del social network di Mountain View che, come abbiamo avuto modo di affermare i più di un’occasione, non è affatto morto così come molti sostengono, ma anzi è soggetto a una continua revisione da parte della casa di sviluppo tale da portare alla luce innovazioni pregevoli, come nel caso delle Raccolte.

Ciononostante, non siamo di certo miopi di fronte alle lacune ed alle limitazioni che l’app di Google+ presenta a confronto di Facebook, che dalla sua può contare una più lunga esperienza sul campo rispetto al concorrente; non sono le esclusive (come gli stati a cui possono essere attribuite delle azioni – “Sto guardando…“, “Mi sento…” – per esempio) a fare la differenza, bensì i piccoli accorgimenti che rendono l’applicazione molto più immediata ed istantanea all’uso: in una sola parola, smart.

Siete pronti a scoprire dunque i 6 pregi che Facebook può vantare a confronto con Google+?

Risposte ed immagini nei commenti – Google+ vs Facebook

Google+ vs Facebook 19
Gianni Morandi benedice i commenti!

Nel momento in cui si intrattiene una discussione su Facebook, la possibilità di rispondere ad un commento all’interno di un sottomenu, piuttosto che proseguire la conversazione nella stessa barra dei commenti, permette di evitare che gli interventi di più persone si sovrappongano rendendo caotica sia la lettura sia la risposta tra i partecipanti. L’esempio più brillante è riscontrabile nelle barre dei commenti al di sotto delle pagine di personaggi famosi, in cui le risposte vanno a formare delle vere e proprie “discussioni nelle discussioni” e razionalizzano l’esperienza, tenendo conto che nel momento in cui i commenti raggiungono le decine di migliaia le risposte sono più che fondamentali. A ciò aggiungiamo anche l’introduzione delle immagini nei commenti, che Google+ assolutamente non prevede – ma che sarebbe un grosso passo avanti per rendere il social network di Google più user-friendly e per fargli perdere – almeno in parte – quella fastidiosa patina di prodotto di nicchia.

Notifiche – Google+ vs Facebook

Google+ vs Facebook 9

Negli ultimi tempi Facebook ha fatto grandi passi nell’implementazione del settore delle notifiche, non solo rendendo disponibili opzioni per disattivare gli aggiornamenti dei compleanni, degli inviti ai giochi e quant’altra spazzatura possiate immaginare – e se volete sapere come riuscire a bloccare queste fastidiose notifiche, allora date un’occhiata QUI ai nostri Saggi Consigli per Facebook – ma anche permettendo di ricevere una segnalazione, per esempio, nel momento in cui un commento riceva un Mi Piace anche nel caso in cui non provenga da un amico. Piccoli mattoni che costruiscono una sezione Notifiche ordinata per senso cronologico decrescente, molto più semplice da controllare anche in pochi secondi rispetto a quella di Google+ – dove le azioni che riguardano l’utente sono esplicate solo sottoforma di testo, senza un’icona o un colore che aiuti a riconoscere visivamente un tipo di notifica da un altro. Accettabili nelgi anni ’90, forse, ma non nel 2015.

Home – Google+ vs Facebook

Google+ vs Facebook 10
Material Design sì, ma non solo

La sezione principale di Facebook è naturalmente la Home – e così avviene per ogni altro social network, Google+ compreso – raggiungibile comodamente tappando sulla prima delle sezioni in cui l’app è suddivisa; la sua composizione è estremamente varia: in essa si sovrappongono le notizie (più popolari o più recenti, a seconda delle impostazioni che avrete regolato) di pagine, gruppi, persone e pubblicità, e queste vengono selezionate da un algoritmo interno che provvede a mostrare solamente contenuti per cui l’utente abbia dimostrato particolare predilezione attraverso numerose iterazioni (Mi Piace, commenti, condivisioni, visualizzazioni…). Una Home che tutto sommato può essere considerata molto più pratica di quella di Google+: quest’ultima infatti non solo deve essere aggiornata manualmente ad ogni accesso, ma la dimensione dei riquadri delle notizie è sproporzionata, dato che non è presente alcun ridimensionamento delle immagini – che occupano in questo modo l’intera pagina – nè dei post. In questo modo la Home di Google+ diventa un insieme caotico e confuso di notizie casuali.

Foto – Google+ vs Facebook

Google+ vs Facebook 4
Molto meglio le foto di Facebook, non è vero?

Le fotografie sono circa il 50% dei contenuti condivisi giornalmente su Facebook, ed è chiaro che il social network ponga particolare attenzione alla catalogazione delle stesse: album, descrizioni, tag sono operazioni non più esclusiva della versione PC, ma che possono essere svolte in (relativa) tranquillità anche su Facebook, dove il sistema di riconoscimento dei volti sembra essere anche migliorato. Le foto sono poi sistemate in una comoda galleria, con un sistema di visualizzazione implementato negli ultimi aggiornamenti; lo stesso non si può dire della sezione “Foto” di Google+. Caotica, mal pratica e ben poco stimolante (per non parlare della fluidità), gli album rimangono l’unica vera risorsa per visionare le fotografie senza perdersi in un sottomenu che di Material Design ha davvero ben poco. Bisogna intervenire assolutamente.

Eventi – Google+ vs Facebook

Google+ vs Facebook 20
Non possiamo biasimare (troppo) Google+ per gli eventi

La sezione Eventi rappresenta sia un punto di forza che di debolezza per Facebook: se da un punto di vista tecnico tale sezione rappresenta una vera e propria agenda degli impegni, catalogati in ordine cronologico e in cui vengono inseriti persino i compleanni presenti e futuri, sul piano empatico non tutti sono felici di visualizzare, oltre agli eventi di reale importanza (quali, per esempio, feste di compleanno o di laurea), anche manifestazioni, raduni ed altri avvenimenti ai quali non ci si può rifiutare, ma per i quali non esiste altro modo per eliminarli dall’elenco. Per quanto riguarda l’omonima sezione di Google+, non ci sentiamo di criticarla dato che si difende egregiamente sia per il design, sia per la completezza d’informazioni – ed anzi, in certi punti è persino superiore alla sezione di Facebook. Sarebbe bene che su Google+ vi fossero inseriti compleanni ed eventi nelle vicinanze per rendere gli eventi più partecipativi, e non semplici appuntamenti di lavoro.

Pubblicità – Google+ vs Facebook

Google+ vs Facebook 8

Forse molti inorridiranno nel trovare questa sezione nella voce “pregi di Facebook“, specialmente sapendo cosa scrivemmo a riguardo delle ads su Google Play. Ciononostante, vi spiegheremo il nostro pensiero a riguardo: per pubblicità noi intendiamo, naturalmente, le sponsorizzazioni delle Pagine o dei post nelle apposite sezioni della Home. Su Facebook molte volte ci è capitato di venire a conoscenza di eventi, prodotti e persino di offerte di lavoro proprio grazie alle ads promosse dalle Pagine; di conseguenza ci pare molto felice questa pratica di comunicazione, solamente nei casi in cui serva davvero all’utente e sia costruita in maniera tale da interessarlo realmente. Per ora su Google+ di pubblicità non ce n’è ombra, e forse è davvero meglio così: verrebbe stravolto il senso iniziale ed integrata male in una Home da rivedere causerebbe una seconda, e più potente, emorragia di utenti.

Vi piacciono le sfide? Guardate il nostro confronto Inbox vs GMail che potete trovare QUI, dalle specifiche alle funzionalità scopriamo insieme quale app è migliore!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè i prossimi Versus nè gli altri articoli di AppElmo, allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sulla nostra pagina Google Plus, o, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//
charlotte skip the games chanel skipthegames pocatello escorts owensboro skipthegames bakersfield skipthegames com escorts lafayette la