Bloatware: cos’è, come funziona e come si disabilitano le app preinstallate

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Che cos’è un Bloatware? È una domanda perfettamente legittima per un utente Android che non si intenda troppo di programmazione o che quantomeno non sia abituato ad utilizzare una terminologia troppo tecnica per indicare i componenti e le applicazioni che compongono il proprio smartphone.

Ed è proprio per questo che noi di Appelmo vi forniamo una Guida per Nuovi Utenti interamente dedicata ai Bloatware, per permettervi di capire a fondo, ma senza entrare troppo nello specifico, cosa siano e come operino i Bloatware sui telefoni (nonchè il modo per disabilitarli, dato che molto spesso si trattano di compagnie non gradite).

Ormai immaginiamo che avrete capito a quale componente di uno smartphone si riferiscano i programmatori con il termine Bloatware, ma in ogni caso lasciamo che sia direttamente la nostra GNU a spiegarvelo in maniera sufficientemente esauriente. Pronti?

Cosa veramente è un Bloatware – Bloatware: che cos’è e come funziona

“Bloatware” è un termine notevolmente tecnico utilizzato per indicare, su Android, quelle applicazioni che vengono installate nativamente dalla casa produttrice e/o dal gestore telefonico con il quale la stessa azienda è affiliata sullo smartphone, e che non è possibile disinstallare senza dover ricorrere al rooting e alla conseguente disabilitazione della garanzia.

Bloatware cos'è come funziona e come si disabilitano le applicazioni preinstallate 3
Chi non ha paura dei Bloatware Samsung?

Sostanzialmente i Bloatware sono le applicazioni preinstallate che ogni utente, soprattutto quelli Samsung, è costretto a mantenere attive sul proprio cellulare per via dell’impossibilità di disinstallarle dalla memoria interna: alla pari delle Google App, i Bloatware sono monoliti inamovibili, ma, al contrario di questi ultimi, perlomeno le GApps sono nella gran parte delle utili nella gran parte delle loro funzioni.

Perchè i Bloatware vengono preinstallati? – Bloatware: che cos’è e come funziona

Sono veramente poche le applicazioni preinstallate che possono offrire prestazioni davvero soddisfacenti, ma ciononostante i produttori si ostinano ad installare i Bloatware sui propri device, andando ad occupare ulteriormente la memoria interna dichiarata e rallentando le prestazioni del dispositivo a causa dei loro processi in background. Ma perchè tutto ciò?

Bloatware cos'è come funziona e come si disabilitano le applicazioni preinstallate 5
Le GApps non le disinstallereste mai, vero?

Sia in Italia, ma soprattutto e specialmente negli Stati Uniti, i gestori telefonici e le case produttrici (HTC, Samsung e LG, ad esempio) stipulano degli accordi che li portano a vendere i telefoni direttamente con un carrier predefinito, permettendo all’utente di acquistare il dispositivo desiderato sottoscrivendo un abbonamento che gli permetterà di dilazionare il pagamento nel tempo tramite un sistema rateale; l’altra faccia della medaglia è costituita dalla presenza non solo dei Bloatware del produttore, ma anche del gestore, i quali spesso contengono al proprio interno servizi e contenuti a pagamento che l’utente sarà invogliato a comprare.

Bloatware cos'è come funziona e come si disabilitano le applicazioni preinstallate 6
Avete provato le app preinstallate di HTC?

È per questo motivo che i Bloatware vengono installati nativamente: in caso contrario nessun utente sano di mente deciderebbe mai di eseguire il download di un’app preinstallata, specialmente se appartenente ad un carrier (e basta dare un’occhiata alle valutazioni che i Bloatware della Vodafone ricevono su Google Play per rendersi conto sia dell’utilità, sia della qualità di tali applicazioni).

Non bisogna di certo fare di tutta l’erba un fascio: ultimamente infatti i produttori, se prima non riponevano alcun interesse nelle applicazioni preinstallate, con l’ascesa del mercato degli smartphone e l’espansione di Android (che, ricordiamolo, non può agire in nessun modo contro per evitare che preinstallino le suddette app) hanno cominciato ad identificare nei Bloatware un’estensione della propria reputazione, aggiornando, sfoltendo ed innovando il proprio catalogo di app. In questo modo HTC ha potuto proporre a tutti i suoi utenti applicazioni di qualità come ZOE o Galleria, e lo stesso dicasi per LG e (in parte) Samsung, che rimane comunque la Apple di Android sotto questo punto di vista (e vi lasciamo immaginare perchè).

Non disinstallazione ma disabilitazione – Come disabilitare le applicazioni preinstallate

Come già vi abbiamo accennato all’inizio di questa GNU; non è possibile disinstallare i Bloatware a causa della loro natura di applicazioni preinstallate, a meno che non decidiate di rootare il vostro smartphone. Ciononostante, a partire da Android Ice Cream Sandwich è possibile disabilitarli, in maniera tale da impedire che lavorino in background ed utilizzino risorse nonostante non vi siano di alcuna utilità.

Accedete ad “Impostazioni” > “Applicazioni“, e da qui selezionate l’app preinstallata che decidete di disabilitare.

Bloatware cos'è come funziona e come si disabilitano le applicazioni preinstallate 1

Da qui, tappate su “Disabilita” per procedere con la disabilitazione del Bloatware.

Bloatware cos'è come funziona e come si disabilitano le applicazioni preinstallate 2

Infine, cliccate su “OK” per confermare l’operazione. Fate attenzione a non disabilitare le applicazioni preinstallate che, collegate ad altri processi di Android, potrebbero essere vitali per il corretto funzionamento del Sistema Operativo!

A proposito di app inutili… Gli antivirus servono davvero a qualcosa? Scopri QUI i risultati della nostra ricerca a riguardo!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime GNU nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//