Bleep, l’app di chat di BitTorrent più sicura di WhatsApp – Spunti di Recensione

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Non vi fidate troppo delle politiche sulla privacy che WhatsApp (e di conseguenza Facebook) garantisce per i suoi utenti, ed in particolar modo riguardo la conservazione dei messaggi inviati all’interno dei server, e siete alla ricerca di un’alternativa? BitTorrent, il famoso servizio di condivisione di file, ha recentemente lanciato sul Play Store la propria applicazione di messaggistica, denominata Bleep: attraverso un protocollo P2P, neanche un messaggio verrà mantenuto nei loro server, ma non solo.

L’applicazione è stata sviluppata per poter garantire quanta più riservatezza possibile agli utenti, e allo stesso tempo per fornire un numero di features sufficientemente all’altezza della concorrenza: chiamate vocali attraverso Wifi e traffico dati sono previste, ma anche un servizio di chat temporanea (molto simile a quello di Snapchat) tale da rendere Bleep invitante non solo per i pochi utenti alternativi.

Siete pronti a scoprire Bleep, la nuova app di BitTorrent?

Che cos’è Bleep

Bleep è l’applicazione di messaggistica ideata e realizzata dal famoso sito BitTorrent: dopo un periodo alpha, accessibile solamente ai volenterosi tester che avessero fatto richiesta di partecipazione al programma, è finalmente sbarcata sul Play Store. Non solo non è necessario dover inserire il numero di cellulare per completare la registrazione, ma eventualmente ci si può limitare ad inserire unicamente il proprio nickname.

Bleep app BitTorrent Android 3
Una grafica che ci ha ricordato vagamente WhichApp

L’app presenta alcune affinità con WhatsApp (il colore predominante è il verde, mala tonalità che contrassegna Bleep è molto più chiara), ma anche molte differenziazioni: Bleep si basa su un protocollo Peer-to-Peer (P2P) che, contrariamente a quanto accade all’app di chatting di Facebook, che utilizza enormi server per lo smistamento dei messaggi, ricalca la stessa tecnologia utilizzata su sito BitTorrent per rendere ciascun cellulare un server a sè stante, rendendo quindi il processo di condivisione molto più rapido e veloce dato che i server principali devono sostenere in questo modo un flusso di dati molto minore. L’app, oltre alla classica chat privata, supporta le chiamate vocali tra gli utenti Bleep e una chat segreta, denominata “Go To Whisper”, che consente di inviare messaggi temporanei i quali, dopo 25 secondi dalla visualizzazione, scompaiono.

Pro e contro

Le maggiori incognite riguardo la tecnologia utilizzata per l’allocazione dei server: se infatti da una parte la modalità P2P permette a BitTorrent di fornire un maggiore rispetto per la privacy (i messaggi non vengono smistati dai server dell’azienda, e di conseguenza non possono nè venir letti nè conservati), dall’altra i protocolli utilizzati rendono gli stessi smartphone degli utenti dei server, ed in tal modo un hacker professionista potrebbe anche tentare di impossessarsi dei dati relativi al traffico della sua zona.

Bleep app BitTorrent Android 2
Pronti a rimanere stupiti da Bleep?

Naturalmente BitTorrent promette i più alti livelli di protezione, ma attualmente un problema più grosso la riguarda: la scheda di Bleep su Google Play sta collezionando recensioni discordanti a causa sia della scarsa diffusione dell’app (ma ci parrebbe strano il contrario, dato che si trova pubblicata sui market unicamente da due giorni) che impedisce gli utenti di testare a fondo le caratteristiche, sia del malfunzionamento di alcune features, come la modalità “Go to Whisper“, che a nostro parere è parsa la più interessante; i messaggi inviati infatti non solo scompaiono dopo 25 secondi, ma nel caso in cui l’utente tentasse di catturare la schermata il nome del mittente verrebbe oscurato, o l’intera immagine rovinata in maniera irreversibile.

Per ora ci limitiamo a constatare delle grandi potenzialità di Bleep, in attesa che i prossimi aggiornamenti la rendano ancora più performante. Da tenere d’occhio.

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se volete continuare a seguire sia i prossimi Spunti di Recensione sia gli altri articoli di AppElmo, allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema), oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sulla nostra pagina Google Plus, o, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Bleep su Google Play
Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//