Le recensioni su Google Play sono ancora attendibili? – EDIToriale

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Le recensioni servono ancora su Google Play? Questa è una domanda che merita un approfondimento: le recensioni, o valutazioni, sul Play Store sono di fondamentale importanza per le applicazioni, specialmente per il loro posizionamento all’interno della classifica stilata dal Market di Google; ma per gli utenti Android le recensioni sono ancora utili per distinguere un’app di qualità da una di poco conto? Davvero un’app ben sviluppata la si distingue dalle altre grazie a recensioni ad una stella da parte di persone che non hanno magari mai toccato più del 5% dei suoi contenuti?

Sulla base dell’esperienza personale e della constatazione di ciò che ormai è diventato il Play Store, vediamo di dare una risposta a questa domanda che non si riduca ad un monosillabico “no”.

A cosa servono le recensioni su Google Play?

Generalmente le recensioni sono utili alle tre categorie di persone coinvolte nel processo di valutazione di un’app: gli sviluppatori, gli utenti e Google stesso, nella figura di Android e di Google Play.

Recensioni su Google Play 2

Ma se analizziamo bene la situazione, sia volontariamente sia in maniera del tutto involontaria (ma non meno ingiustificabile) tutti e tre i personaggi di questa vicenda stanno contribuendo a distruggere il sistema di valutazioni del Play Store, rendendo i voti ed i commenti ben poco influenti per l’utente, che è il fruitore finale del processo di classificazione e graduazione delle app.

Partirò proprio da Google: può il creatore di Android, del Play Store e di tutto ciò che ne consegue, essere il primo a rendere inutile le recensioni? Certo che sì, ma probabilmente non è proprio ciò che realmente desidera. Ricordate, la domanda rimarrà sempre: “A cosa servono le recensioni su Google Play?”

Google

Principalmente a dare un’occasione alle applicazioni di rompere le scatole agli utenti con fastidiosi pop-up“; nonostante possa essere la risposta più azzeccata a questa domanda, a lato pratico le recensioni hanno una vera utilità: grazie alle valutazioni offerte dagli utenti Google riesce a costruire una gerarchia tra le app della stessa categoria, consigliando quelle più apprezzate agli utenti e ponendo i giochi in forte ascesa nella pagina principale del Play Store.

Recensioni su Google Play 3
Google Play

Google stesso però starebbe valutando di inserire le pubblicità sul Play Store, banner e sponsorizzazioni che virtualmente potrebbero invadere ogni settore del market per Android. Si tratta di fantasiose predizioni, ma non è del tutto inverosimile che si decida di inserire nelle “applicazioni consigliate” delle pagine di ogni gioco, o applicazione una fascia dedicata unicamente alle app consigliate. In questo modo però si andrebbe ad intaccare il sistema di recensioni su Google Play, che ha come scopo proprio la selezione delle “applicazioni consigliate” in modo da aumentarne la fama proprio grazie al merito che gli utenti hanno saputo riconoscerli.

Developers

Gli sviluppatori Android traggono un duplice vantaggio dalle recensioni su Google Play: uno pratico, per i motivi di classificazione descritti sopra, ed uno morale, ovvero il senso di soddisfazione che deriva dall’accumularsi di valutazioni positive. Vi è anche un terzo giovamento, ma che non tutti  developers sanno cogliere e sfruttare: le recensioni su Google Play permettono di cogliere “la pancia” dell’utenza, ovvero i pareri di coloro che quotidianamente utilizzano l’app in questione ed i miglioramenti che vorrebbero venissero implementati.

Recensioni su Google Play 4
Sviluppatore, why you do this?

In questo caso però gli sviluppatori si tirano la zappa sui piedi da soli: da qualche tempo infatti è venuto a galla e diventato di dominio pubblico lo scandalo delle recensioni truccate, ossia acquistate tramite servizi esteri e del tutto inattendibili. Un fenomeno che coinvolge maggiormente iTunes di Google Play, ma che comunque produce gravi danni: si stima che il 45% delle app presente sul market Android possegga recensioni falsate, e tra queste i Giochi sono la categoria che più tende a sfruttarle per aumentare la propria popolarità (seguono le app di editing di foto e video e quelle dedicate alla produttività).

Come può un utente dunque fidarsi di valutazioni simili, se la maggior parte di esse sono truccate? Non può, ma possiamo dire che nemmeno questa categoria sfugge alle critiche.

Utenti

Gli utenti sono l’anello finale della catena delle recensioni su Google Play: sulla base delle valutazioni eseguono le proprie scelte tra un’app e l’altra, ma viceversa sono proprio loro stessi (più o meno) a stabilire la fortuna o il triste destino di un gioco attraverso un voto da una a cinque stelle.

Recensioni su Google Play

Per l’appunto sono proprio gli utenti a dover essere maggiormente responsabili nei confronti delle recensioni che distribuiscono tanto allegramente sul Play Store, inconsapevoli o meno del fatto che una valutazione ad una stella può comportare un abbassamento repentino nella media finale del giudizio di un’app, e forse non è il caso di esprimere un voto così basso solamente perchè “mi sembra inutile, ma non l’ho ancora provata” (cercare per credere). Maggiore responsabilità e soprattutto razionalità nell’espressione dei propri pareri riguardo un’app, dato che il Play Store è un market e non la bacheca di Facebook.

Conclusione

Qual è dunque la conclusione che possiamo trarrre da tutto ciò? Principalmente che la colpa dell’abbassamento della fiducia nei confronti delle recensioni su Google Play è da distribuire equamente tra le parti, e non c’è, a mio parere, una categoria che meriti più colpe di un’altra. L’obbligo di utilizzo del profilo Google Plus per frenare il fenomeno delle valutazioni contraffatte ha certamente arginato il problema, ma non l’ha risolto.

appelmo logo ben fatto
What else?

Di conseguenza, mi viene da pensare che, in futuro, gli utenti si rivolgeranno più a siti specializzati (e lo penso perchè ne gestisco uno, ma perchè rappresenta il risultato finale del ragionamento qui esposto) che, oltre a fornire recensioni di qualità, sappiano anche essere imparziali ed obiettivi: in una sola parola, sappiano essere dei professionisti.

Cosa ne pensate? Se condividete la mia opinione, oppure siete di un parere completamente opposto, non mancate di farmelo sapere nella barra dei commenti qui sotto, oppure inviandomi una mail all’indirizzo [email protected]! Altrimenti potete sempre inviarmi lettere minatorie sui miei profili Google Plus (dove potete aggiungermi anche dal badge laterale, naturalmente) e Twitter. Non dimenticatevi di iscrivervi alla newsletter, attraverso il form qui sotto, per non perdervi un articolo o, in alternativa, potete sempre scaricare l’app di AppElmo da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar.

 [wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//