Angry Birds Z: il mashup tra Dead Trigger 2 e Angry Birds in un nuovo gioco

Rilasciare un gioco il primo di aprile lascia sempre qualche perplessità, specialmente se si tratta di un gioco di una certa particolarità e, soprattutto, frutto della collaborazione di due case di sviluppo in apparenza poco compatibili, perlomeno per la tipologia di prodotti che sono soliti trattare. Madfinger Games e Rovio, due colossi nel settore dei giochi Android, hanno rilasciato Angry Birds Z, uno sparatutto in stile cartoon in cui le meccaniche di gioco di Angry Birds si fondono con le tematiche di Dead Trigger 2 (l’epidemia zombie, ovviamente).

Un poco macabro, ma diretto

Il gioco si compone di due mondi suddivisi in quindici sottolivelli, ognuno dei quali giocabile attraverso due modalità: classica, e “Shoot ‘em all“, che differiscono notevolmente l’una dall’altra. La prima si struttura come (quasi) ogni altro gioco targato Angry Birds, in cui l’utente dovrà sconfiggere orde di maiali zombie lanciando gli uccelli contro costruzioni fatiscenti, case di sasso e strutture di legno e vetro. Attenzione però a non colpire direttamente i maiali, altrimenti l’uccello diventerà uno zombie a sua volta: il potere del contagio.

Gli zombie vi hanno raggiunto!

La seconda modalità di Angry Birds Z, “Shoot ‘em all“, è invece un chiaro riferimento alle meccaniche di gioco di Dead Trigger 2 ed in qualche modo si avvicina più al gameplay di Angry Birds Transformers che a quello della serie classica: l’utente dovrà guidare un gruppo di cinque fortunati uccelli ed un maiale che, costretti ad un’alleanza tattica per via dello scoppio di un’epidemia zombie, dovranno farsi strada tra tucani privi di cervello e maiali affamati di carne d’uccello (e di uova, naturalmente).

Combattete fino all’ultimo sangue!

La visuale è in terza persona, ma i coinvolgimento è totale: ogni protagonista avrà infatti a disposizione una sola arma (a scelta tra una balestra, una mazza ferrata, un fucile AK-47, un lanciagranate, un lanciafiamme ed una spada) e che potranno poi in seguito essere potenziate o sostituite con strumenti di morte molto più letali e potenti. Nessuna violenza eccessiva: Angry Birds Z non permette infatti nè la visione del sangue nè di cervella lanciate lungo i corridoi degli stage.

Non violento?

L’avventura infatti si snoda attraverso due mondi: il primo, d’introduzione alla storia principale di Angry Birds Z (che si preannuncia alquanto lunga) sarà ambientato all’interno di una città fantasma, da cui avrà inizio l’epidemia e i nostri eroi saranno costretti a difendersi da orde di maiali zombie; il secondo, che vede l’inserimento della minaccia del contagio tra uccelli, si snoda nei corridoi di un carcere, luogo tetro e piuttosto inquietante, specialmente se infetto da centinaia di non morti!

I maiali zombie non sono così stupidi come sembra…

Angry Birds Z è disponibile al download già da oggi; potete scaricarlo dal Play Store cliccando sull’icona verde posta in fondo a quest’articolo.

Se non volete perdervi nè le prossime news nè gli altri articoli di AppElmo, allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema), oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sulla nostra pagina Google Plus, o, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Angry Birds Z su Google Play
Commenti (0)
Aggiungi commento