Tre anni di Google Play: storia, infografiche, regali ed app in sconto

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Google Play compie tre anni, e si può dire che li porti benissimo: nonostante la giovane età, si classifica tutt’ora come il più vasto store di applicazioni, con più di un milione e mezzo di applicazioni (registrate attorno alla fine del 2014) e 50 milioni di download totali. Google non ha poi limitato il suo market ad una semplice raccolta di app: libri, musica, quotidiani e riviste sono i prodotti che è possibile acquistare e scaricare dalle varie applicazioni secondarie del brand, come Google Play Libri e Google Play Edicola.

Google ha iniziato i festeggiamenti sin dal 2 marzo, aprendo su Google Play un’intera sezione dedicata agli sconti e alle promozioni in onore di questo terzo compleanno. Di conseguenza, anche noi di AppElmo abbiamo deciso di dedicare nella giornata di oggi un Approfondimento a Google Play, e non ci limiteremo ad una blanda esposizione delle app in offerta: percorreremo infatti i passi che hanno portato l’Android Market prima e Google Play dopo a diventare ciò che è adesso, avvalendoci di infografiche reperite (e reperibili) sulla pagina inglese di Wikipedia.

Pronti per questo tuffo nel passato?

La storia

In origine c’era l’Android Market

Google Play compleanno 10
Il buon, vecchio Android Market

Annunciato il 28 agosto del 2008, e rilasciato il 20 ottobre successivo, l’Android Market era il punto di riferimento per il download delle app compatibili con il nascente sistema operativo lanciato da Google, Android. Nel marzo 2009 le applicazioni presenti erano solamente 2.300, ma nel giro di due anni la cifra si sarebbe centuplicata, raggiungendo le 200.000 unità nel maggio 2011. Nel frattempo Google non era rimasta inerte davanti al crescente interesse degli utenti nei confronti del mercato delle applicazioni: il supporto alle app a pagamento era stato integrato già nel febbraio 2009 negli Stati Uniti e nel Regno Unito, e successivamente esteso ad altri 29 paesi; due anni dopo l’Android Market era già raggiungibile da PC tramite un web client e nello stesso anno Google introduceva i supporti ai pagamenti in-app, permettendo agli sviluppatori di vendere aggiunte o servizi all’interno delle proprie app gratuite.

Il 6 dicembre 2010 nasceva però il Google eBookStore, uno store mobile dedicato interamente alla condivisione ed alla vendita di eBook, con un catalogo iniziale di oltre 3 milioni di titoli e tassello fondamentale alla nascita di Google Play.

Intanto la storia dell’Android Market stava giungendo al suo termine naturale: nel maggio 2011 vennero inserite le categorie e le sezioni a scorrimento, rendendo lo store molto più funzionale ed user-friendly, mentre nel settembre dello stesso anno subiva una ridefinizione della grafica e due mesi dopo il catalogo dei contenuti si arricchiva con Google Music. Google Play stava arrivando.

Google Play, come tutti lo conosciamo

Google Play compleanno 11
Google Play!

Il 6 marzo 2012 l’Android Market ricevette un aggiornamento considerevole, che andò a mutare completamente la struttura interna dello store, a partire dal nome: era nato Google Play. Ma le novità non erano di certo finite: due mesi dopo Google rilasciava le applicazioni collegate, ovvero Google Play Edicola, Google Play Film, Google Play Musica e Google Play Libri, che hanno reso la galassia Google Play mai prima d’ora ordinata e, soprattutto, vasta: se alla sua nascita Google Play contava 470.000 app, l’ultimo rilevamento rilasciato nel novembre 2014 ha contato più di 1.300.000 applicazioni, superando abbondantemente il diretto concorrente, l’App Store di Apple.

La galassia Google Play

Nonostante sia ben noto che Google Play è il centro nevralgico dello smartphone, visto che è da questo store che provengono la maggior parte delle app installate su ogni device Android, vi sono numerose applicazioni collegate al market di Google che contribuiscono ad ampliarne il raggio d’azione e d’interesse: store estremamente specifici, dedicati ad ogni aspetto del settore dell’intrattenimento, e le scopriremo una ad una!

Google Play Libri

Google Play compleanno 8

La storia di Google Play Libri non è recente come può sembrare: l’app nasce infatti sulle ceneri di Google eBookStore, lanciato nel dicembre 2006 come il più ampio negozio online di eBooks, e successivamente venne riadattato alla nuova linea Google Play nella forma che oggi viene preinstallata nei nostri smartphone.

A differenza di Amazon Kindle ed Apple iBooks, Google Play Libri è open-source, e si possono trovare sia titoli disponibili al download gratuito (specialmente di quegli autori il cui diritto di copyright è scaduto, come Manzoni e Leopardi), sia libri editi molto di recente, come il best-seller “Sottomissione” dello scrittore francese Houellebecq, scaricabili a seguito dell’acquisto con Google Wallet o attraverso l’utilizzo di una Google Play Card. Il catalogo virtuale contiene oltre 4 milioni di titoli, classificandosi come la più grande raccolta di ebook mai esistita, la cui vendita è disponibile in oltre 65 paesi, tra cui naturalmente l’Italia. Gli utenti possono accumulare un massimo di 1000 ebook, visualizzabili tramite l’app Google Play Libri, l’applicazione Chrome o attraverso qualsiasi browser che supporti il codice HTML-5.

Google Play Libri

Google Play Film

Google Play compleanno 5

Google Play Film è un servizio di vendita e noleggio di lungometraggi, film e, ma solamente in alcuni paesi, serie TV. Le pellicole possono essere acquistate o prese a noleggio in più di 70 paesi, ed i generi disponibili spaziano dalla commedia, alla fantascienza, al drammatico. Inoltre, in Canada, Stati Uniti, Giappone, Regno Unito ed Australia, sono acquistabili anche le serie TV, sia per episodio che per stagione.

Google Play Film

Google Play Musica

Google Play compleanno 6

Un servizio di streaming musicale basato sul sistema cloud era già stato lanciato nel corso dell’evento Google I/O del 2010, ma solamente un anno dopo vide la luce sotto il nome di “Music Beta”; nel novembre dello stesso anno Google Music divenne parte integrante dell’Android Market, con tanto di pagamento delle canzoni tramite credito telefonico e pagine Google Plus degli artisti direttamente collegate. Ma Google puntava molto in alto: nel corso del tempo fecero il suo ingresso su Google Music le case discografiche più famose d’America, come l’Universal Music Group, l’EMI e la Sony Music Entreteinment, mentre nessun accordo fu siglato con la Warner Music Group.

Google Play compleanno
Livello di diffusione di Google Play Musica

Nel 2012, con l’avvento di Google Play Music, più di 16 milioni di tracce erano disponibili, contro gli 8 milioni del debutto di Google Music; attualmente, più di 30 milioni di brani compongono lo store online, il quale offre all’utente una capacità massima di archiviazione di 50.000 canzoni e due piani: uno gratuito, ed uno a pagamento denominato Play Music All Access (9,99€ al mese per uno streaming illimitato senza pubblicità).

Google Play Musica

Google Play Edicola

Google Play compleanno 7

Google Play Edicola permette di acquistare numeri singoli di riviste che dispongano di una versione eBook, ma anche di sottoscrivere un abbonamento mensile od annuale per poter sfogliare offline ogni giorno i propri quotidiani preferiti.

Google Play compleanno 3
Diffusione di Google Play Edicola: in azzurro i paesi dove sono disponibili i soli contenuti gratuiti, in blu anche quelli a pagamento

Al suo lancio, Google Play Edicola presentava solamente 1.900 riviste e giornali; è naturalmente disponibile, per ogni contenuto a pagamento, una versione di prova, la cui durata può variare tra i quindici e i sessanta giorni, ma solamente in 11 paesi le sue funzionalità sono completamente accessibili.

Google Play Edicola

Google Play Giochi

Google Play compleanno 4

Ultimo, ma non meno importante, Google Play Giochi è la piattaforma di collegamento tra i giocatori Android di tutto il mondo; attraverso questo servizio, ogni utente può creare un proprio profilo, accedere ai giochi che supportino il login e salvare i progressi nel sistema cloud, sincronizzandoli tra i device. Con Google Play Giochi è possibile visualizzare i propri progressi, accumulando punti ad ogni obiettivo sbloccato e salendo di livello, ma anche di prendere visione dei punteggi dei propri amici e di sfidarli, se possibile in partite multiplayer.

Google Play Giochi

Google Play Dispositivi

Google Play compleanno 99
Il Nexus 6 della Motorola

Google si affida annualmente alle case produttrici di smartphone per affidare loro la progettazione e costruzione dei dispositivi contenenti Android puro, senza interfacce personalizzate (come la Touchwiz di Samsung o la Sense di HTC). In Google Play Dispositivi è possibile acquistare smartphone e tablet della linea Nexus, smartwatch Android Wear, dispositivi Chromecast ed accessori come custodie e tastiere.

Google Play Dispositivi

Offerte di compleanno!

Google Play compleanno 9

Come vi avevamo annunciato all’inizio di questo articolo, in occasione del compleanno di Google Play non siamo noi a dover fare un dono a Google, ma è Google a fare un regalo a noi! È stata infatti aperta su Google Play una sezione dedicata alla segnalazione di applicazioni, film, riviste e brani in promozione: tra questi troviamo film come L’era glaciale e World War Z ad un prezzo esclusivo, così come l’album del cantante rap Eminem “Courtain Call: The Hits”; tra le app vi consigliamo particolarmente Runtastic PRO e Runtastic Sit-Ups PRO, all’esclusivo prezzo di 10 centesimi, mentre tra le riviste non possiamo non consigliarvi un anno di abbonamento alla rivista Capital a solo 1€!

Non perdetevi poi gli esclusivi regali: il film “Il primo dei bugiardi”, una commedia leggera e divertente, e l’appetitoso album dei Coldplay “Ghost Stories”, imperdibile anche per coloro che non siano fan del band!

Offerte per il compleanno di Google Play

Possiamo dunque certamente affermare che il bilancio di questi tre anni sia più che positivo, con un parco di applicazioni in continua e rapida espansione ed un futuro notevolmente roseo. Android, e Google Play di conseguenza, sono più stabili che mai. O, almeno, ce lo auguriamo.

Se non volete perdervi nè le prossime news nè gli altri articoli di AppElmo, allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema), oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter e sulla nostra pagina Google Plus, o, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//