Top10 Google App che nessuno conosce – R&R

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Google ha lanciato, per ora disponibile unicamente negli Stati Uniti, ma in un futuro non troppo lontano anche nel resto del mondo, YouTube Kids, un’app generata dalla costola di YouTube e dedicata principalmente ad un pubblico di bambini e ragazzi.

Ma sono molte altre le applicazioni che Google e le sue partecipate hanno rilasciato nel corso degli anni, molte delle quali sono passate in sordina per via del campo d’applicazione ristretto (in particolare ci riferiamo a quelle il cui funzionamento è limitato ad alcune aree degli uffici Google, e sviluppate in occasione di particolari eventi), oppure perchè al momento dell’uscita altri prodotti ne avevano oscurato l’arrivo.

Qualunque siano state le ragioni, non crucciatevi: abbiamo infatti raccolto le dieci Google App che nessuno conosce (a parte pochi intenditori) in questa classifica, e potrete vantare in questo modo con i vostri amici una conoscenza davvero fuori dal comune! Sempre che anche loro non leggano AppElmo, ovviamente.

Pronti?

10 – Sound Search for Google Play

Se siete stanchi della lunga faida che divide i fan di Shazam con quelli di SoundHound, e vorreste invece un prodotto più vicino all’esperienza Android puro, allora perchè non rivolgersi direttamente a chi ha sviluppato il sistema operativo?

Google App che nessuno conosce 9

Sound Search for Google Play è infatti l’identificatore di musica creato direttamente da Google; semplice e facile da utilizzare, si compone principalmente di un widget che può essere posizionato in qualunque angolo della schermata principale. Con Sound Search non solo è possibile identificare canzoni sul momento tappando sull’icona, ma le ricerche possono essere archiviate e condivise tra i vari device in proprio possesso. Sound Search inoltre, una volta identificata una canzone, la inserisce automaticamente alla libreria musicale di Google Play Music, mentre nel caso in cui il brano sia disponibile sulla Google App, e non presente nel catalogo dello smartphone, collega l’utente automaticamente alla pagina dell’album per consentire di procedere all’acquisto.

Sound Search for Google Play su Google Play

09 – Primer: Marketing for Startups

La Google App che non ti aspetti, ma che forse avresti dovuto prevedere: Primer rappresenta infatti la vocazione imprenditoriale di Google, che si traduce in un’app che provvede ad impartire agli utenti, aspiranti affaristi oppure membri di start-up, lezioni basiche – ma alle volte anche molto avanzate – di marketing, dalla durata di 5-10 minuti l’una.

Google App che nessuno conosce 1
Pronti a diventare degli esperti di marketing con questa Google App?

Naturalmente gli insegnamenti sono interamente in inglese, ma a compensare questo difetto (non molto grave di per sè, essendo ormai l’inglese la lingua degli affari, e di conseguenza chiunque volesse cimentarsi in avventure imprenditoriali dovrebbe conoscerlo a sufficienza) vi è la completa disponibilità offline dei contenuti, di cui potrete usufruire anche in aereo o in ambienti in cui la ricezione della rete potrebbe risultare difficoltosa (ma in quel caso potreste dare un’occhiata alla nostra Top5 app per potenziare il Wifi, la rete e la connessione dati). Con Primer, senza seguire corsi a pagamento di alcun tipo (e di scarsa affidabilità), potrete diventare degli esperti di web marketing e di promozione dei contenuti; naturalmente il progetto è in fase di elaborazione, ma siamo sicuri che Primer ha un roseo futuro davanti a sè!

Primer: Marketing for Startups su Google Play

08 – Google Authenticator

Google Authenticator è la Google App che provvede a rendere molto più sicuro l’account Google di qualsiasi utente, attraverso un meccanismo tanto semplice quanto efficace: la verifica in due passaggi.

Google App che nessuno conosce 2
Google Authenticator ha ricevuto di recente un aggiornamento che ha introdotto il Material Design

Google Authenticator, una volta eseguito il login con l’account Google principale, fornisce un codice che necessariamente dovrà essere utilizzato per accedere al proprio profilo, oppure per utilizzare l’account Google per registrarsi ai servizi, e così via. È possibile naturalmente generare più codici. Nonostante dunque l’interfaccia spartana, Google Authenticator è un valido alleato alla lotta per la sicurezza che abbiamo consigliato persino nella nostra serie di Saggi Consigli per aumentare la privacy del proprio device (che potete controllare QUI).

Google Authenticator su Google Play

07 – Google Gesture Search

Vi ritrovate spesso di fretta, e vi capita di perdere molto tempo nel ricercare un’applicazione o un contatto nella rubrica? Con Google Gesture Search questi problemi non sussistono più!

Google App che nessuno conosce
Basta un gesto!

Installando questa Google App vi basterà infatti tracciare sullo schermo (più è ampio, migliore sarà il risultato) in maniera sufficientemente chiara una lettera per veder comparire, in ordine alfabetico, tutte le app iniziali con tale lettera. Google Gesture Search risulta molto comodo specialmente in automobile, ma la maggioranza degli utenti ha lamentato per lungo tempo l’assenza di un widget che avrebbe velocizzato la ricerca (e che è poi stato introdotto con la versione 2.1.4): per inizializzarla era infatti necessario aprire primariamente l’applicazione.

Google Gesture Search su Google Play

06 – Photo Sphere

Volete rendervi utili anche in vacanza? Siete degli appassionati esploratori e adorate visitare luoghi molto spesso inaccessibili ai normali turisti, oppure poco frequentati? Photo Sphere è la scelta giusta, ma non se possedete un telefono Android.

Google App che nessuno conosce 11
Volete contribuire alla Street View?

Photo Sphere è infatti una Google App che – incredibilmente – è disponibile al download solamente per utenti iOS. Con Photo Sphere è possibile creare, utilizzando la fotocamera del proprio iPhone, immagini tridimensionali scattando fotografie a 360°, le quali vengono poi pubblicate su Google Maps e contribuiscono ad arricchire il panorama delle Street Views, in alcuni posti irraggiungibile dalle telecamere ufficiali di Google; i risultati sono davvero straordinari. In alternativa è sempre possibile visualizzare le fotografie scattate dagli altri utenti, e navigare alla ricerca di quelle più belle: purtroppo, Photo Sphere non è usufruibile dai possessori dell’iPhone 4 nè dagli utenti Android, ma è sempre possibile rifarsi con la nuova app di Street View.

Photo Sphere sull'App Store

05 – Google Opinion Rewards

Probabilmente si tratta della Google App più conosciuta tra le meno conosciute: Google Opinion Rewards è l’applicazione che paga i propri utenti. L’app provvede infatti a sottoporre all’utente, in seguito ad un primo test introduttivo, test e sondaggi rilasciati dalle multinazionali alla ricerca di consumatori disponibili e volenterosi.

Google App che nessuno conosce 12

Partecipando (e portando a termine) ciascun sondaggio verrà accreditato sul conto dell’utente un importo che può arrivare sino a 0,75€ per volta; si tratta di denaro che può essere utilizzato unicamente all’interno del Play Store, ma che comunque contribuisce a rendere i giochi e le app a pagamento molto più appetibili. La grande pecca di Google Opinion Rewards è rappresentata dalla scarsità di sondaggi disponibili, mancanza segnalata da numerosi utenti delusi da quella che sembra essere. Se anche voi fate parte di questa categoria, allora date un’occhiata QUI alle migliori app per guadagnare con Android.

Google Opinion Rewards su Google Play

04 – Google Classroom

Parlammo già a lungo di questa Google App nell’EDIToriale Google Classroom: l’app Android per le scuole del futuro spiegando come l’app possa, e debba, diventare un punto cardine dell’organizzazione tecnologica delle scuole italiane.

Google Classroom Android
Google Classroom, per le scuole del futuro!

Classroom non è altro che un grande registro elettronico ideato da Google, che al momento della sua uscita su Android era già stato sperimentato con successo in alcuni atenei statunitensi: attraverso questo servizio è possibile non solo condividere, da parte dell’insegnante, gli avvisi ed il materiale didattico con la propria classe virtuale (organizzata inserendo nel registro gli account GMail degli alunni), ma per gli alunni rappresenta anche una grande comodità, riuscendo a tenere sotto controllo, attraverso una sola app gli orari, i compiti a casa e le date delle verifiche, raccolti nel proprio smartphone ed accessibili in ogni momento. Speriamo solo che venga apprezzato in futuro non solo negli USA, ma anche in Italia.

Google Classroom su Google Play

03 – Field Trip

Field Trip non sarebbe esattamente un’applicazione che dovrebbe essere inserita nelle Google App, poichè non venne sviluppata da Google bensì da una sua sussidiaria, Niantic Project, già autrice del ben più famoso Ingress, il gioco in realtà aumentata.

Google App che nessuno conosce 4

Field Trip, per ora disponibile unicamente in inglese, è un’app che fornisce un supporto di straordinaria importanza per i turisti di qualsiasi città culturale: avvalendosi di numerosi team di esperti (tra cui i ragazzi di Sunset, Cool Hunting, WeHeart ed Inhabitat), l’applicazione interagisce con il sistema di geolocalizzazione dello smartphone e provvede a far comparire, tramite pop-up e schede a schermo intero, approfondimenti e descrizioni dei luoghi e dei monumenti che non solo si sta visitando, ma accanto ai quali molto spesso si transita senza nemmeno accorgersi della loro esistenza! Field Trip è un’applicazione che, se supportata ed implementata nelle varie lingue, potrebbe diventare la guida turistica definitiva per ogni utente Android.

Field Trip su Google Play

02 – Intersection Explorer

Nonostante non venga più aggiornata nè revisionata dal 2013, Intersection Explorer può essere a nostro avviso ancora inserita nella lista delle Google App.

Google App che nessuno conosce 6

Su quest’applicazione non c’è molto da dire: semplice e con pochi fronzoli (anzi, potremmo comodamente definirla anche povera dal punto di vista grafico), Intersection Explorer dovrebbe costituire un supporto indispensabile per i non vedenti attraverso la pronuncia ad alta voce dei nomi delle strade e dei vicoli che si stanno percorrendo, aiutando così l’ipovedente ad orientarsi nelle intersezioni (appunto) della propria città. Un prodotto dai nobili ideali, ma non sarebbe male se fosse rivisto nelle sue componenti interne.

Intersection Explorer su Google Play

01 – Big Web Quiz per Chromecast

Se non conoscete Big Web Quiz, non preoccupatevi, è più che comprensibile: si tratta infatti, tra tutte le Google App finora elencate, dell’applicazione più esclusiva e difficile da testare, visto che necessariamente richiede un supporto Chromecast da collegare al proprio televisore.

Google App che nessuno conosce 5

Big Web Quiz nasce come gioco di gruppo, grazie al quale voi e i vostri amici potrete sfidarvi alla ricerca del campione attraverso un’iterazione smartphone-televisore! Il gioco consiste in un quiz in cui viene eletto vincitore colui che riesce a rispondere nel minor tempo possibile al maggior numero di domande; purtroppo è disponibile unicamente in lingua inglese, e comprendere le sfide potrebbe non essere così immediato, ma confidiamo in futuri aggiornamenti ed in una diffusione maggiore del Chromecast. Se siete in possesso di questo straordinario supporto allora vi consigliamo di dare un’occhiata a QUESTE app e giochi che vi consigliamo di provare sulla vostra Smart TV!

Big Web Quiz su Google Play

Ci sono molte altre app da scoprire: leggi QUI la nostra classifica di app per guadagnare con la fotografia!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime R&R nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus, sulla nostra rivista Flipboard e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

[wysija_form id=”3″]

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//