Antivirus Android – Le piccole guide di AppElmo [parte 1]

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Un antivirus è probabilmente la prima cosa che, appena acquistato un computer, ci affrettiamo a caricare in modo da proteggere il nostro nuovo acquisto da eventuali attacchi esterni; ci protegge da spyware, malware, virus generici e preserva i dati, almeno quelli più sensibili, da qualsiasi tipo di violazione: ma è lo stesso anche per quanto riguarda gli antivirus Android?

Ci sono smartphone, infatti, che, anche dopo anni di onorato servizio, non hanno mai avuto alcun problema a riguardo pur senza aver installato al loro interno alcuna forma di protezione: ciò però non significa che gli antivirus Android non siano utili, assolutamente! I nemici più insidiosi infatti si nascondono nell’ombra, e fanno il meno rumore possibile per evitare di essere scoperti e per poter di conseguenza agire indisturbati su tutti i file e le cartelle del nostro telefono; naturalmente molti si saranno posti la domanda se e come gli antivirus Android funzionino poichè, anche se ci giungono costantemente dagli Stati Uniti notizie di nuovi virus e trojan potenzialmente fatali per il nostro smartphone (ed anche per il nostro conto corrente), raramente ci sarà capitato di essere sottoposti ad una minaccia reale. Ma capire i loro strani meccanismi non può che far bene, non trovate?

Gli antivirus Android si basano maggiormente sulla difesa che sull’offesa

Antivirus Android 2

Quando accedete alla schermata principale di un qualsiasi antivirus Android, le azioni maggiormente messe in risalto dagli sviluppatori riguardano generalmente azioni principalmente dirette alla protezione del telefono, come l’uccisione delle applicazioni in attività, la cancellazione remota dei contenuti del telefono, il backup totale degli stessi sul cloud…

L’applicazione AVG Free contempla poche righe riguardo l’esplicazione delle funzioni di contrasto attivo contro i virus: “Eseguire la scansione di app, impostazioni, file e contenuti multimediali in tempo reale” e “proteggere i dispositivi da app dannose, virus, malware e spyware”; lo stesso vale per avast! Mobile Security, e per anche gli altri concorrenti della categoria. C’è una ragione logica per questo, naturalmente: su Android i virus funzionano in maniera molto più differente rispetto a quanto siamo abituati a vedere sul desktop, anzi si può anche dire che rappresentino il male minore. I rischi maggiori per uno smartphone Android sono infatti i malware, gli spyware e le applicazioni maligne, e questo gli antivirus Android lo sanno bene: agiscono tramite applicazioni fasulle, app pirata, annunci o semplicemente attraverso il browser.

Un dato allarmante a tal proposito è fornito dall’ultimo rendiconto di Kaspersky Security Network, il quale ha provveduto a stilare un’analisi approfondita degli attacchi avvenuti a danno dei 5 milioni di dispositivi che l’antivirus ha controllato: il numero di attacchi per mese è infatti passato da 69.000 a 650.000 tra l’agosto del 2013 e il marzo del 2014. Durante questo periodo, inoltre, i ricercatori per la sicurezza di Kaspersky hanno trovato 175.442 nuovi ed unici tipi di malware per Android.

Come se non bastasse, Adrian Ludwing, capo della sicurezza Android sotto le fila di Google, ha affermato riguardo gli stessi antivirus Android: “Io non credo che il 99% degli utenti, e forse anche di più, possa ottenere davvero un beneficio dagli antivirus”; secondo quanto da lui riportato anche in altre occasioni, se un utente si comporta sempre nella maniera corretta, non avrà mai bisogno di un antivirus. Quindi, se il vero problema sono i malware, come bisogna comportarsi per evitarli?

Come impedire ai malware di raggiungere i file di sistema

antivirus android
Piccoli consigli per stare al sicuro!

Volendo creare dei macrogruppi, esistono due tipi di utenti Android: quelli che possiedono uno smartphone con i permessi root sbloccati, e quelli che invece o non si sono mai interessati all’argomento o non hanno sufficienti conoscenze tecniche per poter installare una ROM. La prima categoria di persone è sicuramente quella più esposta ad attacchi da parte di intrusi esterni, poichè nei loro sistemi operativi è molto più semplice per le applicazioni accedere ai file di sistema, mentre gli appartenenti alla seconda sono al sicuro, alla pari dei file.

Ciò però non significa che gli hackers non sappiano trovare una strada in ogni caso; alle informazioni strettamente personali – come SMS, contatti, e-mail… – hanno già accesso quotidianamente le applicazioni, per cui bisogna che tutti prestino attenzione a pochi e piccoli suggerimenti per preservare al meglio la sicurezza del proprio smartphone.

Scaricate applicazioni solamente dal Play Store
Antivirus Android play store
Scaricate le app solo dal Play Store!

Scaricare applicazioni da market di terze parti non comporta la stessa sicurezza che quelli ufficiali vi offrono; nonostante la benigna presenza di un antivirus Android installato, non vi sono garanzie che ciò che installate sia sicuro al 100%. Lo stesso Play Store non ha una rigida politica di controllo delle app che vengono caricate all’interno – al contrario di ciò che accade nell’App Store – e di conseguenza è possibile trovare applicazioni che simulino l’ufficialità di una certa marca o azienda (pensiamo in primo luogo alla casella email di Wind, Libero, che si ostina nel mantenere una versione web del proprio portale ottimizzata (peraltro male) per mobile invece di creare una banale app che consenta una gestione su smartphone della posta elettronica), ma che in realtà hanno come unico scopo quello di carpire informazioni personali.

Qualora siate in dubbio riguardo l’ufficialità di un’applicazione anche dopo averne letto la descrizione, date un’occhiata anche alle recensioni e alla valutazione complessiva: nonostante casi isolati come quello dell’app di Facebook, solitamente le applicazioni ufficiali hanno sempre un punteggio intorno al 4.5.

Non scaricate applicazioni pirata
Antivirus Android 3
Fate attenzione alle app pirata!

[blockquote style=”1″]Se  scarichi applicazioni unicamente da market fidati (come Google Play) e non usi lo smartphone così tanto spesso per navigare su internet e guardare le email, il Sistema Operativo è abbastanza al sicuro. La maggior parte dei problemi proviene infatti spesso dall’installazione di applicazioni piratate da market di terze parti, che sono spesso infette da pericolosi malware. [/blockquote]

Andreas Marx, AV-Test

Non utilizzate applicazioni di origini sconosciute
registrare lo schermo senza root
Exterminate! Exterminate!

È molto pericoloso aprire le porte del proprio smartphone ad applicazioni create da persone di cui non si conoscono le intenzioni, che utilizzano un codice che non conoscete e di cui non conoscete le modalità attraverso le quali è stata creata.

Non cliccate su pubblicità e banner di cui non conoscete l’origine
Antivirus Android ads
Non cliccate!

Fate molta attenzione alle scritte in piccolo dei banner: molti siti, come AppElmo, utilizzano l’affiliazione a Google AdSense per generare banner pubblicitari; la maggior parte di essi sono innocui, ma alcuni potrebbero contenere degli abbonamenti settimanali la cui attivazione viene automaticamente sottoscritta non appena vi si clicca sopra. Generalmente è possibile riconoscerli perchè lo scrivono in basso.

Come fare dunque a difendersi? Le app che non devono mancarvi per respingere i malware Android le trovate nella seconda parte di questa piccola guida cliccando QUI!

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//