Whatsapp, appare il segno di visualizzato

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Whatsapp ha raggiunto un risultato assolutamente di tutto rispetto: 5 anni fa infatti nasceva l’applicazione che nel corso del tempo è diventato sinonimo stesso di “messaggistica mobile”, nonostante si possa dire che non detenga più il primato che solo un anno fa poteva vantare di possedere, complice soprattutto la concorrenza che si dimostra sempre più agguerrita.

whatsapp segno di visualizzato

E Whatsapp festeggia il proprio compleanno con un’aggiunta di poco conto dal punto di vista puramente tecnico, ma dal grande significato psicologico e morale: il segno di visualizzazione. Molti infatti nelle ultime ore si stanno accorgendo di un’aggiunta che già era presente nei messaggi vocali: anche i meno attenti avranno notato che, nel momento in cui il destinatario ascolti la registrazione inviata, l’icona del microfono si colora di azzurro. Ebbene, pare che lo stesso espediente sia stato utilizzato per i messaggi di testo. Molto si era favoleggiato riguardo ciò che i programmatori di Whatsapp avrebbero tirato fuori dal cappello per integrare tale meccanismo: un terzo segno di spunta avrebbe solo reso più confusionaria la schermata dei messaggi.

Ne approfittiamo per ripassare i segnali utilizzati nell’app di messaggistica, poichè sono molti ad essere convinti che il secondo segno di spunta indichi la visualizzazione del messaggio:

: il messaggio è stato consegnato con successo al server;

√√: il messaggio è stato consegnato al telefono dell’interlocutore;

√√: il messaggio è stato visualizzato dall’interlocutore.

Whatsapp segno di visualizzato

La domanda più logicamente ci poniamo è naturalmente se sia stata una buona idea. Uno dei motivi per cui Whatsapp è preferito a Messenger è (o forse è meglio dire “era”) il margine di discrezionalità che dava l’applicazione: nonostante infatti i nostri interlocutori possano controllare l’orario del nostro ultimo accesso (la cui privacy è comunque modificabile), non vi era mai la certezza matematica che il messaggio fosse stato veramente visualizzato. Ora invece, con la visualizzazione sempre attiva, Whatsapp si conformizza alla linea di prodotti Facebook (ricordiamo che Whatsapp è stata comprata da Mark Zuckenberg per la folle cifra di 13 miliardi di dollari, surclassando la concorrenza di Google), e lega i suoi utenti alla schiavitù della risposta immediata in seguito alla visualizzazione, se si vuole evitare che l’interlocutore si offenda pensando che non si voglia rispondergli.

Voi cosa ne pensate? Ritenete che sia stata una buona idea, o questa scelta vi spingerà a cambiare app di mesaggistica?

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//