Retry, non chiamatelo clone – Recensione

Iscriviti per ricevere una notifica ogni volta che pubblichiamo un articolo che non puoi davvero perderti! Disturbiamo poco, informiamo molto.

Avevamo già annunciato, sui nostri profili social, l’incombente recensione di Retry, il nuovissimo gioco in salsa 8-bit prodotto da Rovio e che, secondo le intenzioni degli sviluppatori, sarebbe dovuto essere un “clone” dell’ormai defunto ma sempre emulato Flappy Bird.  A nostro parere, Retry è molto più che una banale copia di Flappy Bird: il gioco integra infatti una grafica in 8-bit (alla pari del predecessore) con una struttura a livelli, ognuno dei quali valutato da una a tre stelle a seconda del punteggio, del numero di tentativi e del completamento effettivo del percorso (che riprende invece dalla fortunata serie di Rovio, Angry Bird); tutto ciò porta Retry un prodotto molto più longevo di Flappy Bird, con una maggiore varietà di livelli e con qualche easter egg che Rovio a sorpresa inserisce per rendere il prodotto molto più ironico e divertente che snervante.

Che dite, cominciamo?

MEMORIA – 4

Retry recensione AndroidRetry recensione Android

Retry occupa, se installato solamente nella memoria del telefono, uno spazio che si attesta intorno ai 75MB (dati esclusi, lo ricordiamo); se invece procediamo con lo spostamento del gioco sulla scheda SD, l’ingombro sulla memoria passerà a 25MB. Per essere un prodotto veramente ben ottimizzato, Retry comunque occupa uno spazio considerevole, anche se il numero di livelli è tale da (in parte) giustificare l’ingombro).

CONSUMO ENERGETICO – 4

Retry recensione Android
Ce la faccio, ce la faccio!

In un quarto d’ora di piacevole – e a tratti snervante, per via dei continui schianti – svago, Retry ha consumato il 5% di batteria e, se vogliamo ipotizzare che tale andamento si riveli continuo, possiamo dire che nel corso di un’ora di gioco verrebbe utilizzato il 20%  della carica complessiva. Non si tratta di un valore elevato, ma non possiamo comunque dire di esserne pienamente soddisfatti, poichè Retry non necessita di una connessione Wi-fi nè ha bisogno di gestire un’impegnativa grafica in 3D.

RAM – POSITIVO

[alert color=”FF2400″]Così come abbiamo scritto nella nostra Struttura di una recensione, la voce RAM in una recensione è un fattore estremamente variabile da misurare e, di conseguenza, assegnare un voto sarebbe un compito assai difficile, se non addirittura impossibile, perchè impostato su giudizi personali e/o arbitrari. Per questo abbiamo deciso di attribuire a questa sezione non una votazione, bensì una valutazione, positiva o negativa, in base alle nostre considerazioni.[/alert]

Retry recensione Android

Il consumo di memoria RAM segnalato da Clean Master – dopo la pulitura delle cache e l’ottimizzazione della memoria occupata – ammonta a 73MB. Un valore che potrebbe sembrare alto per coloro che possiedono un dispositivo di fascia medio-bassa, il cui quantitativo di memoria RAM solitamente non supera i 512MB totali, ma Retry, essendo un gioco ben sviluppato ed ottimizzato, nonostante lo spazio occupato non presenta alcun impuntamento e rallentamento; di conseguenza, il nostro giudizio è più che positivo.

FUNZIONALITÀ – 4.5

Hop!
Hop!

Retry è certamente un titolo difficile, su questo riteniamo che non ci siano dubbi. Il gioco infatti consiste nel guidare un aereo, attraverso un percorso mediamente lungo, evitando che gli ostacoli naturali (più o meno, visto che raramente si potranno vedere delle colonne di roccia sollevarsi nel cielo) ci impediscano di raggiungere l’aeroporto posto alla fine del livello. I controlli sono quantomeno particolari: l’aereo infatti, premendo sullo schermo, non si muove in linea retta, ma in cerchio, e di conseguenza dovrà essere il giocatore a dosare sapientemente il numero e l’ampiezza dei giri per evitare di franare contro una parete rocciosa.

Retry recensione Android
Guarda, mamma, come Valentino Rossi!

La difficoltà consiste quindi sia nei comandi dell’aereo, sia nel percorso stesso; da una parte, infatti, per controllare il velivolo dovremo essere estremamente cauti, poichè un tocco di troppo potrebbe portarci contro uno spigolo, oppure a non centrare completamente la pista d’atterraggio e a costringerci a ripetere il livello; dall’altra invece un’ambientazione estremamente variabile renderà quasi obbligatorio ripetere il livello più volte prima di arrivare al traguardo, soprattutto se poi ci si cimenterà nella raccolta di monete e di bulloni.

Retry recensione Android
Tante modifiche a prezzi modici

Le prime infatti ci permettono di sbloccare gli aeroporti “intermedi”, che fungono da punti di salvataggio, mentre attraverso i secondi potremo apportare modifiche temporanee all’aereo (della durata di un livello) che, riducendone ad esempio la stazza o aumentandone la resistenza, ci consentiranno di superare più facilmente gli ostacoli. La differenza consiste nel fatto che mentre per i bulloni, una volta che li si ha “presi”, non occorre fare altro, per consolidare il possesso delle monete occorrerà atterrare in un punto di salvataggio (ma non necessariamente sbloccarlo), altrimenti al primo schianto la moneta tornerà al suo posto.

Batman-style
Batman-style

A tal proposito, ne approfittiamo anche per rispondere a tutti quegli utenti che hanno criticato pesantemente Rovio per la sua decisione di aggiungere checkpoint a pagamento all’interno di Retry: noi di AppElmo la riteniamo una cosa assolutamente normale, e anzi ci stupiamo che giungano delle critiche in tal senso. Nonostante infatti per sbloccare un punto di salvataggio occorra una moneta (conquistabile facilmente nel gioco), Rovio ci propone un’alternativa: la visione di un filmato pubblicitario della durata di pochi secondi; noi quindi non solo NON critichiamo Rovio, ma anzi ci congratuliamo con lei per aver integrato intelligentemente esperienza di gioco e pubblicità.

Retry recensione Android
La pubblicità dura poco e soprattutto non è invasiva…

E anche qui dobbiamo spezzare una bandiera a favore degli sviluppatori: in Retry infatti è possibile trovare un livello (ma potrebbero essercene di più) “pubblicitario”, ossia dove le caratteristiche di gioco rimangono invariate, ma invece non vi sono più da raccogliere monete e bulloni, bensì i loghi di compagnie che hanno siglato l’accordo con Rovio (YouTube, per esempio): un esempio intelligente di utilizzo della pubblicità che diventa parte integrante del gioco, non elemento disturbatore.

Retry recensione Android
Un giorno…

Concludendo, ci sentiamo di promuovere più che positivamente la giocabilità di Retry poichè, pur essendo estremamente difficoltoso, i costanti progressi ci spingono ad andare avanti, piuttosto che abbandonare l’impresa; inoltre non è estremamente ripetitivo quanto lo era Flappy Bird anche se, vista la monotonia del gameplay, alcuni potrebbero annoiarsi. L’inserimento di “Livelli-Boss” rende Retry una costante sfida con noi stessi, e nel contempo l’approccio ironico e la grafica 8-bit ci impediscono di sentirci frustrati dagli insuccessi.

DESIGN – 4.5

Retry recensione Android
Decisamente

La grafica è, come abbiamo già avuto occasione di scrivere, in 8-bit; i dettagli sono curati, i colori vivaci gli sfondi molto vari. Nonostante il fulcro del gioco sia l’aeroplano, sono i livelli l’oggetto principale dei designer, che hanno aggiunto particolari divertenti che avremo modo di notare quando vi ci schianteremo addosso: pipistrelli che dormono a testa in giù, mammut e dischi volanti incastrati nel ghiaccio… Senza contare le schermate di caricamento dei livelli, quasi sempre prodighe di consigli dalla dubbi utilità. Il tocco di classe è rappresentato dall’ombra lasciata nel livello dall’aereo ogni qualvolta ci si schianti, già utilizzato dagli sviluppatori di League of Evil.

DISCREZIONE – 2

Retry recensione Android permessi

Francamente non sappiamo esattamente per che cosa Retry necessiti di conoscere la nostra posizione, o il nostro registro chiamate, e dubitiamo fortemente che in futuro verrà aggiunta una feature che integri questi due permessi. Noi rimaniamo in attesa, ma, fino ad allora, il voto è insufficiente.

AGGIORNAMENTI – /

Non possiamo ancora rilasciare un parere sugli aggiornamenti di Retry, essendo un gioco ancora molto giovane non ne è stato rilasciato ancora alcuno; ciononostante, confidiamo nelle grandi capacità e nell’esperienza che Rovio ha dimostrato lungo gli anni.

INVADENZA – 4.5

Retry recensione Android
Oh, ma è la pubblicità di Angry Birds!

La pubblicità c’è, ma è come se non ci fosse. La possiamo trovare infatti soltanto se la cerchiamo noi, paradossalmente, nei punti di salvataggio come pagamento alternativo alle monete; o, in alternativa, nella schermata di pausa, ma confinata in un riquadro veramente troppo piccolo per dare fastidio.

CONCLUSIONE

Retry recensione Android
Non è proprio lo spirito giusto con cui affrontare i pericoli…

Come abbiamo già detto nell’introduzione, Retry è molto più di un Flappy Bird, poichè risulta in gran parte contaminato da quelle caratteristiche tipiche di un gioco targato Rovio. Ciononostante, Retry rappresenta un banco di prova per gli sviluppatori, trattandosi del primo prodotto che esula completamente dall’orizzonte del brand di Angry Birds. Con Retry non ci sono uccelli buoni e maiali cattivi, non c’è una storia che, anche se minimamente abbozzata, ci fornisce un background all’interno del quale muoverci e grazie al quale familiarizzare con i personaggi. Come i veri aviatori, che sorvolavano in solitaria le distese infinite degli oceani o i ghiacci desolati, Retry è un tu per tu con la natura, che non si dimostra mai amica ma sempre nemica o, quantomeno, rivale. Se i nostri bisnonni potevano compiere tutto ciò nella realtà, con Retry possiamo almeno imitarli nella finzione in 8-bit.

Una menzione speciale merita la colonna sonora, che potete trovare nel sito ufficiale di Rovio (Cliccando QUI) oppure su YouTube (Cliccando QUI).

Retry – Play Store

Commenti

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. AcceptRead More

//