Breaking News

Z Launcher, l’interfaccia di Nokia tra smart gestures e machine learning – Launcher Friday

Z Launcher, l’interfaccia di Nokia tra smart gestures e machine learning – Launcher Friday

Ciascuna società produttrice di smartphone può vantare, tra i bloatware della propria scuderia, almeno un launcher o interfaccia grafica da sfruttare all’interno dei propri device o più semplicemente da mettere a disposizione dell’utenza per finalità più o meno trasparenti: Nokia non fa eccezione e, nonostante non sia più un competitor affermato nel campo dei device Android – anche se voci sempre più insistenti vedrebbero un ritorno in pompa magna del brand nel giro di breve – non ha mancato di gettare sul piattola propria offerta: Z Launcher.

Siete pronti dunque per scoprirne tutte le caratteristiche?

Z Launcher – Interfaccia utente e primo impatto

Successivamente alla prima installazione, Z Launcher non farà mancare all’utente un certo senso di straniamento nonostante lo accolga con una serie di schermate tutoriali che gli favoriscano un certo ambientamento – caratteristica sempre meno comune ma di cui non ci spiacerebbe un’inversione di tendenza, dato che sempre più sviluppatori diano per scontato che l’utente sia perfettamente in grado di gestire un’interfaccia sconosciuta senza alcun tipo d’aiuto.

z-launcher-recensione-android-4

Ad ogni modo, una volta terminato il tutorial si potrà notare come l’interfaccia suddivida il sistema di gestione delle app in due sezioni: la prima non è altro che un semplice app drawer ad elenco, contrassegnato a lato da un cursore funzionale allo scorrimento delle applicazioni, mentre la seconda è invece una schermata che raccoglie le app più utilizzate/recenti (tendono a mescolarsi, anche a seconda delle impostazioni) e che viene affiancata, sul lato sinistro accessibile tramite swipe, da una facciata all’interno della quale inserire i widget più utilizzati.

z-launcher-recensione-android-6

Vi dobbiamo poi avvisare: Z Launcher vi mostrerà un disclaimer attraverso il quale spingervi ad accettare un sistema di raccolta di dati per consentire ad un primitivo sistema di machine learning di mostrarvi le app o i risultati di ricerca più frequenti; nonostante si tratti di una comoda funzionalità, può comportare la raccolta di dati personali.

Z Launcher – Funzionalità e personalizzazione

La principale attrattiva di Z Launcher consiste principalmente nell’integrazione di smart gestures all’interno della Home: nella schermata principale – laddove vengono visualizzate le ultime sei applicazioni utilizzate che, nelle speranze del launcher, dovrebbero variare a seconda dell’orario, della localizzazione del dispositivo e delle abitudini registrate – è possibile infatti cercare app, risultati di ricerca e contatti semplicemente tracciando lettere tramite swipe.

z-launcher-recensione-android-2

Per funzionare, funziona: nonostante non si tratti del sistema più comodo e veloce per trovare un’applicazione o per accedere alla pagina web di Facebook – per tracciare una “i” occorre inserire anche il puntino ortografico, altrimenti sarà identificata come una “l” e vi lasciamo immaginare quanto possa essere comoda la necessità di tale precisazione – rappresenta comunque uno dei punti forti di Z Launcher sulla quale Nokia però potrebbe introdurre nuove implementazioni, come la scrittura di più lettere in una sola traccia.

z-launcher-recensione-android-5

Ma naturalmente non si tratta dell’unico motivo per il quale scaricare Z Launcher: pulito e privo di orpelli grafici inutili, presenta solamente una schermata all’interno della quale inserire i widget – e potrebbe trattarsi di una grossa limitazione per molti – e una barra superiore all’app drawer/app più utilizzate dalla quale visualizzare le chiamate perse, il meteo o gli impegni sincronizzati con il calendario. La dock bar, fortunatamente, è personalizzabile ma lo stesso non si può dire del resto del launcher, dove è possibile unicamente modificare il wallpaper e le icone.

Z Launcher – Conclusioni

Nonostante non si tratti del launcher proprietario più funzionale presente nel Play Store, è comunque un’interfaccia robusta, diretta e senza arzigogoli grafici o funzionalità che potrebbero soltanto costituire uno sciupio di tempo.

z-launcher-recensione-android-3

Mentre la ricerca tramite swipe potrebbe decisamente essere implementata e migliorata, lo stile grafico e l’ottimizzazione delle tempistiche rendono l’interfaccia ideale per business-man e utenti che, dal mondo Blackberry, cercano un launcher più vicino al mondo Android ma altrettanto professionale.

Non ti piace? Prova QUI a scoprire Arrow Launcher, l’interfaccia di Microsoft!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime puntate di Launcher Friday nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Z Launcher su Google Play
GugliElmo

GugliElmo

Mi ritengo un esperto di Android, ma è facile sbagliare. Blogger per passione, studente per necessità; nel frattempo dirigo il sito con il pugno di ferro. Da quando ho fondato AppElmo, i miei amici lo ritengono un'entità fisica.


Tags assigned to this article:
Launcher AndroidZ Launcher

Related Articles

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*