Breaking News

Trapelano le immagini del prossimo aggiornamento di Telegram: più swipe, Material Design e un nuovo video player

Trapelano le immagini del prossimo aggiornamento di Telegram: più swipe, Material Design e un nuovo video player

Non è passato molto tempo dalle ultime informazioni trapelate su Telegram: così come noi abbiamo riportato in anteprima, sono apparsi all’interno dell’app di chat alcuni canali in cui i commenti ai post risultano essere pienamente abilitati, rendendo sempre più presumibile una loro possibile introduzione; quest’oggi invece ad essere rese note sono le schermate d’anteprima di un prossimo aggiornamento che con quasi totale probabilità saranno inclusi negli update futuri – non possiamo fornirvi una data precisa, ma è probabile che cominceranno ad apparire intorno a marzo-aprile, così come vi spieghiamo dettagliatamente nell’articolo. Material Design, un video player interno e poi ancora swipe, nuovi messaggi vocali e molto altro ancora.

Siete pronti a scoprire le prossime novità di Telegram?

Tante novità per i prossimi aggiornamenti

Sembra che Telegram non solo non sia assolutamente preoccupato dalla momentanea ripresa di WhatsApp, ma anzi sia in piena fase di elaborazione di nuove features da aggiungere all’applicazione con i prossimi aggiornamenti.

Telegram novità Material DEsign 1

Attraverso un post su un social network russo, ripreso poi dal canale Telegram “Telegram Features”, Pavel Durov, il creatore dell’applicazione, ha indetto un concorso per gli sviluppatori Android della regione per la realizzazione di un’app secondaria – probabilmente per il test momentaneo delle funzionalità, sempre elaborando il codice open-source di Telegram in maniera similare a quanto già fatto da Samsung – che dovrà obbligatoriamente contenere una serie di contenuti, un numero davvero corposo e sorprendente.

Telegram novità swipe 4

Durov infatti punta all’introduzione, probabilmente già a partire dal mese di marzo, di un’interfaccia più funzionale e vicina agli standard della grafica flat, con numerosi elementi di Material Design; per quanto riguarda il settore esclusivo delle smart gesture, possiamo notare da alcuni rendering che probabilmente verrà aggiunto lo swipe ai messaggi per attivare la funzionalità di “Risposta” più velocemente (simile a quanto abbiamo già visto su GMail), anche se potrebbe trattarsi di un’esclusiva per le chat di gruppo.

Telegram novità messaggi vocali 2

Il comparto audio merita un discorso completamente a parte: non soltanto i messaggi vocali subiranno una completa variazione del design – assumendo la forma delle onde sonore dei file audio inviati – ma anche la loro riproduzione verrà automatizzata: in presenza infatti di messaggi vocali non riprodotti basterà avvicinare lo smartphone all’orecchio per avviarne l’ascolto (presumibilmente a partire dal meno recente) mentre, qualora tutti i file audio siano stati riprodotti, la stessa azione porterà all’avvio della registrazione di un nuovo messaggio.

Telegram novità video player 6

Telegram poi intende rendersi completamente indipendente dalle applicazioni di terze parti per il supporto di contenuti multimediali: è di prossima introduzione infatti un video-player che abiliterà la riproduzione dei video – sia inviati sia condivisi tramite YouTube – all’interno dell’app stessa tramite una schermata a scorrimento; le opzioni disponibili rendono possibile l’espansione a tuttoschermo del video, la sua condivisione sui social o l’apertura attraverso un’app esterna.

Telegram novità music 3

Più lontano nel tempo, ma comunque presente nei progetti di Durov per Telegram, pare essere invece l’arrivo di un media player per le canzoni con tanto di schermata di visualizzazione dei brani e delle loro copertine, album – che potranno essere condivisi su tutti i dispositivi autenticati con lo stesso account per avere sempre con sè la propria libreria musicale – e persino playlist.

Telegram novità tag 5

Infine, le tag saranno implementate con una schermata a scorrimento dalla quale selezionare, specialmente nei gruppi, tutti i partecipanti che si intende menzionare. Tali features sono state chieste da Durov agli sviluppatori di Telegram ed è stato promesso un premio di 1,5 milioni di rubli (quasi 20.000€) per chi realizzerà più velocemente – e meglio – l’app in questione entro l’8 marzo. Non ci resta che attendere.

Vuoi creare un tuo bot personale? Scopri QUI cosa sono i bot e come si creano senza saper programmare!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime News nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

GugliElmo

GugliElmo

Mi ritengo un esperto di Android, ma è facile sbagliare. Blogger per passione, studente per necessità; nel frattempo dirigo il sito con il pugno di ferro. Da quando ho fondato AppElmo, i miei amici lo ritengono un'entità fisica.


Tags assigned to this article:
TelegramTelegram novità

Related Articles

3 comments

Write a comment
  1. Valentino Francesco Mannara
    Valentino Francesco Mannara 6 febbraio, 2016, 15:17

    Telegram rulez!
    Ho eliminato Whatsapp ormai da parecchi mesi e Telegram ha letteralmente surclassato la sua controparte appartenente a Facebook.
    Ormai gli italiani la devono smettere con la solita scusa del tipo “ce l’hanno tutti” pur di non usare Telegram.
    Non hanno capito che hanno solo vantaggi usando Telegram e che non si può essere intercettati, tantomeno spiati.

    Reply this comment
    • GugliElmo
      GugliElmo Author 7 febbraio, 2016, 21:27

      Ciao Valentino, hai perfettamente ragione! Purtroppo tra gli utenti Android esistono tantissime persone che insistono a ricorrere a WhatsApp, nonostante siano a conoscenza di Telegram, per via di una sorta di “pigrizia mentale” che li spinge a rimanere nella massa (e la colpa qui è sia loro, sia di Telegram che potrebbe mettere a disposizione degli utenti un’interfaccia meno confusionaria e qualche schermata di tutorial); d’altro canto conosco utenti che si sono letteralmente innamorati delle GIF, dei canali e dei bot dopo essere stati strenui sostenitori del concorrente di proprietà di Facebook.
      Per quanto riguarda le intercettazioni, non sono troppo sicuro a riguardo, non sono un esperto informatico e dunque non posso sapere se la modalità di crittografia scelta dal team sia completamente esente da falle; certamente è solida e dovrebbe resistere ad attacchi di medio livello!

      Reply this comment
      • Valentino Francesco Mannara
        Valentino Francesco Mannara 10 febbraio, 2016, 14:15

        Ciao. Grazie per avermi risposto.
        Proprio perché sono un informatico da quasi 17 anni conosco le caratteristiche tecniche di Telegram e la sua programmazione, dopotutto è Open Source e il codice sorgente è accessibile senza problemi.
        Posso assicurarti che decriptare un solo messaggio di Telegram è quasi impossibile, inoltre i miglioramenti di Telegram procedono molto velocemente grazie proprio al fatto che è software Open Source, al contrario di Whatsapp che è software proprietario e quindi codice chiuso.
        Ci sono milioni di motivi per usare Telegram e il software Open Source in generale.
        Noi tecnici lavoriamo ogni giorno sul software e le varie problematiche tecniche e posso assicurarti che con Telegram vai sul sicuro, lo uso anche nella mia azienda di assistenza e consulenza informatica, ci invio perfino le fatture in PDF ai clienti e tutto questo con la massima rapidità, praticità e soprattutto sicurezza.

        Reply this comment

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*