Breaking News

Top7 app per imparare le lingue straniere – R&R

Top7 app per imparare le lingue straniere – R&R

Oggigiorno chi studia, lavora o intraprende viaggi all’estero porta con sè un bagaglio che non si compone solo di materie prime, vestiti o strumenti tecnologici, ma anche di una netta esperienza acquisita nel corso del tempo nell’utilizzo delle lingue internazionali.

E’ essenziale conoscere almeno le basi per poter comunicare con le persone, dialogare e comprendere quello gli altri dicono o compiono. Proprio per andare incontro a coloro che, pur volendo imparare una nuova lingua non dispongono dei mezzi o del tempo per seguire un corso professionale, abbiamo stilato questa classifica delle migliori app per imparare le lingue: un metodo veloce, facile e senz’altro produttivo ed economico che permette di risparmiare tempo e denaro, due varianti fondamentali di questi tempi.

Esaminiamo dunque quali app per imparare le lingue abbiamo scelto e recensito in esclusiva per voi: siete pronti?

07 – Duolingo

Probabilmente è una delle app per imparare l’inglese più rinomate e divertenti che si conoscano, Duolinguo imposta l’apprendimento dell’inglese sull’iterazione tra utente ed un simpatico gufo verde, che sarà la guida ed il referente principale durante l’esercizio quotidiano, atto ad imparare e sfruttare le potenzialità della lingua inglese attraverso esercizi di domanda e risposta, quiz e minigiochi al fine di rendere la fase di insegnamento divertente e scorrevole.

Migliori app per imparare le lingue 2

Ottima per l’apprendimento immediato

L’applicazione è completamente gratuita, non esistono piani di abbonamento ed è possibile dilazionare la fase di insegnamento in base alla propria disponibilità di tempo; naturalmente l’app provvederà a richiamare all’attenzione l’utente attraverso un sistema di notifiche, strutturato in maniera tale da spingere lo studente ad impratichirsi specialmente nei settori – grammatica, lessico, sintassi – laddove le prove abbiano segnalato una particolare carenza.

PRO: Gratis, divertente e soprattutto coinvolgente, adatto ad ogni età

CONTRO: Alcune volte gli esercizi sembrano essere ripetitivi o leggermente superficiali

Duolingo sul Play Store

06 –  Busuu

Tra le tante applicazioni innovative nel campo delle app per imparare le lingue spicca per popolarità Busuu, un valido ausilio per scoprire nel dettaglio, in modo altrettanto divertente, una tra le 11 lingue messe a disposizione (non solo inglese dunque, ma anche francese, russo, turco, cinese, ecc..) attraverso un esercizio giornaliero della durata di pochi minuti. Le lezioni sono gratuite e sarà anche possibile confrontare i propri risultati nei test e nei minigiochi con quelli degli utenti di tutto il mondo attraverso una scoreboard internazionale, in cui vengono visualizzati e messi a disposizione risposte corrette ed errate per un’autovalutazione approfondita.

Migliori app per imparare l'inglese

Busuu offre senz’altro esercizi multipli

Busuu si distingue inoltre per la varietà di esercizi, ognuno dei quali realizzato per permettere all’utente un potenziamento del proprio vocabolario, del lessico o più in generale della conoscenza della struttura della frase e delle sue regole grammaticali senza affaticarlo o annoiarlo. Qualora si volesse procedere con lo studio approfondito di ciascuna di queste lingue, si potrà usufruire di un abbonamento mensile dal costo di 6,90€, sbloccando in questo modo tutte le lezioni.

PRO: Grafica davvero ottima, possibilità di imparare in pochi minuti al giorno diverse sfaccettature della lingua

CONTRO: Purtroppo per ogni lingua che scegliamo di studiare abbiamo solo accesso alle prime lezioni, mentre per recuperare i file restanti occorre un pagamento mensile alquanto oneroso

Busuu sul Play Store

05 – Imparare 50 Lingue

Che si tratti solamente di un invito particolarmente azzardato? Fortunatamente no: Imparare 50 Lingue è una delle migliori app per imparare l’inglese circolanti nel Play Store, gode di un’ottima reputazione e commenti positivi da parte di utenti provenienti da tutto il mondo, offrendo loro 100 lezioni in tutte le 50 lingue a nostra disposizione. Un ottimo ausilio per gli adulti e per chi frequenta le scuole primarie di primo e di secondo grado, dato che Imparare 50 Lingue si riferisce principalmente ad utenti dotati di un livello medio A1 / A2.

Migliori app per imparare le lingue 3

Disponibile anche su tablet e PC

La versione gratuita offre 30 lezioni, per sbloccare tutti i materiali atti alla conclusione del corso (sino a 100!) bisognerà acquistare la versione PRO, ma possiamo con sicurezza affermare che ne valga la pena, dato il vasto sistema di apprendimento ed i contenuti strutturati a misura d’utente.

PRO: Ben 50 lingue a disposizione, bastano pochi minuti al giorno per rinfrescarsi la mente

CONTRO: Registrazione solo via mail e non tramite i social, grafica spartana e qualche lag quando si effettuano gli swipe per cambiare tipologia di apprendimento

Imparare 50 Lingue sul Play Store

04 – Aba English

Assolutamente il prodotto più completo e professionale che possa esistere in tutto il Play Store per imparare ed approfondire l’inglese a qualsiasi livello. L’app mette a disposizione 6 livelli di apprendimento che vanno da PrincipianteBusiness, completa di 144 unità, Aba film per visionare cortometraggi girati a Londra e New York studiandone i dialoghi e le pronunce, senza però limitarsi ad uno sterile ascolto: bisognerà anche  mettersi in gioco in prima persona utilizzando la propria voce nel doppiaggio per capire se abbiamo acquisito quanto impartito nelle lezioni; poi test con professori privati, possibilità di interagire con le lezioni attraverso PC, tablet e smartphone e molto altro ancora.

Migliori App per imparare le lingue

Mettersi in gioco può risultare notevolmente interessante!

La versione base offre una panoramica, mentre la versione a pagamento di quest’ottima app per imparare le lingue possiede piani settimanali, mensili o annuali che permettono di sbloccare tutte le lezioni della scuola, fornendo inoltre un certificato di attestazione del superamento delle prove da parte degli insegnanti privati stessi.

PRO: Una grafica assai coinvolgente, supporto da parte di teachers esperti e davvero dinamico ed espansivo nel proporre diverse forme di apprendimento

CONTRO: Le spese di abbonamento sono molto care, ma ricordiamo che si tratta di una scuola privata e professionale a livello mondiale per chi è alla ricerca di uno studio approfondito dell’inglese

ABA English sul Play Store

03 – Rosetta Stone

Un’altra applicazione per imparare le lingue, assai valida nel suo campo, è Rosetta Stone – che prende il nome dalla famosa Stele di Rosetta – che si prefigge lo scopo di diventare app universale per l’insegnamento multilingua, grazie al suo vasto assortimento di 24 linguaggi differenti ed un vocabolario ampio e completo, oltre ad una serie di esercizi sulla grammatica che si affianca ad un metodo di apprendimento basato sullo studio continuato ma senza eccessivo impegno.

Migliori app per imparare le lingue 5

Assicurato come ottimo ausilio e passatempo

Per svolgere il corso in maniera approfondita Rosetta Stone – che più che un’app per imparare le lingue è un vero e proprio corso online, dati anche i prezzi del programma completo – porge all’utente una serie di strumenti atipici, ma senz’altro funzionali: cartine, videolezioni, messaggi audio e minigiochi interattivi, oltre che eventualmente un servizio di chat e chiamata per dialogare con altri utenti ed insegnanti madrelingua; all’app ufficiale è poi affiancata una community di sostegno – denominata Rosetta World – per venire a contatto con altri studenti da ogni angolo del globo.

PRO: Grafica accettabile, scorrevole e divertente

CONTRO: Deludente il prezzo da pagare per il corso completo che si aggira sui 180€, forse in questo caso valuteremmo un corso vero e proprio

Rosetta Stone sul Play Store

02 – Memrise

Un progetto che nasce dall’intuizione di uno dei più famosi Memory Coach, Ed Cooke, Memrise si posiziona senza dubbio alla seconda posizione: una tra le app per imparare le lingue che si concentra maggiormente sull’apprendimento visivo attraverso un catalogo che conta più 1000 video registrati da madrelingua – ed in grado di affinare senza eguali la pronuncia corretta-, giochi multipli, possibilità di imparare all’ora circa 44 parole ed un motore adattivo che monitora i progressi aiutando l’utente a ripassare ciò che ha imparato nel corso del tempo.

Migliori app per imparare le lingue 5

Memrise inoltre non si posiziona come app per imparare le lingue per principianti: selezionando il corso corretto è infatti possibile prepararsi in vista di esami professionali come il TOEFL, lo IELTS ma è comunque in grado di fornire le basi ai meno esperti ed a coloro che puntano a raffinare le proprie conoscenze linguistiche in ambito lavorativo.

PRO: Ottima grafica, esercizi multipli ed intuitivi

CONTRO: Qualche volta gli esercizi tramite figure appaiono ripetitivi, prezzi anche in questo cari da pagare ma nulla da mettere in confronto ai corsi

Memrise sul Play Store

01 – Babbel

Arriviamo così alla capolista di questa classifica di app per imparare le lingue: Babbel, un’applicazione che offre al suo interno una serie di tools completi per chi studia e viaggia all’estero. Un programma che si avvale di ben 13 lingue e con un adeguato vocabolario (fino a 3000 parole), possibilità di avvalersi di un comodo eserciziario per affinare la grammatica, il lessico e la sintassi ed una serie di corsi interattivi, supportati da un training che deve essere costantemente seguito per portare a risultati pratici.

App per imparare le lingue

La grafica di Babbel è minimale ma non per questo poco curata

Si tratta di un’applicazione nel complesso assai interessante ma che certamente non può essere presa in considerazione da chi è alla ricerca di una semplice app per imparare saltuariamente una lingua straniera: in seguito alla prima lezione, completamente gratuita, Babbel offrirà un piano di abbonamento che passa da un costo di 9,99€ per settimana a 5€ al mese per 12 mesi.

PRO: Grafica minimale ma curata, professionalità nella formazione

CONTRO: Impossibilità di sviluppare un corso gratuito

Babbel sul Play Store

Vorresti guadagnare con il tuo smartphone? Prova QUI le migliori 4 app per guadagnare con Android, da Google Opinion Rewards a Whoosnap!

Vorresti scrivere per AppElmo? Mettiti in gioco: stiamo cercando collaboratori! Scrivi a [email protected], e dai un’occhiata QUI per le modalità di contatto. Non essere timido!

Se non volete perdervi nè le prossime Recensioni nè gli altri articoli di AppElmo (e sappiamo che non volete), allora potete iscrivervi alla nostra newsletter inserendo il vostro indirizzo email nel form qui in basso (tranquilli, vi assicuriamo che non vi invieremo spazzatura o spam; in caso contrario, vi saremmo immensamente grati se ci segnalaste il problema).

Oppure potete seguirci sulla nostra pagina Facebook, sul nostro account Twitter, sulla nostra pagina Google Plus e sul nostro canale Telegram oppure, in alternativa, potete sempre scaricare la nostra app da Google Play, cliccando QUI o sull’immagine nella sidebar! Grazie mille!

Samuele Squillace

Samuele Squillace

Dal 2013 ho il cordone ombelicale attaccato al mondo Android, amo torturare la mia fantasia nelle creazioni di Home & Setup nel mio smartphone, bere del caffè, leggere ed espandere le mie conoscenze tecnologiche. Chiamami Zio Sam, noi vogliamo Te tra i nostri lettori!



Related Articles

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*